Condividi

Parmalat - logo

Cosa mangiare prima della palestra

Una giusta alimentazione può migliorare la performance in palestra. Per questo motivo, è bene chiedersi cosa mangiare prima di allenarsi. Sì, perché mangiare cibi difficili da digerire, fare workout a stomaco vuoto o, al contrario, abbuffarsi non è esattamente quello che i nutrizionisti consigliano di fare prima di effettuare un'attività fisica. Ed ecco allora dei consigli su cosa si deve mangiare a pranzo, colazione e cena e in che quantità. Parleremo anche degli snack che, se sani e leggeri, possono dare una carica di energia pre-allenamento e dei cibi da mangiare invece dopo la palestra per recuperare le forze. Siete pronti?


Cosa, come e quando mangiare prima dell'allenamento


Alimentazione, sport e salute vanno di pari passo, quindi la prima regola è non saltare i pasti né prima né dopo un allenamento. L'attività fisica va eseguita in maniera equilibrata e non è corretto pensare che digiunare prima o dopo gli allenamenti possa aiutare a dimagrire.


Per affrontare un'attività sportiva, infatti, bisogna avere l'energia giusta, che si ricava innanzitutto da nutrienti come carboidrati e zuccheri presenti nel sangue e dalle proteine, utili per la crescita della massa muscolare. Se doveste saltare i pasti, l'organismo non avrebbe quindi i nutrienti adatti a sostenere gli sforzi effettuati durante l'allenamento. Quindi, prima di una qualsiasi attività sportiva che porti a consumare energie, il pasto principale dovrà essere rappresentato da cibi ricchi di fibre e carboidrati complessi con un indice glicemico compreso tra un basso e medio livello. Qualche esempio? Cereali come orzo, avena, farro, segale, riso, ma anche pasta e pane integrali, legumi, frutta e verdura a foglia verde.


Se saltare i pasti è dunque sbagliato, lo è anche abbuffarsi prima di andare in palestra pensando di bruciare così tutte le calorie in eccesso. Insomma, come in tutte le cose, bisogna adottare la giusta misura e, in questo caso, la quantità più idonea di cibo da consumare pre-workout. Non solo, va inoltre precisato che il fabbisogno energetico varia in base al tipo di sport praticato, al livello dilettantistico o agonistico, all’intensità dello sforzo fisico sostenuto durante gli esercizi e al peso corporeo. Di conseguenza, è importante individuare gli alimenti che servono prima di una specifica attività fisica, che sia corsa, nuoto, sci o altro, così come è fondamentale seguire un programma alimentare a lungo termine se, ad esempio, si pratica sport a livello agonistico.


Per accrescere la vostra performance non conta soltanto cosa mangiare prima o dopo un allenamento o una gara, ma sono importanti anche le abitudini alimentari quotidiane e una dieta bilanciata e corretta da seguire, che potrà preparavi un nutrizionista.


Inoltre, per far sì che l’energia sia disponibile nella giusta quantità e al momento giusto, è importante che sappiate non solo cosa mangiare e quanto, ma anche quando, perché per il metabolismo dei tre grandi nutrienti (carboidrati, proteine e grassi) e per la loro conseguente trasformazione in energia occorre del tempo. Per questo motivo, se consumate un pasto completo come ad esempio un pranzo o una ricca colazione, sarà necessario attendere almeno 3 ore prima di andare in palestra e in piscina o di praticare sport all'aria aperta. L'attesa può essere ridotta a 2 ore se si consumano cibi contenenti carboidrati complessi, come un piatto di pasta integrale al pomodoro accompagnata da una porzione di verdure e un frutto, che vanno a rallentare l'assorbimento del glucosio nel sangue, la glicemia, così da scorrere nei muscoli in maniera costante durante gli sforzi fisici. Se fate uno spuntino leggero invece potete aspettare anche soltanto 30 minuti.


Cosa mangiare a colazione prima della palestra


Per scegliere cosa mangiare prima di allenarsi occorre tenere in considerazione la durata e l'intensità degli esercizi, la forma fisica e l'età di chi pratica lo sport. Tuttavia ci sono delle indicazioni generali da seguire, come l'alta digeribilità del pasto, il giusto apporto di energia e una corretta idratazione.


