Condividi

Parmalat - logo

Panna fresca: come utilizzarla

La panna fresca è una delle creme più utilizzate in ambito culinario: dal dolce al salato nessuno resta escluso dall’utilizzo di una buona panna!


In questo articolo vi daremo qualche consiglio su come sfruttare al meglio la panna per i vostri piatti. Dal pesce alla carne, dai gelati alle torte: la panna fresca può essere utilizzata davvero in qualsiasi ricetta vorrete.


Panna fresca: come utilizzarla


Alcuni la chiamano crema di latte, altri più comunemente panna: è uno degli ingredienti fondamentali per realizzare dei piatti gustosi e cremosi in cucina. La si usa sia in pasticceria sia per pietanze salate, proprio perché il suo sapore delicato rende tutto molto morbido e soffice.


Si usa sia negli antipasti con verdure come funghi e zucchine, oppure con il pesce andando a valorizzare il gusto delicato di seppie e calamari.


Diviene un ottimo aiuto anche per la mantecatura di risotti e primi piatti dove, sposata con semplici ingredienti, è una valida soluzione per un piatto veloce ma molto delicato.


È l’ingrediente basilare per torte salate o quiche francesi, dove con la sua estrema cremosità rende i vostri piatti unici molto appetitosi.


La panna fresca diventa poi basilare per uno dei dessert al cucchiaio più apprezzati della cucina dedicata alla pasticceria, si tratta della crema chantilly, che viene realizzata semplicemente unendo della panna montata alla crema pasticcera.

È possibile trovare la panna fresca in qualsiasi supermercato, all’interno del banco frigo, mentre le altre tipologie di panna sono reperibili negli scaffali dove trovate il latte a lunga conservazione.


Viene utilizzata anche per creare dei dolci che trovate in qualsiasi ristorante a fine pasto, come la celebre panna cotta, una mousse o la bavarese. La panna è anche un ingrediente basilare per un famoso cocktail, ossia il White Russian, dove viene mescolata insieme alla vodka con l’aggiunta di crema di caffè.


La sua origine risulta antichissima: si parla addirittura dei primi popoli che hanno abitato la Mesopotamia e che iniziarono a lavorare il latte. La panna infatti è lo strato che si deposita sulla superficie del latte dopo la sua pastorizzazione o semplicemente quando resta a riposo per un po’. Il termine panna deriva da “panno” proprio perché come un velo di tessuto va ad adagiarsi sopra il latte.


Esistono molte tipologie di panna:



  • panna dolce, che si ottiene con la centrifuga del latte

  • panna acida, che si forma lasciando il latte a riposo

  • panna cruda, che è quella che non ha ricevuto alcun trattamento e si realizza in natura, formandosi sulla superficie del latte intero bollito

  • panna fresca (o pastorizzata): quella più utilizzata per farla montata e realizzare degli ottimi dolci

  • panna UHT, che deve subire un procedimento molto particolare di pastorizzazione, è molto densa e cremosa e si può trovare in commercio, sia come panna da cucina, sia come panna da montare.


C’è anche la crème fraîche, una tipologia di panna acida realizzata con tre ingredienti: panna fresca, yogurt bianco e succo di limone. Viene dalla cucina francese, come si evince dal nome, ma è utilizzata in tutto il mondo per creare delle salse perfette da abbinare con pesce e verdure.


Panna fresca: come utilizzarla nei primi piatti


Se provate a immaginate un primo piatto con la panna, il pensiero va subito a delle farfalle con panna e prosciutto cotto, ma le possibilità per integrare la panna in un primo sono molte di più!


Vi basti pensare che per rendere maggiormente delicate e cremose alcune zuppe o vellutate di verdure (come per esempio la vellutata di zucca e patate), l’ingrediente più gettonato è proprio la panna da cucina.


La panna fresca può essere aggiunta in qualsiasi piatto di pasta, dal pesce alla carne, dalle verdure alle patate.


Tra i primi piatti potete creare delle ottime penne alle zucchine con aggiunta di panna, che potrete unire direttamente sul finale della vostra preparazione.


