Condividi

Parmalat - logo

Come fare la granita

La dominazione araba ha portato su una delle isole più belle d’Italia un dolce unico nel suo genere che ha contribuito a scrivere la storia di una cucina e di una gastronomia famose in tutto il mondo.


La granita, infatti, è insieme a cannoli e cassata, tra i dolci tipici più conosciuti e amati della nostra Sicilia. Da quest’isola del Sud Italia, la granita ha conquistato le cucina di tutte le altre regioni e si è imposta come dolce estivo per eccellenza, da gustare in moltissime versioni diverse di cui parleremo in questo articolo.


Quindi se la primavera e l’estate sono alle porte, prendi appunti perché oggi imparerai a preparare la granita a casa tua.


 La granita


Un dolce siciliano che racconta dell’attaccamento di un popolo verso le proprie tradizioni, questo è la granita. Un gelato non gelato, un dolce al cucchiaio del tutto particolare che prevede un rito vero e proprio tanto che per i siciliani la granita non deve essere mangiata mai a fine pasto.


La granita siciliana, infatti, è ideale per un fresco e buonissimo spuntino pomeridiano e si può mangiare anche a colazione, racchiusa nelle tipiche brioche morbide e gustose.


Ma che cosa è la granita? Quali sono gli ingredienti che la compongono? Quando parliamo di granita ci riferiamo a un composto di acqua, frutta e zucchero che viene ghiacciato, ma mai completamente, in un procedimento assai lento che prevede il mescolare continuo di tutti gli ingredienti. Il risultato è una composto cremoso e denso, freddissimo che può essere a base di frutta, di caffè o di cioccolato.


La Sicilia, la patria della granita, suggerisce delle varianti davvero speciali: se durante un viaggio in questa meravigliosa terra vorrete fare un percorso gastronomico, vi saranno sicuramente proposte granite al gelso nero, alle mandorle, al fico d’India, al mandarino, al gelso, all'ananas e al cioccolato.


Ma da dove deriva la tradizione della granita? Adesso ti raccontiamo una storia che forse ancora non conosci.


Le prime granite della tradizione venivano fatte, e in alcuni posti ancora si preparano così, con il giaccio ricavato dalla neve raccolta sull'Etna. Una volta raccolta, la neve veniva depositata nelle niviere di pietra e lasciata dentro le grotte che mantenevano la giusta temperatura che la trasformava in ghiaccio. Si formava poi una sorta di pozzetto con il ghiaccio a cui veniva aggiunto il sale che manteneva la giusta temperatura e all’interno di questo contenitore, si metteva una ciotola in acciaio dentro la quale si preparava la granita.


Come preparare la granita


Per preparare la granita in casa, occorrono una frusta da cucina e un contenitore in acciaio dalla forma stretta e allungata dentro il quale muoversi con movimenti molto rapidi e sempre circolari.


Anche se possiamo dire che se la tradizione, come accennato prima, prevedeva niviere e contenitori ricavati nel ghiaccio, oggi la granita si prepara con la gelatiera.


Gli ingredienti da avere a disposizione per una buona granita da fare in casa sono davvero semplici e sempre di facile reperibilità. Parliamo ovviamente del ghiaccio, di frutta fresca, caffè e succhi di frutta.


Le granite possono essere accompagnate, in base all'ingrediente principale che le caratterizza, da frutta fresca tritata, liquori ed erbe aromatiche.


Se è vero, come abbiamo detto, che i siciliani, veri padri di questo dolce dalle mille sfaccettature, non sono soliti mangiarlo dopo pranzo o dopo cena, ma preferiscono gustarlo a colazione, nel resto dello Stivale la granita è a tutti gli effetti un dolcissimo dessert da servire in famiglia o a ospiti speciali. Le ricette sono davvero tante e noi vogliamo suggerirtene qualcuna che possa ispirare la tua fantasia e la tua creatività.


Preparare in casa una granita richiede solo un po’ di pazienza perché è importante mescolare ogni 20 minuti circa il composto affinché non si solidifichi troppo.


Per prima cosa dovrai accertarti di avere a disposizione il liquido di base, quello cioè che darà il sapore alla tua granita. Stiamo parlando di un succo di frutta, di uno sciroppo o del caffè. Questi poi dovranno essere mescolati con un composto a base di acqua e zucchero preparato in un pentolino e lasciato raffreddare.


Vogliamo cominciare questo nostro viaggio freschissimo parlando della granita più popolare, quella a cui, in una afosa giornata estiva, proprio non sai rinunciare.


Gli ingredienti sono solo tre: succo di limone, zucchero e acqua.


Fai sciogliere 200 g di zucchero in un pentolino con 500 ml di acqua. Porta a ebollizione, spegni e lascia raffreddare. Aggiungi, quando lo sciroppo è a temperatura ambiente, il succo di limone pari a 500 ml. Abbi cura di filtrarlo e uniscilo a filo, mescolando con un cucchiaio di legno. Trasferisci tutto in una ciotola e metti in freezer. La granita al limone dovrà riposare per almeno 3 ore durante le quali tu avrai il compito di mescolare (ogni 30 minuti) il composto per evitare che si solidifichi e ghiacci. Otterrai una granita fresca e profumatissima.


