L'apporto del latte in una dieta equilibrata


L'apporto del latte in una dieta equilibrata

 

Secondo l’"Istituto Nazionale della Nutrizione", il latte è, insieme ai suoi derivati (yogurt, latticini e formaggi) un alimento fondamentale per una dieta equilibrata.

IL LATTE IN UNA DIETA EQULIBRATA
I nutrizionisti, infatti, lo classificano al secondo posto fra i cinque gruppi di alimenti che sono alla base di una corretta alimentazione. Latte, latticini e yogurt hanno la principale funzione di fornire al nostro organismo calcio prontamente assimilabile e proteine di alto valore biologico. Bastano 250 ml di latte al giorno per assicurare al nostro corpo quasi il 40% del suo fabbisogno quotidiano di calcio e, quindi, per mantenere ossa e denti in buona salute.

Importantissimo in tutte le fasi della vita, il latte svolge una funzione preziosa ed insostituibile soprattutto in due particolari momenti del nostro ciclo biologico: nell’infanzia ed in età matura.

IL LATTE: UN ALIMENTO COMPLETO
Ricchissimo, oltre che di calcio, anche di magnesio, proteine ed aminoacidi, il latte è un alimento completo ed ha quindi un ruolo determinante nell’alimentazione di neonati e bambini, perché aiuta il loro corpo a crescere nel modo più corretto ed a sviluppare ossa forti e denti sani. In età adulta, il latte fornisce le energie necessarie al mantenimento del benessere generale e alla prevenzione dei disturbi tipici dell’età avanzata; e, per chi pratica sport, questo alimento è una fonte naturale di zuccheri ed aminoacidi essenziali immediatamente disponibile, utile per stimolare il metabolismo e, al tempo stesso, per reintegrare le proteine ed il glucosio che sono stati "bruciati" durante l’attività fisica.

Con il suo alto contenuto di isoleucina, fenilalanina, lisina e leucina, è anzi uno dei nutrienti più importanti per chi pratica qualsiasi tipo di sforzo, non solo fisico ma anche mentale: ecco perché il latte non deve mai mancare nella dieta di atleti e studenti.

I BENEFICI DEL LATTE
Più sano di qualsiasi "energy drink" e, in molti casi, anche molto più efficiente, il latte ha il vantaggio di agire sia immediatamente, fornendo energia al corpo e alla mente, sia "nel lungo periodo" contribuendo, a tutte le età, a mantenere in buona salute ossa, muscoli, cuore e cervello.
In età avanzata, soprattutto per le donne, il latte ed i suoi derivati rivestono un’importanza molto più rilevante nella prevenzione delle problematiche legate all’insorgenza della menopausa. Con il suo notevole apporto di calcio, infatti, il latte combatte l’osteoporosi, la perdita di tono muscolare ed il senso di stanchezza, sia fisica che mentale.

QUANTO LATTE ASSUMERE
Ma, in linea generale, quali sono le dosi giornaliere di latte e latticini in una dieta equilibrata? Secondo gli esperti nutrizionisti, l’apporto consigliato è di tre porzioni al giorno fra latte e yogurt, per una quantità complessiva di circa 350 ml; tre porzioni alla settimana di formaggi, freschi ( circa 100 grammi a porzione) o stagionati ( non più di 50 grammi a porzione). In questo modo, si copre oltre il 40% del fabbisogno quotidiano di calcio per bambini e donne in menopausa, ed oltre il 50% per tutte le altre fasce di età. Nella scelta del latte più adatto alle proprie esigenze, bisognerà sempre tener conto di un gran numero di fattori: età, stile di vita, fabbisogno energetico, grado di tollerabilità al lattosio, metabolismo, ecc.