Un risotto ben mantecato con della panna può essere quello con i frutti di mare, polpetti e gamberi, che con un velo di panna risulterà perfetto. Si abbina molto bene anche alle mezze penne con tonno, dove a fine cottura potrete aggiungere della panna fresca pastorizzata (ossia la classica panna da cucina).


Ottima anche per i primi piatti di origine greca come la moussaka, dove, oltre alla besciamella, potrete unire della panna fresca alle vostre melanzane.


Nelle ricette vegetariane è molto gettonata la panna fresca proprio per dare un tocco particolare alle verdure e rendere omogeneo il loro sapore.


Panna fresca: come utilizzarla nei dolci


La panna fresca è la regina degli ingredienti per i dolci, non si può prescindere dall’inserirla in un impasto a base di crema o per la decorazione di torte e pasticcini.


In commercio si trova in pratiche confezioni di panna fresca da montare come la Panna Fresca Chef, con cui potrete realizzare una dolcissima torta con la panna.


Potete realizzare la classica panna cotta, semplicemente mettendo in acqua fredda un foglietto di colla di pesce per circa dieci minuti. Mettete a riscaldare in un pentolino della panna con lo zucchero. Quando lo zucchero si sarà completamente sciolto, togliete la panna cotta dal fuoco e aggiungete la colla di pesce, andando a mescolare il tutto al fine di scioglierla completamente. Adesso adagiate in piccoli contenitori le vostre panne cotte e lasciatele riposare in frigorifero finché non dovrete servirle.


Inserendo la panna all’interno dell’impasto dei muffin potrete realizzare dei dolcetti veramente morbidi e soffici. Vi basterà unirli all’interno della preparazione insieme alle uova e sbatterli insieme, poi unire gli altri ingredienti. Una volta inseriti nei pirottini per muffin, infornate e cuocete. Quando li togliete dal forno, aspettate che raffreddino un poco, dopodiché provate ad aprirne uno e verificate la sua consistenza morbida e spumosa. I più golosi potranno applicare nella parte superiore dei muffin, un po' di panna montata per decorare e qualche fragolina di bosco.


La panna fresca si utilizza tantissimo all’interno della preparazione del tiramisù; insieme al mascarpone, infatti, è possibile aggiungere la panna per dare un sapore più delicato al vostro dolce.


Potete abbinare la panna fresca anche con una semplice crostata di mele o di marmellata. Servite tiepida la vostra crostata e montate a neve la vostra panna, dopodiché versatene un poco accanto alla fetta di crostata. Un ottimo risultato garantito!


Anche il gelato viene realizzato con una base di panna, in maniera da diventare bello cremoso e denso. Lo stesso principio vale per semifreddi e mousse.


E con la panna acida che dolce potete fare? La New York Cheesecake! Si tratta di una torta dall’origine americana, costituita da una base di biscotti, una crema di formaggio spalmabile e infine decorata con della panna acida e frutti di bosco.


Come utilizzarla nelle preparazioni con panna montata


Realizzare della panna montata sembra un gioco da ragazzi, ed effettivamente lo è, ma ci sono dei consigli da seguire.


Sicuramente il primo è quello di assicurarvi che la vostra panna sia ben ferma. Infatti, il rischio quando si monta la panna a mano o con le fruste elettriche è di non terminare il processo alla perfezione, lasciando un po' di panna liquida sul fondo.


Altro nemico per eccellenza della panna è il calore. Per questo si suggerisce di tenerla in frigo prima dell’utilizzo, e lo stesso potrete fare con gli utensili da cucina che utilizzerete per montarla. Addirittura, alcuni preferiscono inserire la ciotola e la frusta nel congelatore.


Per chi dovrà lavorare molto con la panna suggeriamo di acquistare anche dei fissanti per panna, che si trovano comunemente in commercio. Questo tipo di fissante permetterà alla vostra panna di rimanere ben ferma e cremosa per qualche ora.

Chi invece non trova il fissante per panna, può provvedere con un classico rimedio della nonna, mettendo in freezer la panna fresca da montare almeno 5 minuti prima di utilizzarla. Quindi va montata a neve e infine va aggiunta qualche goccia di limone, e frullata ancora una volta. Con questo procedimento vi assicurerete una panna golosa e corposa per qualche ora.


