Ricerca e nutrizione

Letteratura Scientifica

Questa sezione è interamente dedicata alla letteratura scientifica, costantemente aggiornata con gli ultimi studi.

Contiene:
  • raccolta di riferimenti bibliografici relativi a fattori nutritivi, elementi funzionali e corrispondenti aree tematiche
  • riassunti in italiano di importanti articoli di letteratura relativi ai temi trattati
  • pubblicazioni Parmalat.
apparato gastrointestinale ed equilibrio della flora microbica
Ruolo del probiotico Saccharomyces boulardii nel controllare e prevenire la diarrea

Billoo AG, Memon MA, Khaskheli SA, Murtaza G, Iqbal K, Shekhani M, Siddiqi AQ Role of a probiotic (Saccharomyces boulardii) in management and prevention of diarrhea. Department of Pediatrics, Aga Khan University, Karachi, Parkistan. World J Gastroenterol 2006 July 28; 12: 4557-4560

Ruolo del probiotico Saccharomyces boulardii nel controllare e prevenire la diarrea

Molti microrganismi probiotici hanno fornito risultati promettenti per il controllo terapeutico della diarrea nei bambini. Si tratta in genere di diversi batteri ma anche di un particolare lievito il Saccharomyces boulardii (S. boulardii). S. boulardii è un lievito non patogeno isolato per la prima volta in Indonesia dal litchi (un frutto cinese). Viene utilizzato in Francia già dagli anni ’50 ed è commercializzato in tutto il mondo in forma liofilizzata per la terapia clinica delle patologie gastrointestinali. E’ stato dimostrato che S. boulardii ha un attività antinfiammatoria e antimicrobica anche grazie alla produzione di una specifica proteasi che neutralizza alcune tossine batteriche.
Lo scopo di questo studio è di stabilire l’efficacia e la sicurezza dell’uso di S. boulardii nel ridurre gli episodi acuti di diarrea acquosa. A questo scopo 100 bambini dai 2 ai 12 anni, che erano stati diagnosticati in pronto soccorso per diarrea di diversa gravità, sono stati randomizzati in due gruppi. Entrambi ricevevano la terapia di reidratazione e nutrizionale secondo il protocollo WHO, mentre un solo gruppo riceveva anche un supplemento contenente S. boulardii. Dopo i 5 giorni di terapia i bambini sono stati accuratamente seguiti per un periodo di due mesi di follow-up monitorando consistenza delle feci e frequenza di episodi di diarrea.
I risultati mostravano che dopo 3 giorni di terapia in entrambi i gruppi si aveva una riduzione del numero di evacuazioni al giorno e dopo 6 giorni il numero di episodi si riduceva a 1,6 per il gruppo S. boulardii e di 3,3 nel gruppo di controllo. La durata media del periodo di diarrea acuta era di 3,6 giorni nel gruppo S. boulardii e di 4,8 nel gruppo controllo (p=0,001)
Nei due mesi successivi i bambini nel gruppo S. boulardii avevano una frequenza di episodi di 0,54 contro 1,08 del gruppo controllo. Il trattamento con S. boulardii è stato ben tollerato e non sono stati riportati episodi di effetti collaterali.
In conclusione, il trattamento S. boulardii migliora la consistenza delle feci e riduce la durata della malattia. Soprattutto questo studio dimostra per la prima volta che S. boulardii riduce del 50% il numero di episodi di diarrhea acuta nei due mesi successivi al trattamento. Questo effetto a lungo termine è probabilmente dovuto ad una immunostimolazione locale, dimostrato anche da un aumento dell IgA, insieme ad uno sviluppo della mucosa intestinale legato al rilascio di poliammine.

Registrati adesso

Per ricevere periodicamente con newsletter informazioni scientifiche e di ricerca sul tema dell'alimentazione
-
Per ricevere direttamente (al domicilio indicato nel form 'di iscrizione) materiale medico informativo da consegnare ai pazienti
-
Per ricevere direttamente (al domicilio indicato nel form di iscrizione) nuovi prodotti Parmalat

Registrati arrow
News