Nonni all'assalto


Nonni all'assalto

 

In Italia ed in generale in tutti i paesi industriali, si sta assistendo ad un sempre crescente invecchiamento della popolazione. In altre parole, diminuiscono le nascite e si allunga la vita media. Il progresso della medicina ha indubbiamente contribuito ad allungare la vita delle persone, ma una terapia individuale anti-invecchiamento può sicuramente fare altrettanto.

UNO STILE DI VITA SANO
Ciascuno di noi può infatti crearsi già a partire dai 30 anni uno stile di vita sano, che ci aiuta a rallentare l’invecchiamento. Alla base di questo programma c’è sicuramente una corretta attività sportiva, che aiuta ad attivare tutte le funzioni fisiologiche del nostro organismo: accelerare il metabolismo, aumentare il tono muscolare e la flessibilità delle articolazioni, migliorare la circolazione ed il sistema immunitario. L’attività sportiva deve essere però moderata, per non sottoporre l’organismo a sforzi troppo intensi, che formerebbero, anziché combatterli, i cosiddetti radicali liberi. Il tipo di attività fisica dovrebbe prevedere sia un allenamento di tipo cardiovascolare (corsa lenta, bicicletta, nuoto) un paio di volte alla settiamana, sia un allenamento muscolare per un altro paio di giorni a settimana, con 10 minuti di stretching ogni volta.

I CIBI CHE ALLUNGANO LA VITA
Un corretto comportamento a tavola integra uno stile di vita improntato all’anti-invecchiamento. Dare sicuramente preferenza a cibi freschi e naturali, ed evitare il più possibile sughi troppo elaborati, fritti, dolciumi, insaccati, salse, bibite gassate e zuccherate. Meglio quattro-cinque pasti al giorno, anziché due abbondanti, con sempre la presenza di verdura e frutta, quest’ultima meglio se a colazione o negli spuntini fra i pasti principali. La dieta mediterranea ci suggerisce poi l’impiego di carboidrati (pane, pasta, biscotti), ma non dimentichiamo anche le proteine, variando tra carni rosse, bianche, pesce, uova e formaggi.

Anche la scienza e la moderna tecnologia ci mettono poi a disposizione sostanze nutrienti ed integratori alimentari specifici per contrastare l’effetto dei radicali liberi sull’organismo. Fino a qualche anno fa venivano pubblicizzati selenio, vitamina A, C e soprattutto E.

IL COENZIMA Q10
Oggi con il continuo progredire della ricerca sull’alimentazione, abbiamo a disposizione altre sostanze, come il prezioso coenzima Q10, naturalmente presente nelle cellule del nostro corpo. Tale sostanza, che aiuta a contrastare i processi di invecchiamento cellulare, dopo i 20 anni inizia gradualmente a diminuire all’interno del nostro organismo. Uno studio clinico su soggetti ai quali è stata proposta una dieta con alimenti integrati con il Q10, ha confermato un incremento significativo dell’attività antiossidante su tali soggetti.

Gli strumenti che abbiamo a disposizione sono tanti. Si tratta talvolta di rivoluzionare il proprio stile di vita. Ma i risultati sono garantiti.