Condividi

Parmalat - logo

Come riciclare il panettone

Il panettone è il re del Natale che, però, spesso rischia di trasformarsi in un ospite invadente. Chi di noi non si è trovato a dover consumare gli avanzi di questo splendido dolce anche molto tempo dopo la fine delle feste? A colazione e a merenda è ottimo, ma riuscite a immaginarlo vestito di nuovo, come dessert al cucchiaio, o festosa torta alla frutta? Riciclare il panettone avanzato dalle feste può essere divertente e anche conveniente con delle semplici ricette e i giusti ingredienti.


Il dolce della tradizione natalizia in Italia


A Natale il panettone è il principe delle tavole. Il dolce per eccellenza che conclude ogni pranzo o cena in famiglia. Con il suo inconfondibile profumo e i suoi canditi rallegra le feste e porta in tavola un po’ di tradizione italiana.


Il panettone è un dolce dalle origine milanesi, nato nel secolo scorso dalla creatività dei pasticceri lombardi. La ricetta tipica del “panetton candìo” prevede un impasto lievitato con lievito madre, arricchito da frutta candita, uvetta, scorza di arancio e cedro.


È consuetudine regalare questo gustoso dolce tipico durante le feste natalizie e, talvolta, se ne ricevono più di quanto se ne riesca a mangiare.


Che sia artigianale, fatto in casa, o industriale, è un peccato buttarne via gli avanzi e quindi spesso si consuma anche dopo il mese di dicembre, come alternativa alla classica colazione o merenda.


Ma, con un piccolo sforzo di fantasia, è possibile riciclare il panettone, realizzando ricette diverse e golose che utilizzino questo speciale dolce come base.


Esistono ricette davvero per tutti i gusti e le preferenze. Anche per chi è intollerante al glutine, con il panettone specifico, è possibile preparare un ottimo dolce gluten free che non avrà nulla da invidiare ai classici dessert. In questo caso, ovviamente, bisogna prestare molta attenzione agli ingredienti e cercare quelli specifici per i celiaci.


Persino chi vuole tornare in forma e riprendere un regime alimentare sano e ipocalorico, a partire da gennaio, può sperimentare le ricette light che aggiungono poche calorie al panettone, rendendolo comunque goloso e piacevole. Se volete quindi mettere a tacere i sensi di colpi, ma non sapete rinunciare a un dolce cremoso, potete utilizzare lo yogurt per la preparazione di creme più leggere ma sempre ricche di gusto.


Come sempre, per l’ottima riuscita di una ricetta, è importante scegliere ingredienti di qualità. Parmalat offre una linea completa di prodotti per le preparazioni dolci e non solo.


Come riciclare il panettone avanzato a Natale


La lotta allo spreco, ormai è risaputo, si fa anche in cucina: basta dare un occhio alla dispensa per trovare ispirazione e non buttare nulla. Le feste natalizie sono il periodo delle grande abbuffate per eccellenze e quindi spesso capita che non si arrivi a consumare tutte le confezioni di pandoro e panettone. Alcune volte, restano intere scatole non aperte che ci costringono a rimandare la dieta ben oltre dopo il periodo natalizio.


Come possiamo quindi sfruttare il pandoro avanzato anche dopo il Natale?


Una tradizione prevede che in casa si conservi un po’ di panettone fino al 3 febbraio, giorno di San Biagio, in cui si consumano le ultime fette per chiedere la grazia del Santo protettore della gola.


Tra le tante alternative, il modo più semplice e immediato di riciclare il panettone è quello di sostituirlo ai biscotti durante la colazione: tagliato a fette, infatti, è ottimo con un buon bicchiere di latte caldo e mette di buon umore prima di andare a scuola o a lavoro.


Alla lunga, però, se gli avanzi sono davvero tanti, è preferibile trovare delle soluzioni alternative per non averne a noia.


Esistono diverse ricette veloci e idee originali per riproporre questo dolce senza annoiare i nostri ospiti e creando qualcosa di nuovo da portare in tavola. In rete si trovano tanti spunti per sfiziose ricette e, con la propria fantasia, è possibile modificarle per ottenere dei dessert speciali.


Come il pandoro, anche il panettone avanzato può essere decorato con panna e ganache alla crema o al cioccolato.


Esistono tante facili ricette per la farcitura del panettone con crema, mascarpone e panna, ma anche per la realizzazione di dolci al cucchiaio, muffin, torte e crumble di mele.


