Condividi

Parmalat - logo

La leggerezza del latte delattosato

È arrivata l’estate e con essa la voglia di stare all’aria aperta e di praticare tutti quegli sport che, per pigrizia o per il maltempo, avevamo trascurato nella stagione fredda. Dalla semplice passeggiata in natura alla corsa in riva al mare, dal Thai Chi sull’erba al nuoto en plein air. Ma con il caldo e il maggiore movimento fisico diventa importante nutrirci bene, anche per assicurare al nostro organismo la giusta idratazione e un equilibrato apporto di proteine, vitamine e sali minerali utili per una migliore efficienza muscolare. Niente di meglio, dunque, di una buona tazza di latte che rinfresca e gratifica il palato senza appesantire e, se è altamente digeribile come quello delattosato, risulta leggero e invitante per tutti, anche per chi, normalmente, è intollerante al latte.


COS'E' ESATTAMENTE IL LATTE DELATTOSATO?


È un latte con un ridottissimo contenuto di lattosio, ovvero lo zucchero che alcune persone non riescono ad assimilare per carenza dell’enzima lattasi. Fermentando nell’intestino, il lattosio non assimilato produce fastidi più o meno seri, come gonfiori, dolori addominali, colite, dissenteria.


E L'ENZIMA LATTASI A COSA SERVE?


Questo enzima, presente nell’organismo, scinde il lattosio presente nel latte in due zuccheri più semplici e, di conseguenza, più digeribili. Il bimbo appena nato è in grado di produrre l’enzima lattasi ma con il passare degli anni questa capacità si riduce a tal punto che, in base agli studi più recenti, in Italia ben il 40% della popolazione ha un deficit di lattasi. Questo provoca la cosiddetta intolleranza al latte che, più propriamente, è un’intolleranza al lattosio.


QUINDI CHI E' INTOLLERANTE AL LATTOSIO PUO' BERE IL DELATTOSATO?


Certamente sì perché è come se bevesse un latte predigerito. In questo modo non deve rinunciare al sapore e alle qualità nutrizionali del latte, così ricco proteine e calcio.

Con il latte delattosato puoi goderti tutta la bontà del latte senza sentirti appesantito. Questo latte è particolarmente raccomandato a tutti, intolleranti e non, soprattutto in estate quando si cercano alimenti più leggeri e più facili da digerire. Il latte delattosato è, dunque, una bevanda buona e invitante proprio come il latte di tutti i giorni. Per questo è adatta per essere scelta da tutti.


COME UTILIZZARE IL LATTE DELATTOSATO


In cucina lo si usa esattamente come il latte comune con il vantaggio di ottenere preparazioni decisamente più leggere per chi ha intolleranze ma altrettanto gustose. E al supermercato si trova pure lo yogurt realizzato con latte delattosato.


IDEE GOLOSE PER UN'ESTATE... IN DOLCEZZA


Abbinato ai cereali, il latte delattosato diventa un’ottima colazione per l’estate: leggera ma nutriente per cominciare bene la giornata! E una sferzata di energia la regala anche lo yogurt con latte delattosato, magari dolcificato con il miele per un gusto più deciso.


A merenda, poi, un ricco frullato di frutta fresca con delattosato è quello che ci vuole nelle calde giornate estive. Ma il latte delattosato è buono anche da solo e diventa una bevanda rinfrescante e corroborante dopo una giornata passata all’aria aperta. E con aggiunta di un po’ di sale e cetrioli diventa ancora più dissetante, come insegna un’antica tradizione greca.


Un’idea per i più golosi? Chi non può resistere alla tentazione del gelato può preparare col delattosato dei gustosissimi semifreddi arricchiti con frutta di stagione. Fra le proposte più accattivanti, un sorbetto con pesche, albicocche o melone. È un mix di vitamine che fanno bene alla pelle e ci guadagna pure l’abbronzatura! E che dire di un’invitante crema fredda al caffè? Con il latte delattosato è decisamente più digeribile, quindi leggera per l’estate e alla portata di tutti.


prossimo articolo

In cosa consiste il test per l’intolleranza al lattosio e come farlo

LEGGI