Condividi

Parmalat - logo

È più grassa la panna o lo stracchino?

Quando parliamo di panna e stracchino messi a confronto stiamo parlando di due prodotti che nel frigo o nelle dispense delle cucine italiane non mancano quasi mai.


La panna, con la sua versatilità, è un ingrediente adatto a legare sapori e profumi, arricchisce di cremosità pasta e creme, e sostiene i fondi di cottura di carne e pesce.


Lo stracchino è un formaggio da tavola, caratterizzato da un sapore acidulo, dalla consistenza morbida e adatto anche ad arricchire tante ricette gustose.


Vi chiedete se è più grassa la panna o lo stracchino e che differenza c’è tra i due alimenti? Scopriamolo insieme!


Panna e stracchino a confronto


Dedichiamo un po’ di tempo a mettere a confronto questi due prodotti, uno sicuramente utile in cucina e l’altro, un formaggio da tavola che si presta ad arricchire moltissime ricette, anche dolci.


Cominciamo parlando della panna, un prodotto che nasce dalla lavorazione del latte attraverso tre processi possibili.


Esistono infatti: la panna di centrifuga, che si produce come evoca il suo nome, attraverso un processo di centrifugazione del latte ad una velocità elevata e attraverso il quale il grasso del latte viene separato dal resto delle molecole che lo compongono; la panna di affioramento che nasce da un processo per cui il latte viene messo a riposo mentre i grassi si separano spontaneamente dagli altri nutrienti; e, infine, la panna di siero che si ottiene recuperando i grassi che sono presenti nel latte.


Lo stracchino è un formaggio che nasce dal latte vaccino crudo intero appena munto e fatto coagulare con caglio di vitello. La cagliata, rotta in modo soffice e grosso per mantenere tenero il formaggio, è versata nelle fascere e stufata per un giorno e mezzo a 20° e al 90% di umidità. A questo punto, si salano le forme e si collocano in stagionatura dive acquistano il loro tipico sapore che va dal dolce al pungente.


Panna e stracchino: quali sono le proprietà?


Adesso descriviamo un po’ quali sono le proprietà della panna e dello stracchino.


100 gr di panna contengono i seguenti nutrienti: 93% di lipidi; 4% di carboidrati; 3% di proteine; 58,5 gr di acqua; 2,3 gr di proteine; 35 gr di lipidi (fra cui colesterolo); 3,4 gr di carboidrati disponibili; 0,11 mg di riboflavina; 0,02 mg di tiamina; 100 mg di potassio; 78 mg di calcio; 61 mg di fosforo; 34 mg di sodio; 9 mg di magnesio e 0,28 mg di zinco.


Per spiegarvi la panna da un punto di vista nutrizionale, vi diciamo subito che il prodotto è particolarmente ricco di lipidi, è vero, ma è pur vero che contiene un'elevata e importante quantità di micronutrienti che sono importanti per la buona salute dell’organismo: parliamo di vitamine e sali minerali che, nel caso di quelli contenuti nella panna fanno particolarmente bene alla salute di denti e ossa.


Parlando dello stracchino, possiamo dire che nonostante rispetto ad altri formaggi stagionati garantisce un apporto calorico inferiore, se paragonato alla panna o ad altri formaggi freschi è sicuramente meno leggero.


Tuttavia, questo formaggio così cremoso e che piace un po’ a tutti, garantisce un elevato contenuto di proteine di alta qualità, è ricco di fosforo, di vitamina A, B2 e B12, ed è soprattutto fonte essenziale di calcio. Si rende quindi particolarmente importante nell’alimentazione dei bambini perché con soli 30 gr circa si assicura alla loro dieta quotidiana il giusto apporto di molti dei nutrienti fondamentali per la crescita.


Perché la panna è meno grassa dello stracchino?


La Panna per Cucinare, contrariamente a quello che si pensa, è molto meno grassa rispetto ad altri prodotti, compreso lo stracchino.


Pensate che se 100 gr di panna da cucina contengono all’incirca 239 kcal, la stessa quantità di stracchino ne contiene circa 300.


La quantità di grassi saturi (i responsabili dell’aumento dl livello di colesterolo nel sangue) presente nello stracchino può, se il prodotto fosse consumato regolarmente in una dieta settimanale, provocare problemi alla salute dell’organismo. Un eccessivo consumo di grassi saturi, infatti, può provocare sovrappeso, può alterare la pressione sanguigna e generare anche disturbi cardiovascolari.


Spesso si sente dire che è meglio sostituire la panna con lo stracchino, magari nei sughi per la pasta, nelle lasagne o nei risotti, ma in realtà è vero il contrario. E allora, nel paragrafo successivo, vi raccontiamo qualche ricetta per darvi l’idea di come si possa sostituire lo stracchino con la panna nelle ricette che ne prevedono l’utilizzo.