Per le preparazioni dolci il panettone può essere farcito per intero, oppure tagliato a fette. Tagliandone il top, per esempio, è possibile svuotarlo e riempirlo con una deliziosa mousse di latte intero, panna, scorza di arancia, o mandarino, e mandorle tritate.


A strati, invece, può essere servito con crema di ricotta e scaglie di cioccolato. Una farcitura classica che si sposa benissimo con il profumo di agrumi del panettone.


Spesso, in dispensa, dopo le feste, avanza anche della frutta. Con le pere, per esempio, potete realizzare una rivisitazione del crumble: spezzettate la frutta e fatela saltare in padella con zucchero e cannella. Amalgamate in una ciotola i rimasugli di panettone con del burro fuso. Disponete alla base di una teglia le pere e ricopritele con il composto sbriciolato; mettete tutto in forno per qualche minuto ed il vostro dolce sarà pronto per essere servito a temperatura ambiente con una spolverata di zucchero a velo.


Cosa fare con le fette di panettone che hanno perso la loro morbidezza? Anche questi avanzi possono essere riciclati e diventare un’ottima base per una dolce merenda. E’ possibile ammorbidire questi pezzi di panettone con un composto a base di latte, uova e farina. Così imbevute, le fette vanno cotte in una pentola con una noce di burro che servirà ad amalgamare gli ingredienti e rendere al contempo più croccante la superficie del nostro nuovo dolce.


Quello che forse non tutti sanno, è che è possibile riciclare il panettone anche per antipasti e come condimento di zuppe o risotti.


Infatti, il suo impasto a base di acqua, farina, burro e uova si presta bene ad essere abbinato anche con gli alimenti salati.


Può essere semplicemente tostato, o grigliato, per essere servito caldo con salumi e formaggi, oppure diviso in piccoli crostini per arricchire i passati di verdura. Ridotto in polvere, è ottimo anche sugli spaghetti con le alici, o sul risotto allo zafferano.


Divertitevi a inventare e creare nuovi abbinamenti, anche quelli che accostano sapori apparentemente antitetici che uniti stupiscono le papille gustative dei vostri ospiti. Un esempio è il panettone con stracchino, miele e granella di nocciole: un dessert fresco e leggero che soddisfa anche i più esigenti.


Come riciclare il panettone con il mascarpone


Il panettone avanzato è un’ottima base per la realizzazione di dolci e dessert deliziosi.


Riposto in frigorifero, si conserva per qualche giorno ed è possibile realizzare diverse monoporzioni per la colazione del mattino o le merende del pomeriggio.


L’impasto base del panettone classico ha un gusto delicato che si sposa benissimo con creme più elaborate e dal sapore più deciso.


La crema di mascarpone, per esempio, è ideale per la realizzazione di farciture che ben si sposano con questo dolce.


Grazie alla versatilità di questo ingrediente, è possibile realizzare diverse ricette. Vediamo alcune proposte per realizzare un dolce all’ultimo minuto, o realizzare un piatto più creativo ed elaborato.


Con il panettone e la crema di mascarpone potete realizzare un golosissimo tiramisù classico o alternativo: basta sostituire le fette del dolce natalizio ai classici savoiardi e bagnarle con il caffè o liquore all’arancia. Aromatizzare il mascarpone con gocce di cioccolato o delle scorzette di agrumi. Procedete a strati e spolverate il top con una pioggia di crema e cacao in polvere. È un dessert semifreddo dalla realizzazione facilissima e veloce, pronto in pochi minuti, da portare a tavola come fine pasto, o accompagnato dal tè nei freddi pomeriggi invernali.


Sempre con la crema al mascarpone, poi, potrete realizzare dei buonissimi dolci al cucchiaio o in bicchiere: sbriciolate le fettine e componetele come base per una crema aromatizzata arricchita con della frutta e scorze di agrumi.


Con un coltello seghettato, potete tagliare a strati di uguale spessore il panettone e farcirlo in maniera alternata con il mascarpone aromatizzato a vostro piacere e la marmellata del vostro gusto preferito.


L’ultimo strato può essere ricoperto di crema e una polvere di cannella.


Con la crema avanzata, potete realizzare degli ottimi tartufi, amalgamati con la marmellata di pere, e ricoperti con cioccolato bianco o nero.


Per realizzare una buona crema al mascarpone, montate i tuorli delle uova con lo zucchero e, a parte, gli albumi a neve. Aggiungete prima i tuorli al mascarpone e amalgamate per bene, poi, incorporate gli albumi con movimenti gentili dal basso verso l’alto.


Otterrete un composto soffice e spumoso, ideale per la decorazione di dessert alla frutta: mirtilli, more e frutti di bosco.


