Condividi

Parmalat - logo

Come cucinare l’arrosto

Cucinare l'arrosto non sempre è un gioco da ragazzi: il pericolo di ottenere una carne asciutta, gommosa e priva di sapore è dietro l'angolo. Ma non temete, la soluzione è più semplice di quanto pensiate.


Se state cercando delle linee guida per una cottura perfetta della carne, siete nel posto giusto. Qui di seguito troverete consigli utili per ottenere una carne morbida e dalla consistenza tenera. Pronti? Accendiamo i fornelli!


Come cucinare l'arrosto di vitello


L'arrosto di vitello è un secondo piatto classico della tradizione italiana, tipico piatto della domenica: appaga i palati di tutti grazie alla sua versatilità nelle preparazioni, da quelle più semplici a quelle più elaborate, come l'arrosto di vitello in crosta. Adorerete questa carne di bovino arrosto! Avete già l'acquolina in bocca?


Prima di passare ai metodi di cottura più ottimali, è importante sapere come scegliere la carne in base alla preparazione a cui è destinata: potete scegliere tra lo scamone (o magatello), il girello se amate le fettine sottili, il codone, la sottofesa, la lombata, la fesa o la noce .


Dovete sapere inoltre che potete scegliere la modalità di cottura del vitello a seconda dei vostri gusti, a differenza di quella di manzo. Avete diverse possibilità: cuocerla a puntino, fare una media cottura, oppure marinarla prima di cuocerla; in particolare, grazie alla marinatura i tempi di cottura sono dimezzati, essendo una tecnica di preparazione che prevede una cottura a freddo. Dunque oltre ad assaporare una carne profumata con un trito delle vostre erbe aromatiche preferite, si dimezzano anche i tempi di cottura. Gustoso e funzionale!


I metodi di arrosto sono diversi:



  • allo spiedo;

  • sui fornelli;

  • in forno a una temperatura costante di 200°.


Un'altra modalità molto utilizzata è quella che incrocia gli ultimi due tipi di cottura elencati: prima si rosola a fiamma vivace l'arrosto in padella, poi si passa alla cottura in forno. La rosolatura serve per evitare di disperdere tutti i succhi della carne, per poi completare la cottura in forno.


In questa sezione, scopriremo come cucinare l'arrosto di vitello mediante una cottura in padella. I pezzi di carne più ambiti del vitello sono il filetto e la lombata, come per il manzo, perché contengono poco collagene e dunque sono più morbidi. Per questo tipo di cottura, prediligete la spalla di vitello, dunque la sottefesa, lo scamone o la noce di vitello come pezzo di carne. Fatelo legare con uno spago alimentare dal vostro macellaio di fiducia, vi semplificherà il lavoro.


Per preparare un ottimo arrosto di vitello, per prima cosa passate il vostro pezzo di carne nell'olio e nel burro con un rametto di rosmarino o con i vostri aromi a piacere, così da non disperdere i succulenti succhi della carne. Rosolate la carne da tutti i lati, girandola con l'aiuto di una forchetta.


A questo punto aggiungete dei soffritti di verdure, come un composto di cipolle affettate, carote a dadi e aglio in camicia. Fate cuocere a fiamma bassa e mescolate ogni tanto, per evitare che la carne e le verdure si attacchino al fondo della casseruola. Quando il fondo cottura sarà asciutto, sfumate con vino a più riprese, preferibilmente con del vino bianco, e regolate di sale e di pepe.


Dopodiché aggiungete qualche mestolo di brodo vegetale, coprite con un coperchio e lasciate cuocere per almeno un'ora, controllando che il fondo non si asciughi. Nel caso succedesse, basta aggiungere un po' di brodo.


Trascorso il tempo, il vostro arrosto in padella è pronto per essere servito con il fondo di cottura e perché no, delle ottime fette di zucchine grigliate o della verdura di stagione. Buon appetito!


Come cucinare l'arrosto di manzo


Come il vitello, anche il manzo è una carne pregiata e apprezzata. Se desiderate valorizzarla con la giusta cottura, ecco a voi la ricetta che stavate cercando!


Per questa ricetta, fatevi consigliare dal vostro macellaio un buon taglio di carne, come lo scamone, e poi procuratevi questi ingredienti:



  • Scamone di manzo 700 gr

  • Funghi champignon 100 gr

  • Burro 50 gr

  • Carota 1

  • Cipolla 1

  • Rosmarino q.b.

  • Salvia q.b.

  • Brodo di carne q.b.

  • Farina q.b.

  • Vino rosso q.b.

  • Sale q.b.

  • Pepe q.b


Per un arrosto di manzo succulento e facile da tagliare, per prima cosa mescolate il burro ammorbidito con una foglia di salvia e il rosmarino.


A questo punto, incidete la carne in obliquo e riempite le fessure sulla superficie con parte del burro aromatizzato, che contribuirà alla saporitura in cottura. Massaggiate la carne con la restante parte del burro, avendo cura di coprire tutta la superficie. Ponete la carne una pirofila, e lasciate insaporire per un'ora in frigorifero, ricoperta dalla pellicola. Potete aggiungere anche dell'alloro, a vostro gradimento.


Dopodiché aggiungete nella pirofila i funghi, la cipolla e la carota tagliate a cubetti e infornate a 185°. Con un termometro da carne controllate la temperatura: quando l'arrosto avrà raggiunto circa 50 °al cuore, sfornatelo e copritelo con un foglio di alluminio. Lasciate riposare l'arrosto per 15 minuti.


A questo punto aggiungete nella casseruola il brodo di carne e fate bollire per 2 minuti. Sfumate poi con il vino rosso, e aggiungete un cucchiaio di farina e un altro po' di brodo. Passate infine il fondo in un passaverdure, avendo cura di inserire tutti i pezzetti di condimento, e servite il vostro arrosto di manzo con il sughetto appena ottenuto. Buon appetito!


