Ricerca e nutrizione

Letteratura Scientifica

Questa sezione è interamente dedicata alla letteratura scientifica, costantemente aggiornata con gli ultimi studi.

Contiene:
  • raccolta di riferimenti bibliografici relativi a fattori nutritivi, elementi funzionali e corrispondenti aree tematiche
  • riassunti in italiano di importanti articoli di letteratura relativi ai temi trattati
  • pubblicazioni Parmalat.
apparato muscolo-scheletrico e mineralizzazione ossea
Effetto Dell’intolleranza Al Lattosio O Di Un Suo Ridotto Assorbimento Sul Picco Di Massa Ossea.

Di Stefano, M.; Veneto, G.; Malservisi, S.; Cecchetti, L.; Minguzzi, L.; Strocchi, A.; Corazza, G.R Lactose malabsorption and intolerance and peak bone mass Gastroenterology Volume: 122, Issue: 7, June, 2002, pp. 1793-1799

Effetto Dell’intolleranza Al Lattosio O Di Un Suo Ridotto Assorbimento Sul Picco Di Massa Ossea.

In letteratura esistono parecchi studi che mostrano come i soggetti con intolleranza al lattosio presentino apporti di calcio e valori di densità minerale ossea più bassi rispetto ai soggetti sani e ciò è emerso anche da un precedente studio di alcuni di questi autori su donne italiane in post-menopausa.
Con questo studio, invece, l’attenzione per la prima volta è posta sugli effetti che l’intolleranza al lattosio può avere sul raggiungimento di un adeguato picco di massa ossea. Sono stati selezionati 103 soggetti con un’età vicina a quella in cui comunemente si raggiunge il picco di massa ossea (25-33 anni). Tutti sono stati sottoposti al breath test per valutare l’idrogeno e il metano prodotti a seguito dell’ingestione di lattosio ed hanno dovuto registrare eventuali disturbi gastrointestinali presentatisi durante il test o nelle 24h successive. Si sono costituiti così tre gruppi: 48 con normale assorbimento di lattosio, 29 intolleranti, 26 con ridotto assorbimento ma senza i sintomi classici dell’intolleranza. Nello stesso giorno è stata effettuata una densitometria ossea a livello lombare e femorale e i risultati sono espressi in T-scores. Successivamente si è valutato l’apporto di calcio ed i livelli di ormone paratiroideo (iPTH), di 1,25 di-idrossi calciferolo e di collagene di tipo I (ICTP) indicativi del metabolismo del calcio.
I risultati mostrano che i soggetti intolleranti hanno, rispetto agli altri due gruppi, livelli più bassi di densità minerale ossea e di contenuto minerale osseo, un apporto di calcio più basso, una prevalenza più alta di osteopenia e dei livelli di iPTH, ICTP e 1,25 di-idrossi calciferolo più alti. Aumenti di iPTH e ICTP sono molto significativi, in quanto indicano alterazioni in corso del metabolismo del calcio. I soggetti con ridotto assorbimento di lattosio, invece, non avevano valori significativamente diversi dal gruppo dei soggetti non intolleranti.
Stando a questi risultati i soggetti intolleranti non sono capaci di raggiungere un adeguato picco di massa ossea e ciò è dovuto alla drastica riduzione negli apporti di calcio e a disfunzioni legate al suo assorbimento. Poiché per ottenere una soddisfacente massa ossea e per prevenire l’osteoporosi è importante assicurare un adeguato apporto di calcio all’organismo è logico pensare, quindi, che se non vengono prese adeguate misure preventive i soggetti intolleranti si troveranno in una situazione svantaggiata per fronteggiare il declino fisiologico della massa ossea in età avanzata.
Occorre altresì sottolineare che una terapia iniziata tardi è meno efficace nel ridurre il tasso di fratture ossee. Su queste basi i giovani intolleranti devono assumere calcio in altri modi che includono anche gli alimenti fortificati. I soggetti a ridotto assorbimento, invece, che non presentano sintomi evidenti possono tranquillamente raggiungere l’introito giornaliero di 1500 mg di calcio dai derivati del latte

Registrati adesso

Per ricevere periodicamente con newsletter informazioni scientifiche e di ricerca sul tema dell'alimentazione
-
Per ricevere direttamente (al domicilio indicato nel form 'di iscrizione) materiale medico informativo da consegnare ai pazienti
-
Per ricevere direttamente (al domicilio indicato nel form di iscrizione) nuovi prodotti Parmalat

Registrati arrow
News