Partendo dal pasto principale della giornata, cioè dalla prima colazione, ricordate che deve essere particolarmente ricca e nutriente. Consigliamo di farla 1 ora prima di fare sport e i cibi consigliati sono: un bicchiere di latte o un vasetto di yogurt, un paio di fette biscottate con marmellata o miele oppure una porzione di cereali, da preferire i fiocchi d'avena che forniscono la quantità di energia necessaria in caso di un esercizio intenso e di breve durata. In Italia comunque siamo già abbastanza abituati a una colazione sana e ricca. Se per caso non digerite bene il latte o siete intolleranti provate il delizioso latte Zymil o lo yogurt Zymil, goloso e disponibile in tanti gusti diversi.


Ma la colazione andrebbe sempre preceduta da un bicchiere d'acqua con l’aggiunta di un po' di succo di limone per depurarsi sin da appena svegli. Alla fine della sessione di esercizi potete fare uno spuntino con un frutto o un succo di frutta oppure una spremuta, per reintegrare la colazione con sali minerali e nuova energia.


Spuntini pre-workout


Tra un pasto principale leggero e l'altro potete inserire degli snack semplici da digerire prima dell'allenamento, soprattutto se si prevede un'attività fisica impegnativa come 1 ora di jogging o di nuoto o 1 ora di esercizi intensi in palestra. Al contrario, se l’attività fisica da sostenere è meno intensa, come possono essere yoga o pilates, non è necessario fare uno spuntino.


Alcune idee per uno snack leggero? Prima di allenarvi potete mangiare un avocado o una banana, ricchi di potassio, minerale che migliora il recupero muscolare; un frullato; uno yogurt magro; una barretta ai cereali; un paio di fette biscottate con marmellata, soprattutto prima di una gara; un mini toast con prosciutto; una manciata di frutta secca, in particolare noci, mandorle e uvetta, o di semi di chia, carichi di omega 3, proteine e antiossidanti, ottimi se vi attende un allenamento intenso. Da evitare invece i semi di lino, ricchi particolarmente di fibre con il rischio quindi di provocare gonfiore addominale e disturbi gastrointestinali che ostacolerebbero la vostra sessione di allenamento quotidiana.


Riguardo invece a frullati e centrifughe da consumare prima della palestra, una vera potenza in fatto di carboidrati complessi, vitamine, antiossidanti e sali minerali è uno smoothie a base di frutta e verdura a foglia verde, che non appesantisce e facilita quindi la digestione. Si prepara in maniera veloce, mettendo nel frullatore delle foglie di spinaci e di lattuga, qualche gambo di sedano, 1 banana, 1 mela, 1 pera, il succo di ½ limone e un po' di acqua.


Cosa mangiare a pranzo prima di andare in palestra


Se avete intenzione di allenarvi dopo la pausa pranzo, gli alimenti che potete inserire nel vostro menu pre-workout devono essere composti da amidi, come nel caso della pasta o del riso integrale, e da proteine, vitamine, fibre e minerali. E, per un cuore in salute, meglio però evitare i grassi e limitare l'uso del sale.


Sì allora anche alla carne bianca, come il petto di pollo o la fesa di tacchino, da alternare a pesce o uova, e da accompagnare con un'insalata condita con un filo d'olio extravergine d'oliva a crudo o con un piatto di verdure cotte al vapore.


Via libera anche alle patate, specialmente alle patate dolci, in quanto ottima fonte di carboidrati per aumentare la massa muscolare, e alla quinoa, che fornisce energia e contribuisce anche al benessere muscolare.


Cosa mangiare a cena prima di andare in palestra


Se vi allenate di sera, i due pasti principali, come la colazione e il pranzo, devono essere importanti dal punto di vista nutrizionale. Per quanto riguarda la cena, invece, è bene che sia leggera soprattutto se dopo volete fare del fitness o un allenamento qualsiasi.


Vi consigliamo di prediligere verdure crude, come ad esempio pomodori, carote e lattuga. Andrà bene anche della frutta fresca, come le banane, o anche della frutta secca, ma senza esagerare con le quantità. Sì anche a un piatto di pasta integrale al pomodoro da mangiare almeno 1 ora e 30 minuti prima di allenarvi oppure scegliete se cenare con pesce, verdure o legumi. Dopo aver fatto sport ricordate di fare un pieno di energie con uno spuntino leggero.