Un'alternativa a questa cottura in padella è l'arrosto di vitello bardato con lardo e pancetta, per dare un ulteriore tocco di sapore. Basterà avvolgere l'arrosto nella pancetta e il gioco sarà fatto! Al posto del manzo potrete sostituire l'agnello, secondo il vostro gradimento. Sarà sempre un tripudio di sapori!


Non siete ancora soddisfatti? Date un'occhiata a questa ricetta: girello di vitello con patate e besciamella e involtini di vitello con panna, curcuma e melagrana.


Come cucinare il coniglio arrosto


Un metodo alternativo per cuocere il coniglio arrosto è in pentola a pressione. Una ricetta salva-tempo che sorride alla bilancia, essendo il coniglio una carne bianca, facilmente digeribile e povera di grassi. Cosa aspettate, rimboccatevi le maniche!


Per preparare un ottimo arrosto di coniglio, dovete avere:



  • Polpa di coniglio 1 kg

  • Farina 50 gr

  • Aglio in camicia 1

  • Brodo vegetale q.b.

  • Rosmarino q.b.

  • Salvia q.b.

  • Olio extravergine d'oliva q.b.

  • Sale q.b.


Lavate i pezzi di carne sotto acqua corrente e asciugateli con cura con della carta assorbente. Quando la carne sarà asciutta, infarinate la carne.


Nella pentola a pressione, ponete un filo d'olio con l'aglio. A questo punto fate rosolare i pezzetti di coniglio per qualche minuto, condendoli con le erbe aromatiche; quando sarà ben dorata, aggiungete due mestoli di brodo vegetale, riscaldato in un tegame.


Coprite la pentola, e alzate la fiamma per far aumentare la pressione. Quando questa fischia, contate 20 minuti.


Il vostro coniglio arrosto è pronto per essere servito! Potete accompagnarlo con un contorno a piacere, data la delicatezza del coniglio: potete scegliere delle verdure grigliate, condirlo con una spruzzata di limone o accompagnarlo con una fresca insalata! Potete inoltre sostituire il coniglio con delle cosce di pollo se di vostro gradimento.


Ecco a voi un'altra appetitosa idea: coniglio al marsala. Buon appetito!


Come cucinare l'arrosto di maiale


L'arrosto di maiale è un secondo piatto gustoso e facile da realizzare: nonostante implichi una doppia cottura, prima in padella e poi una passata in forno, i tempi di preparazione non sono lunghissimi. Vi occorreranno dieci minuti di preparazione e il vostro arrosto di maiale sarà pronto per essere infornato. Provare per credere!


Come accennavamo all'inizio, alcune tecniche di arrosto prevedono una doppia cottura: il passaggio in padella permette di sigillare i succhi della carne all'interno di essa, per garantire una piatto succoso e tenero.



  • Lonza di maiale 800 gr

  • Olio extra vergine di oliva 50 gr

  • Burro 20 gr

  • Scalogno in camicia 2

  • Marsala q.b.

  • Maggiorana q.b.

  • Sale q.b.

  • Pepe q.b.


Per preparare un ottimo arrosto di maiale, per prima cosa massaggiate la carne con sale e pepe. A questo punto riponete in una casseruola con olio e burro, e fate rosolare da tutti i lati, girandola di tanto in tanto.


A questo punto, quando la carne sarà rosolata, inseritela in una pirofila con tutto il fondo di cottura, l'aglio, lo scalogno e la maggiorana. Versate il Marsala e infornate in forno statico preriscaldato a 150°. Lasciate cuocere per un'ora e trenta, aggiungendo di tanto in tanto il fondo di cottura. Questo terrà lontana la secchezza!


Trascorso il tempo, sfornate l'arrosto. Copritelo con dei fogli di alluminio, e lasciatelo riposare dieci minuti. A questo punto, tagliatelo a fettine sottile e servitelo ai vostri ospiti con delle patate tagliate a spicchi.


Come cucinare le patate arrosto in padella


Le patate sono senz'altro una pietanza che mette d'accordo proprio tutti: arrosto, fritte o lesse sono sempre buonissime! Se desiderate delle patate al forno croccanti fuori ma morbide dentro, questa è la ricetta che stavate cercando! Questa ricetta è facile e veloce, le patate non vengono lessate prima, ma cotte direttamente in una padella antiaderente. Resterete a bocca aperta per la bontà! Pronti per le patate arrosto?


Procuratevi questi ingredienti:



  • Patate 600 gr

  • Olio extra vergine di oliva 100 gr

  • Aglio 1

  • Rosmarino q.b.

  • Sale q.b.


Lavate le patate per eliminare i residui di terra sotto l'acqua corrente. Una volta asciugate, pelatele e tagliatele a cubetti, avendo cura di mantenere per tutte la stessa dimensione. Questo garantirà una cottura omogenea.


Il segreto della croccantezza risiede nel riposo delle patate tagliate in acqua fredda, per circa un'ora. In questo modo perderanno l'amido superficiale. Una volta trascorso il tempo di riposo nell'acqua, lasciate asciugare le patate sopra un canovaccio da cucina.


Ponete in una padella l'olio, l'aglio schiacciato e le patate: queste ultime non devono essere sovrapposte. Rosolatele a fiamma vivace per 5 minuti, dopodiché condite con rosmarino e sale. Coprite con coperchio e lasciatele cuocere per altri 10 minuti, mescolando le patate di tanto in tanto.


Togliete il coperchio, e ultimate la cottura per altri cinque minuti a fuoco lento, per ottenere un'ottima crosticina! Ecco fatto!


prossimo articolo

Benefici del cocco: tutto quello che c’è da sapere

LEGGI