Come riciclare il panettone con il cioccolato


Il cioccolato è goloso e apprezzato da adulti e bambini. Con questo ingrediente è possibile realizzare infinite preparazioni dolci.


Con il panettone e il cioccolato è possibile realizzare sublimi ricette che esaltano i gusti caratteristici di entrambi.


Da sempre, infatti, l’abbinamento di sapori di agrumi e cioccolato provoca un’esplosione di piacere nel palato di chi lo assaggia.


Vediamo quindi come esaltare questo matrimonio di sapori con gli avanzi del panettone e il cioccolato.


Un modo veloce e golosissimo per proporre una variante di questo dolce è quello di tagliarlo a pezzetti di forma regolare e realizzare degli spiedini dolci da bagnare con una sontuosa fonduta di cioccolato fondente, bianco, o al latte. Di sicuro è un’idea originale per chiudere con golosità una cena tra amici a Natale, a Capodanno e ogni volta che lo si vuole.


Il cioccolato fuso va bene su tutto, ma questo ingrediente è ideale anche per diventare parte integrante del nostro panettone con farciture morbide e cremose. Con il cioccolato e la panna, per esempio, è possibile preparare un morbida e spumosa mousse per accompagnare, o farcire, il panettone per una fresca e golosa merenda.


Se poi di cioccolato non ne avete mai abbastanza, potete preparare un deliziosa ganache per ricoprire il dolce con una squisita cascata al nera o bianca.


Che ne dite poi di realizzare degli irresistibili tartufini?


Sbriciolate i pezzi di panettone e mischiateli con panna e liquore all’arancia. Lasciate riposare il composto per un po’ e quindi realizzate delle palline di circa tre centimetri da tuffare nel cioccolato fondente fuso. Per un tocco in più, potete girare le vostre sfere di cioccolato nella granella di noci, nocciole e mandorle. Riponetele in frigo e servitele fredde!


Se volete mantenere l’atmosfera natalizia, invece, potete realizzare un budino di panettone con crema inglese e scaglie di cioccolato. Per guarnire utilizzate tanta panna montata, ribes e cannella. Il budino di panettone, se ne resta, può essere conservato in frigorifero in un contenitore ermetico.


Come riciclare il panettone con la crema


Il panettone è un dolce classico con un gusto unico caratterizzato dai suoi canditi e le scorze di agrumi. Questo sapore si sposa perfettamente con la crema pasticcera fatta in casa.


Potete farcire il vostro dolce, o preparare dei deliziosi dessert al cucchiaio, accompagnati da frutta fresca e mandorle.


La crema pasticcera è un preparato dolce che potete trovare già pronto, o preparare in casa con pochi ingredienti: farina, latte intero, un baccello di vaniglia, zucchero e dei tuorli d’uovo. Potete servire il panettone farcito a strati, o sfruttare le rimanenze, realizzando una sbriciolata di panettone con crema pasticcera, aromatizzata con una scorza di limone, frutta e panna montata per decorare.


Questa ricetta assicura il successo: non vi resta che sbizzarrirvi a creare impiattamenti fantasiosi e divertenti per i vostri ospiti.


Il panettone con la crema pasticcera può anche essere servito come una torta: con una bagna alcolica, o analcolica alla frutta, potete realizzare un dolce completo con decorazioni a tema, realizzate con la panna montata e la frutta secca. Le noci, le mandorle e le nocciole si sposano benissimo con l’aroma fruttato e i canditi del panettone.


Il vantaggio delle creme dolci sta nel fatto che possono essere preparate in anticipo e conservate per farcire il dolce al momento. Tra le più gustose e intriganti vi è sicuramente la crema al whisky che rende il vostro panettone un ottimo dolce per un dopo cena raffinato.


Con la crema di latte, invece, realizzerete un dolce delicato, ideale per i più piccoli, ma amato anche dai grandi.


Come riciclare il panettone con le mele


Con il panettone avanzato è possibile realizzare tante ricette e portare in tavola tanti dolci sempre nuovi che rivisitano il tema originario, ma si vestono di nuovo con ingredienti e abbinamenti di gusto.


Una rivisitazione della classica torta di mele è un’ottima soluzione che risolve con gusto il problema degli avanzi di piccole dimensioni.


Questa ricetta è perfetta per realizzare una torta dall’aspetto rustico e dal sapore genuino. Se vi piace la torta della nonna, non potrete non amare anche la sua rivisitazione con il classico dolce del Natale.


prossimo articolo

Chi ha inventato la besciamella

LEGGI