Condividi

Albicocca

Dolce, ma dal cuore amaro

Scopri gli altri gusti
Albicocca

Morbida, vellutata e dolcissima, l’albicocca è il frutto prodotto da una pianta appartenente alla famiglia delle Rosacee, genere Prunus, specie Armeniaca. Essendo tra i primi alberi a fiorire, teme le gelate. Le prime fonti che testimoniano l’utilizzo dell’albicocca da parte dell’uomo sono state ritrovate nella Cina nordorientale e risalgono a circa 4000 anni fa. Dalla Cina la coltivazione si è diffusa passando attraverso le zone centrali dell'Asia per arrivare fino in Armenia. Sembra sia stato Alessandro Magno a far conoscere in Occidente questo frutto, che fu introdotto in Grecia e in Italia dai Romani; furono poi gli arabi a consolidarne la diffusione nella zona del Mediterraneo. In Italia le coltivazioni sono concentrate soprattutto in Romagna e nel napoletano, anche se la sua presenza è comune in tutta la penisola. Frutto tipicamente estivo, da portare sempre con sé nei mesi più caldi dell’anno, l’albicocca è amata per la sua polpa succosa, dal gusto decisamente zuccherino. Un frutto dolce che nasconde però un cuore amaro: i noccioli contengono una sostanza tossica (un derivato dell’acido cianidrico) e non devono essere consumati.


benefits

Come tutta la frutta, l’albicocca è un valido integratore di sali minerali, soprattutto di potassio, magnesio, e fosforo. La sua leggerezza e la sua dolcezza la rendono particolarmente amata dai più piccoli, per i quali rappresenta una fonte sempre disponibile di zuccheri semplici, di facile assimilazione e rapido utilizzo. Per sua natura si presta ad essere consumata sia fresca che cotta, oltre che essiccata: una riserva di energia da tenere sempre a portata di mano.



FRESCHE IDEE PER I TUOI COCKTAIL

Vellutata di albicocca

Vellutata di albicocca
Scopri di più
Vellutata di albicocca

FRESCHE IDEE PER I TUOI COCKTAIL

Vellutata di albicocca

Vellutata di albicocca
Scopri di più