Condividi

Parmalat - logo

Bagna per dolci light

Il dessert è quella portata che riesce a rendere speciale una buona cena tra amici o una ricorrenza particolare: che si tratti di una torta con crema al cioccolato o con crema pasticcera (per esempio, una golosa Torta Mimosa), o di un dolce ricoperto di glassa, difficilmente si riesce a rifiutarne una fetta.


In effetti, cosa c’è di più speciale che creare e condividere una deliziosa torta fatta in casa? E qual è uno dei segreti, tanto semplice quanto efficace, per un dolce morbido e gustoso? La bagna per dolci!


A cosa serve la bagna per dolci


La bagna per dolci, nella sua preparazione più elementare, è uno sciroppo composto da acqua e zucchero, e il suo scopo è quello di rendere umida e soffice la base per il vostro dolce, per esempio al momento di farcire un Pan di Spagna. Ma si sa, per ritenere un dolce felicemente riuscito non basta che questo sia solo morbido, deve essere un connubio di sapori e sfumature!


La bagna serve anche a questo: è possibile aromatizzare lo sciroppo base con aromi freschi o reperibili nelle comode fialette (arancia, limone, vaniglia tra le più comuni), o diluire con il composto un liquore a vostra scelta per una torta che più si addice a degli ospiti adulti. Se il dolce sarà consumato da dei bambini optate per una bagna al latte e vaniglia o cacao, come per la golosa Torta Paradiso.


Come fare la bagna per dolci


Della bagna esistono numerose varianti, ma la loro preparazione è sempre molto semplice; di base, queste possono essere divise in due tipi: bagna alcolica e bagna analcolica.


Per preparare la bagna alcolica si utilizza lo sciroppo di acqua e zucchero e il liquore che più preferite o che più si adatta al dolce che state preparando: potreste usare del limoncello, un liquore all’arancia, del maraschino o, più semplicemente, potete scegliere del rum.


Per una versioneanalcolica, mettete in infusione la scorza di agrumi all’interno della soluzione di acqua e zucchero (o semplicemente acqua e succo di frutta) per creare una bagna per torte adatta anche ai più piccoli, oppure, per aromatizzare e infondere un sapore più particolare alla vostra creazione, utilizzate la cannella (la più versatile tra le spezie) e, se la ricetta lo consente, il caffè! È anche possibile preparare la bagna al latte, magari aromatizzato alla vaniglia, per inumidire, per esempio, una torta con della frutta sciroppata. Non preoccupatevi, in commercio trovate le fialette dagli aromi e dalle profumazioni più disparate e che possono rendere la preparazione ancora più veloce e creativa.


A questo punto sapete cosa sia una bagna per dolci e quali siano i suoi usi e le sue molteplici varianti, quindi adesso siete pronti per cimentarvi con la sua preparazione!


Per preparare una bagna per dolci analcolica versate in un pentolino 200 g di acqua e 100 g di zucchero semolato e ponete sul fuoco a fiamma bassa; mescolate affinché lo zucchero si sciolga e, una volta giunto ad ebollizione, spegnete e aggiungete l’aroma che avete scelto per bagnare il vostro dolce, nella quantità che più gradite. Prima di utilizzarla, assicuratevi che la bagna sia fredda e, nel caso aveste utilizzato degli aromi come stecche di cannella e scorza di agrumi, ricordatevi di filtrarla prima di riporla in un contenitore o di una bottiglia con beccuccio, adatta agli alimenti.


La versionealcolica si prepara partendo dalla stessa base ma, al posto di unire allo sciroppo di acqua e zucchero gli aromi, aggiungete il liquore che più si adatta alla vostra preparazione.


Come fare la bagna per torte light


In qualsiasi periodo dell’anno ci si trovi, non si può dir di no ad una fetta di torta morbida e golosa! In inverno potreste preferire dolci più elaborati, con burro, creme, panna, cioccolato e spezie, e in estate potreste essere maggiormente attratti da una torta alla frutta di stagione, più fresca e delicata.


Quando il caldo incombe e non volete rinunciare al vostro dolce, potete crearne una versione più light includendo, ovviamente, la vostra bagna!


Per una versione light della bagna potete sostituire il classico zucchero bianco semolato con dello zucchero di canna o, meglio ancora, integrale, il quale contiene molti più sali minerali e vitamine e meno calorie; potete utilizzare anche la stevia, ma in questo caso ricordate: dal momento che la stevia, a parità di quantità, è molto più dolce dello zucchero riducete notevolmente le dosi per non ritrovarvi con una bagna sì light, ma stucchevole.


Come bagnare la millefoglie


La millefoglie è una torta gustosa caratterizzata da vari strati di pasta sfoglia (alle volte alternati con del Pan di Spagna o dei biscotti tipo savoiardi) e crema pasticcera o chantilly. È un dolce dal sapore irresistibile, soprattutto se vi sbizzarrite con decorazioni alla frutta come fragole, mirtilli o lamponi!


Prenderemo in considerazione la versione della millefoglie col Pan di Spagna così da avere, all’interno di una sola torta, un mix di impasti e consistenze diverse, dal croccante della sfoglia, al soffice del Pan di Spagna e al morbido della crema e, in più, utilizzare la nostra bagna!


Per dare vita e assemblare la millefoglie preparate dei rettangoli di pasta sfoglia, già cotta in forno e ben dorata, del Pan di Spagna e Crema Pasticcera Chef. Non dimenticate la vostra bagna per dolci!


Su di un vassoio da portata, mettete in ordine un rettangolo di pasta sfoglia, la crema pasticcera e un rettangolo di Pan di Spagna; inumidite in modo uniforme il Pan di Spagna con la bagna servendovi di un pennello da cucina o di una bottiglia con beccuccio, dopo di che procedete con un altro strato di crema pasticcera, un ultimo rettangolo di pasta sfoglia, e per finire spolverate con dello zucchero a velo. Per rendere il dessert ancora più buono, e perché no, bello da vedere potete decorare con della frutta fresca servita al lato e delle foglioline di menta!


prossimo articolo

Frutto della passione: cos’è, come si usa e quali sono i benefici

LEGGI