Ricerca e nutrizione

Letteratura Scientifica

Questa sezione è interamente dedicata alla letteratura scientifica, costantemente aggiornata con gli ultimi studi.

Contiene:
  • raccolta di riferimenti bibliografici relativi a fattori nutritivi, elementi funzionali e corrispondenti aree tematiche
  • riassunti in italiano di importanti articoli di letteratura relativi ai temi trattati
  • pubblicazioni Parmalat.
frutta e derivati
Effetto protettivo di creme contenenti quercetina dal danno ossidativo indotto da raggi UVB su topi privi di pelo

Casagrande R, Georgetti S, Verri WA, Dorta DJ, dos Santos AC, Fonseca M. Protective effect of topical formulations containing quercetin against UVB-induced oxidative stress in hairless mice Journal of Photochemistry and Photobiology B: Biology 84 (2006) 21–27 Effetto protettivo di creme contenenti quercetina dal danno ossidativo indotto da raggi UVB su topi privi di pelo. Le radiazioni UVB possono causare sulla pelle danni come cancerogenesi, lesioni e accelerazione dei processi di invecchiamento. In pratica queste radiazioni causano uno squilibrio del sistema endogeno antiossidante, che porta ad un aumento dei livelli di radicali liberi e all’avvio dei processi di infiammazione. Pertanto, un’integrazione di antiossidanti potrebbe essere benefica prevenendo un tale squilibrio. A questo proposito, di particolare interesse potrebbe essere la quercetina, un flavonoide che presenta elevata attività antiossidante, funziona da spazzino dei radicali, è in grado di inibire la perossidazione lipidica e chelare gli ioni metallici. Il presente studio indaga sui possibili effetti benefici di formulazioni ad uso topico (creme) contenenti quercetina per inibire i danni indotti da radiazioni UVB. A questo scopo sono stati utilizzati topi nudi, cioè privi di pelo, del peso di 20-30 g. La crema è stata spalmata sul dorso dei topi utilizzando due formulazioni: la formulazione 1 conteneva 1% di quercetina in una matrice ad alto contenuto di lipidi; la formulazione 2 la stessa concentrazione di quercetina in una matrice a basso contenuto di lipidi. Il trattamento veniva fatto 5 o 60 minuti prima dell’irradiazione con una lampada UVB montata 20 cm sopra la postazione in cui erano stati collocati i topi. I risultati venivano paragonati con quelli di un gruppo di topi controllo cui veniva somministrata la sola matrice. Sei ore dopo l’irraggiamento gli animali venivano analizzati e si misuravano una serie di parametri correlati al danno e alla base del processo di infiammazione quali l’attività della mieloperossidasi e la secrezione di proteinasi. Le formulazioni con quercetina influenzavano positivamente questi parametri soprattutto nella formulazione con elevato contenuto di lipidi. Inoltre, si è visto che le formulazioni con quercetina riducevano drasticamente il consumo del glutatione ridotto (GSH) la cui concentrazione rimaneva più elevata nel tessuto epidermico trattato con quercetina. Poiché il GSH è un sensibile marcatore del danno da UVB, questi risultati forniscono dei dati scientifici certi riguardo all’utilità di realizzare formulazioni contenenti quercetina per prevenire radiazioni UVB e, quindi, danni alla pelle.

Registrati adesso

Per ricevere periodicamente con newsletter informazioni scientifiche e di ricerca sul tema dell'alimentazione
-
Per ricevere direttamente (al domicilio indicato nel form 'di iscrizione) materiale medico informativo da consegnare ai pazienti
-
Per ricevere direttamente (al domicilio indicato nel form di iscrizione) nuovi prodotti Parmalat

Registrati arrow
News