Cosa mangiare dopo la palestra


Da mangiare dopo l'allenamento sono indicati in particolare dei cibi che permettano non solo di recuperare le forze e i liquidi persi, ma che aiutino anche a rinforzare anche i muscoli. Qualche esempio? Stiamo parlando della frutta, tra cui consigliamo le mele, i kiwi e le banane, e della verdura come ad esempio spinaci, sedano e cavolo. Sia la frutta che la verdura possono essere consumate sia crude che cotte che in versione frullata o centrifugata. Per quanto riguarda le insalate di verdura, invece, potete condirle con un filo d'olio extravergine d'oliva a crudo e con una manciatina di semi di chia.


Nel post-allenamento è molto consigliato l'avocado, che aiuta l'organismo a combattere la formazione di radicali liberi in quanto pieno di antiossidanti. Può essere mangiato da solo, aggiunto all'insalata oppure spalmato su delle fette di pane integrale. Per cambiare, altri alimenti perfetti sia prima che dopo l'esercizio fisico sono le uova, che aiutano a stimolare il metabolismo e la formazione di massa muscolare, il pollo e il riso.


Ottimo per recuperare è lo yogurt greco, ricco non solo di proteine ma anche di una notevole quantità di calcio, per cui è l'ingrediente giusto da mangiare post-workout insieme a un cucchiaino di miele. Altrimenti provate lo squisito Yogurt alla Greca Miele e Vaniglia Zymil, leggero, senza lattosio e utilissimo al benessere quotidiano.


Volete un'idea per uno spuntino più solido? Provate allora l'hummus, carico di calcio e di proteine, grazie anche al tahini, la salsa cioè a base di sesamo in esso contenuta. Potete mangiarlo insieme a qualche verdura o spalmato su una fetta di pane integrale.


Bevande reidratanti


Dopo aver visto quali sono i cibi migliori da consumare prima di andare in palestra e dopo l'allenamento, vediamo adesso quali sono le bevande migliori per fronteggiare le perdite idriche avvenute durante la sudorazione. Attraverso il sudore si perdono minerali importanti come sodio, cloro, magnesio e potassio, che possono ridurre il rendimento dell'organismo. I crampi che capita di avvertire durante gli esercizi sono correlati alla perdita di elettroliti, quali sodio, potassio e cloro appunto, quindi state attenti all'idratazione.


Un buon risultato si ottiene bevendo già 500 ml di acqua 1 ora prima dell’allenamento. Ricordate però che in generale è buona regola evitare bevande dolci, gassate o alcoliche. Tra le bevande consigliate per il recupero muscolare, dopo gli sforzi praticati durante l'attività fisica, c’è invece il latte, una sorta di integratore naturale molto efficace se bevuto senza l’aggiunta di zuccheri o altro. Oltre all'acqua e al latte potete bere anche l'acqua o il latte di cocco, ottimi dopo il workout in quanto restituiscono gli elettroliti persi con la sudorazione. Bevete il latte senza zucchero, altrimenti risulterà troppo calorico.


Ci sono poi alcune bevande che aiutano a potenziare non solo l'organismo dopo una sessione di esercizi ma anche la massa muscolare,. Stiamo parlando del succo di anguria, una vera miniera d'acqua ricca di vitamina C; del succo d'uva, che serve a ripristinare le riserve di glucosio; e del succo di ciliegie. In base ad alcuni studi scientifici quest'ultimo è stato ritenuto l’alimento ideale per diminuire gli effetti dello stress ossidativo e dell’infiammazione che si possono presentare dopo un’intensa attività sportiva. In caso di dolori muscolari temporanei e gonfiori, il succo di ciliegie diventa un’ottima alternativa per recuperare e diminuire lo stato infiammatorio e l’affaticamento muscolare grazie alle proprietà antiossidanti e antinfiammatorie proprie delle ciliegie.


Con anguria e ciliegie è possibile poi aromatizzare l'acqua fredda, utile per reidratarsi. Ma potete realizzare acque aromatizzate anche con altra frutta fresca come fragole, more, mirtilli, frutti di bosco, kiwi, ananas e tutti gli agrumi. L’ideale sarebbe anche bere qualcosa di naturale che contenga anche potassio e magnesio come gli infusi di tè bianco, il centrifugato di banane e spinaci o di banane ed erba di grano in polvere, utile a recuperare le energie sia durante che dopo l'allenamento.


Tra i vari energy drink naturali al 100% ci sono anche l'infuso a base di zenzero e curcuma, che aiuta ad accrescere l'energia e a migliorare la circolazione del sangue; il centrifugato di ananas e sedano, dissetante e ricco di vitamine; e la spremuta di arancia e limone, da bere in particolare durante gli allenamenti.


prossimo articolo

Come tenersi in forma a casa

LEGGI