Puoi seguire questa stessa ricetta sostituendo il succo di limone con il Succo Santàl 100% Arancia Biologica per servire ai tuoi ospiti una fresca granita dal colore intenso e accattivante.


Sostituisci il succo di limone con la stessa quantità di succo Santàl e segui lo stesso procedimento indicato sopra.


Il frutto estivo per eccellenza è l’anguria e allora non puoi non provare una granita preparata con questo frutto dal sapore inconfondibile e che piace sempre a tutti. Nel caso di questa preparazione, dovrai solo fare attenzione a eliminare con cura tutti i semini che non sarebbe piacevole trovare nella coppetta di granita.


Prepara il solito sciroppo con 250 ml di acqua naturale e 250 g di zucchero semolato. Porta tutto a ebollizione in un pentolino, spegni e fai raffreddare. Quando lo sciroppo avrà raggiunto la temperatura ambiente, potrai aggiungere il succo di ½ limone filtrato e la polpa di 1 cocomero dal peso di circa 1 kg. Mescola tutto in una ciotola e riponi in freezer per circa 4 ore, avendo sempre cura di mescolare ogni 30 minuti.


E se vuoi portare in tavola il sapore della Sicilia, ti consigliamo di preparare, come da tradizione, la granita alle mandorle. Puoi scegliere se utilizzare la pasta di mandorle o il latte di mandorle. Si tratta di una granita che puoi servire come dessert accompagnandola con frollini o panna montata.


Se vuoi usare la pasta di mandorle dovrai prenderne circa 400 g e farla sciogliere in un pentolino con 1 l di latte. Mescola costantemente e spegni prima di raggiungere l’ebollizione. Lascia raffreddare a temperatura ambiente, quindi trasferisci il composto in una ciotola e riponila in freezer per almeno 4 ore. Con una frusta, dovrai sempre mescolare ogni 30 minuti per ottenere una granita perfetta.


Se invece preferisci utilizzare il latte di mandorle, dovrai semplicemente aggiungere ad 1 l di liquido 200 g di zucchero semolato.


E se sei alla ricerca di un gusto esotico per la tua granita, con il succo Santàl Refresh Acqua di Cocco sarai certo di ottenere un risultato straordinario. Ti serviranno: 500 ml di Santàl Refresh Acqua di Cocco, 2 cucchiai di granella di cocco; 120 ml di acqua; 50 g di zucchero semolato. Porta a ebollizione l'acqua con lo zucchero, aggiungi l'acqua di cocco, la granella e mescola. Trasferisci il composto in un contenitore, lascia raffreddare completamente e metti in freezer per circa 5 ore, sempre mescolando ogni 20 minuti circa. L'aggiunta della granella di cocco renderà questa granita ancora più buona e dalla consistenza davvero particolare.


Due grandi classici: la granita al cioccolato e la granita al caffè


La granita al caffè è adatta a concludere una bella cena tra amici. Il caffè piace sempre a tutti e aggiungere a una granita al caffè un ciuffo di panna montata è una leccornia alla quale nessuno resiste.


Quindi, se per il tuo prossimo incontro conviviale stavi ancora pensando a quale dessert preparare, l’idea te la diamo noi adesso.


Realizzare la granita al caffè è davvero semplice, e potrai portare in tavola un dessert delizioso preparato in largo anticipo.


Rigorosamente con la moka, devi per prima cosa preparare 500 ml di caffè; versalo in una ciotola e lascialo raffreddare a temperatura ambiente. In un pentolino, fai sciogliere 100 g di zucchero con 50 ml di acqua bollente. Una volta che si sarà raffreddato, versalo sul caffè e riponi in freezer per 4 ore, avendo sempre cura di mescolare ogni 30 minuti con una frusta a mano. Servi la granita di caffè accompagnata da un ciuffo di panna montata aromatizzata alla cannella.


Super golosa e adatta anche ai bambini*, la granita al cioccolato non può mancare nel tuo ricettario. Deve avere una consistenza morbida e granulosa e si può gustare come dessert dopo cena o come merenda che restituisce la giusta energia.


Il procedimento anche in questo caso è davvero molto semplice.


In una casseruola, mescola 110 g di cioccolato fondente con 30 g di cacao amaro e 100 g di zucchero semolato. Aggiungi 200 ml di panna, porta a ebollizione mescolando con una frusta per evitare la formazione di grumi, quindi lascia raffreddare a temperatura ambiente.


A questo punto, trasferisci il cioccolato in una vaschetta e lascialo gelare in freezer per 5 ore, sempre avendo cura di rigirarlo ogni 30 minuti.


Poco prima di gustare questa freschissima delizia golosa, in una ciotola monta con le fruste elettriche 250 ml di panna con 1 cucchiaio di zucchero a velo e unisci, se vuoi, un trito di foglie di menta. Distribuisci la granita nelle coppette monoporzione, decora con ciuffetti di panna alla menta e servi.


*superiori ai 3 anni


prossimo articolo

La dieta dei colori

LEGGI