Ricerca e nutrizione

Letteratura Scientifica

Questa sezione è interamente dedicata alla letteratura scientifica, costantemente aggiornata con gli ultimi studi.

Contiene:
  • raccolta di riferimenti bibliografici relativi a fattori nutritivi, elementi funzionali e corrispondenti aree tematiche
  • riassunti in italiano di importanti articoli di letteratura relativi ai temi trattati
  • pubblicazioni Parmalat.
lipidi plasmatici: colesterolo e trigliceridi
JELSIS, olio di pesce ed attacchi cardiaci

D. Mozaffarian. JELIS, fish oil, and cardiac events. Departments of Medicine and Epidemiology, Harvard Medical Boston, USA. Lancet 2007, 369: 1062–63 JELSIS, olio di pesce ed attacchi cardiaci Lo studio JELIS pubblicato su questo numero di Lancet fornisce un risultato atteso e due sorprese. La prima sorpresa è il fatto che questo studio sia stato portato a termine: in genere studi così lunghi e costosi vengono condotti solo per i farmaci e non per i composti naturali. Il risultato atteso dello studio (forse inaspettato per gli autori dello studio stesso) è l’assenza di effetto sulle morti cardiache. Sappiamo infatti che il beneficio degli omega-3 sulle morti cardiache non è lineare. Studi precedenti hanno dimostrato che effetti evidenti si riscontrano per soggetti con basso introito di grasso da pesce mentre sopra la soglia di 250 mg al giorno di EPA e DHA, corrispondenti a poco più di una porzione alla settimana di pesce, si riscontrano solo piccoli benefici aggiuntivi. In Giappone si consuma mediamente molto pesce e quindi il 90% degli individui si trova ben oltre la soglia di rischio; di conseguenza la mortalità per eventi cardiaci è molto bassa e quindi difficile da migliorare anche in una popolazione a rischio per ipercolesterolemia come quella considerata nello studio JELIS. E’ interessante comparare i dati di JELIS con quelli dello studio Italiano GISSI-prevenzione che ha riguardato una popolazione molto diversa a partire dal diverso consumo di pesce. Nei gruppi controllo la mortalità cardiaca è stata del 2,5 per 1000 in JELIS contro il 17 per 1000 in GISSI. A differenza di JELIS, in GISSI l’effetto del trattamento è stato notevole per le morti da malattie cardiovascolari, d’altra parte le differenze per eventi non fatali sono molto minori tra i due studi. La seconda sorpresa di JELIS è stata la significativa riduzione degli eventi non fatali che non era stata riscontrata da studi precedenti in USA ed Europa. Purtroppo, negli studi aperti gli effetti finali meno importanti sono soggetti ad errori sistematici frequenti dovuti a cambiamenti nel comportamento o altre terapie mediche. Tuttavia i risultati sugli eventi non fatali di JELIS sono in linea con i dati epidemiologici osservati sia in Giappone che in USA. Questi dati indicano una riduzione degli eventi non fatali a seguito di un elevato consumo di pesce, probabilmente dovuta alla prevenzione dell’aritmia ventricolare primaria. E’ opportuno richiamare altri due aspetti importanti di JELIS che sono la lunga durata (la maggior parte degli effetti benefici si osserva dopo i due anni e mezzo di intervento) e il fatto che l’effetto sia additivo a quello delle statine. Infine bisogna sottolineare che l’assunzione dell’EPA è ben tollerata: in confronto con i farmaci, le procedure invasive ed i costi delle procedure mediche, le modifiche della dieta sono a basso rischio, economiche e facilmente disponibili. In futuro sarà sempre più necessario focalizzare l’attenzione sui fattori di rischio a monte delle malattie cardiovascolari (dieta, fumo attività fisica) piuttosto che insistere sui trattamenti medici e sui fattori di rischio a valle. Se i milioni di attacchi cardiaci che avvengono ogni anno non sono stati un allarme sufficiente, lo sarà l’epidemia di obesità in corso. Speriamo che lo studio JELIS possa ispirare altri studi clinici sugli effetti dei grassi omega-3 e di altri fattori dietetici sulle malattie cardiovascolari.

Registrati adesso

Per ricevere periodicamente con newsletter informazioni scientifiche e di ricerca sul tema dell'alimentazione
-
Per ricevere direttamente (al domicilio indicato nel form 'di iscrizione) materiale medico informativo da consegnare ai pazienti
-
Per ricevere direttamente (al domicilio indicato nel form di iscrizione) nuovi prodotti Parmalat

Registrati arrow
News