Ma qual è il momento ideale per aggiungere lo zucchero alla panna montata?


Naturalmente subito nel primo passaggio che andrete a realizzare, ossia quando la vostra panna sarà ancora liquida. In questo caso lo zucchero sarà completamente assorbito e avrete un’ottima panna zuccherata. Se invece vorrete aggiungerla alla panna già montata, il risultato potrà presentare dei granelli di zucchero, che non renderanno la vostra crema omogenea.


Si trova in commercio anche una panna molto comoda per l’utilizzo espresso, ossia la Panna Chef Spray che, semplicemente agitanta prima dell’utilizzo, vi regalerà una consistenza come appena montata. È l’ideale per decorare i dolci sul momento, in maniera veloce e senza dover utilizzare fruste elettriche o sbattitore elettrico.


Averne una confezione in casa vi permetterà di essere tranquilli in caso vi si presentasse un ospite dell’ultimo minuto, permettendovi di guarnirci frutta fresca (come le celebri panna e fragole), uno yogurt particolare o il caffè espresso.


Per un compleanno, se non avete idee per il dolce, potrete semplicemente prendere del cioccolato fondente e scioglierlo a bagnomaria. Realizzate poi delle ciotoline al cioccolato e infine decorate il tutto con abbondante panna montata. Non si conoscono bambini che abbiano rifiutato un dolcetto di questo tipo!


Tra gli amici della panna montata c’è sicuramente anche il Pan di Spagna. La panna è infatti una farcitura perfetta e ideale per questo tipo di dolce dalla consistenza spugnosa. Si è soliti riempire il Pan di Spagna con una crema pasticcera o una crema al mascarpone, dopodiché la decorazione esterna avviene con abbondante panna montata e altre leccornie come cocco, noci, cereali, lamponi, fragole e molta altra frutta fresca.


Uno sfizioso pasticcino da preparare comodamente a casa propria è anche la meringa con all’interno una buona dose di panna montata. Molto buone sono le meringhe al cacao, che potrete realizzare semplicemente incorporando del cacao in polvere nell’impasto della meringa.


Un altro dolce al cucchiaio molto gustoso è la mousse panna e caffè con cacao e nocciole, molto golosa e veramente facile da realizzare.


Anche le creme che vengono usate per farcire la superficie dei cupcakes sono realizzate con la panna montata. Spesso si crea una semplice panna montata a cui si aggiunge un ingrediente che le dà sapore, come il miele o il caffè.


Panna fresca: come utilizzarla liquida negli impasti


La panna regna sovrana negli impasti di quiche francesi o nelle buonissime torte salate, come la torta salata zucca e pancetta. Mille e altre varianti potrete provare per arricchire le vostre torte salate! C’è anche l’opportunità di guadagnare ulteriore tempo con l’utilizzo di Ripieni Chef già pronti, con i quali in pochi minuti realizzerete la vostra torta salata pronta da gustare.


E per quanto riguarda gli impasti dolci?


Esiste un impasto che prevede, al suo interno, l’utilizzo della panna liquida al fine di ottenere una consistenza molto morbida e soffice. Si tratta dell’impasto lievitato alla panna che può essere realizzato sia nella versione salata che in quella dolce (basterà semplicemente aggiungere lo zucchero o il sale).


Vi basterà unire in una ciotola della farina con lo zucchero (o il sale), della panna, dell’acqua e del lievito e procedere impastando fino a ottenere una pagnotta liscia e omogenea. Dopodiché dovrete procedere con vari processi di lievitazione, ma il risultato sarà appagante dandovi una pasta da modellare per realizzare dalle brioche alle focacce.


Un altro ottimo impasto che vede l’utilizzo della panna tra gli ingredienti principali è quello per i biscotti alla panna. Unite del burro ammorbidito con dello zucchero, aggiungete un uovo intero e poi la panna, mescolando bene il tutto. A questo punto vi basterà aggiungere la fecola, la farina, la vaniglia, il lievito e un pizzico di sale. Impastate fino a ottenere un composto morbido e liscio e la vostra frolla alla panna è pronta per creare dei biscotti ideali per la colazione.


prossimo articolo

Chi ha inventato la besciamella

LEGGI