Come sostituire lo stracchino con la panna


Lo stracchino è un formaggio da tavola buonissimo da mangiare come secondo veloce, accompagnato da una fetta di pane casereccio, qualche pomodoro, un’insalata fresca di stagione e un filo d’olio extravergine d’oliva. Ma lo stracchino è anche un ingrediente molto utile per rendere cremose e delicate alcune preparazioni: risotti, piatti di pasta, lasagne e secondi.


Tuttavia, se volete sostituirlo con un prodotto più leggero, potete usare tranquillamente la panna da cucina che vi garantirà un apporto calorico inferiore.


Spesso lo stracchino si rende protagonista di paste da condire con sughi a base di verdure, in particolare si sposa benissimo con il sapore delicato delle zucchine. Sostituirlo con la panna, però, non ve lo farà rimpiangere.


Per questa ricetta, allora, dovrete sostituire 150 gr di stracchino con 150 ml di Panna Chef Leggera. Vi serviranno i seguenti ingredienti per 4 persone:


5 ZUCCHINE


125 ML DI PANNA CHEF LEGGERA


1 CUCCHIAINO DI FOGLIOLINE DI TIMO


1 SPICCHIO D’AGLIO


350 GR DI PENNETTE


30 GR DI PARMIGIANO GRATTUGIATO


OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA


SALE


Per prima cosa, lavate le zucchine, affettatele con una grattugia a fori larghi e sistematele su un canovaccio; mettete a bollire l’acqua per la pasta in una capiente pentola.


In una padella, fate soffriggere l’aglio schiacciato per 2 minuti in 3 o 4 cucchiai di olio. Levate l’aglio e mettete in padella le zucchine; salatele e fatele cuocere mescolando con un cucchiaio di legno e aggiungendo 1 tazzina di acqua. Una volta che si sono appassite e che l’acqua è evaporata, versate la Panna Chef Leggera e aggiungete il timo. Mescolate e lasciate cuocere a fuoco bassissimo per circa 5 minuti, mescolando spesso.


Tuffate la pasta nell’acqua che bolle, scolatela al dente e trasferitela con un po’ di acqua di cottura nella padella con le zucchine e la Panna Chef Leggera. Mescolate, aggiungete una spolverata di parmigiano grattugiato e servite subito.


Lo stracchino è molto usato anche per legare gli ingredienti delle torte salate e se il suo sapore delicato rende ogni morso una delizia, anche la panna da cucina non sarà da meno.


Vogliamo suggerirvi la ricetta di una torta salata senza coperturaa base di porri in cui lo stracchino può essere tranquillamente sostituito dalla panna senza nessuna rinuncia di gusto e sapore.


Gli ingredienti che servono per preparare questa torta salata a base di porri sono:


5 PORRI


200 ML DI PANNA CLASSICA CHEF


1 ROTOLO DI PASTA SFOGLIA


3 UOVA + 1 TUORLO


1 SPICCHIO D’AGLIO


70 GR DI BURRO


NOCE MOSCATA


LATTE


SALE


PEPE NERO MACINATO FRESCO


Stendete il rotolo di pasta sfoglia in una tortiera rivestita di carta forno e riponetelo in frigorifero. Nel frattempo, mondate, lavate e tagliate i porri a rondelle delle stesse dimensioni; schiacciate l’aglio e fatelo soffriggere per 2 o 3 minuti in una padella con il burro. Non appena comincia a dorarsi, levatelo e trasferite i porri in padella; aggiungete 1 tazzina di acqua e fate cuocere a fuoco basso e con il coperchio per circa 15 minuti, avendo cura di mescolare spesso. Aggiustate di sale e fate riposare.


In una terrina, mescolate la Panna Classica Chef con le uova precedentemente sbattute, aggiungete un pizzico di sale e una spolverata di pepe nero macinato fresco e mettete da parte. Prendete la tortiera dal frigorifero, distribuite sul fondo i porri, copriteli con il composto di Panna Classica e uova, arrotolate i bordi e spennellateli con un tuorlo d’uovo sbattuto con un po’ di latte.


Infornate in forno preriscaldato a 200° per circa 30 minuti fino a quando il ripieno non sarà più solido e la pasta non avrà un colorito dorato. Servite la torta con Panna Classica e porri quando è ancora calda.


Come potete vedere, la panna si può usare molto bene e con gli stessi risultati dello stracchino. Potete alternare questi due ingredienti e usarli nelle ricette che volete rendere cremose, delicate e invitanti.


prossimo articolo

Come fare i cupcake

LEGGI