Condividi

Bundt cake - Parmalat

preparazione
Preparazione: 20 min Cottura: 60 min

Difficoltà
Facile

Farina 175 gr

Latte Zymil Alto Pastorizzato Buono Digeribile 140 ml

zucchero semolato 200 gr

Margarina 115 gr

zucchero a velo 115 gr

amido di maizena 15 gr

Vedi tutti gli ingredienti

preparazione
Preparazione: 20 min Cottura: 60 min

Difficoltà
Facile

ingredienti

Farina 175 gr

Latte Zymil Alto Pastorizzato Buono Digeribile 140 ml

zucchero semolato 200 gr

Margarina 115 gr

zucchero a velo 115 gr

amido di maizena 15 gr

Vedi tutti gli ingredienti

Qualsiasi tipo di torta cotta in uno stampo bundt è considerata una bundt cake. Queste teglie speciali sono più di una semplice teglia da forno, sono come stampi per torte che sono disponibili in tutti i tipi di dimensioni e design. Dopo che la torta è stata cotta e trasformata nella teglia, non avrà bisogno di molte decorazioni perché è già in una deliziosa forma decorativa.

Di questa torta non esiste una ricetta specifica, ciò che la caratterizza è innanzitutto la forma e la particolare forma della teglia in cui viene cotta.

Che venga accompagnata con una crema al limone, al cioccolato oppure con del gelato, la bundt cake è perfetta per ogni occasione e pasto della giornata, dalla colazione alla merenda o come dessert dopo una cena in compagnia.

La ricetta che vi proponiamo è estremamente facile e veloce da preparare ma soprattutto versatile, potrete infatti decidere di prepararla con gli ingredienti che preferite.


Preparazione

Preparazione: 20 min Cottura: 60 min
totali

Per preparare la bundt cake come prima cosa unite le vostre polveri in una terrina (farina, maizena o amido di mais, lievito e sale). Spremete il succo di limone e preriscaldate il forno a 170° in modalità statica. In una ciotola a parte, aggiungete la margarina, della scorza di limone grattugiata e lavorate con delle fruste elettriche fino a ottenere un composto omogeneo e morbido.

Aggiungete lo zucchero semolato e successivamente le uova, continuando a lavorare per 4-5 minuti. Quando questi ingredienti si saranno incorporati del tutto, aggiungete il latte, l’estratto di vaniglia, il mix di polveri, 45 ml di succo di limone e i semi di papavero. Prendete uno stampo da ciambellone (oppure “stampo bundt cake”), di circa 20 cm di diametro, imburrate con la margarina, aggiungete una piccola spolverata di farina e versate l’impasto.

Infornate in forno statico a 170° per 60 minuti, procedete alla prova dello stecchino e, una volta pronta, lasciatela riposare fuori dal forno almeno 20 minuti. Nel frattempo preparate con il succo di limone e lo zucchero a velo la glassa, mescolando questi due ingredienti fino a ottenere una consistenza densa. Aiutandovi con un sac à poche decorate la vostra bundt cake che a questo punto sarà pronta per essere gustata! Potrete decorare e servire la vostra bundt cake come preferite, guarnendola con del miele e come frutti dei lamponi.

Curiosità

Questa torta prende il nome dalla teglia in cui viene cotta: la teglia Bundt, la quale conferisce all’impasto soffice, durante la cottura in forno, la tradizionale forma a ciambella.

Ma da dove ha origine questa tradizione? Sembrerebbe affondare la radici nella tradizione culinaria tipica del nord Europa. La forma di questo dolce sembra ispirarsi ad una torta europea conosciuta come "Gugelhupf" e diventata famosa intorno agli anni Cinquanta e Sessanta in America a opera di un esperto di metallurgia, David Dalquist, e di sua moglie Dorothy Dalquist.

Nel 1950, David fu avvicinato da un gruppo di donne della locale Hadassah Society con la richiesta riprodurre la Gugelhopf Pan, un utensile utilizzato frequentemente dalla loro madri nel vecchio continente troppo pesante per affrontare il lungo viaggio oltre l’Atlantico e che era quindi stato necessariamente lasciato indietro. Così David Dalquist, seguendo le indicazioni del gruppo, fu in grado di riprodurre il modello richiesto ma in alluminio fuso, un materiale molto più leggero e pratico della ghisa, aggiungendo qualche piega in più alla forma in modo da renderlo più elegante.

Il termine “Bund” in tedesco sta ad indicare “comunità”, “gruppo” e quella “t” finale venne aggiunta solo al momento di voler brevettare il modello e poi fondare l’azienda Nordic Ware, la prima produttrice di questo utensile.

Inizialmente la popolarità di questo stampo non ebbe chissà quale successo che arrivò solo successivamente intorno al 1966, quando una casalinga di origini tedesche si aggiudicò il primo premio durante una famosa competizione di pasticceria amatoriale con un dolce preparato nello stampo Bundt: alla vittoria seguì una massiccia richiesta di stampi (intorno ai 200 mila pezzi) e l’azienda di Dalquist surclassò nella produzione di quel periodo l’allora più venduto modello in circolazione.


al bar

Con Zymil ti senti al 100%...
Anche al bar!


Scopri di più

al bar

Con Zymil ti senti al 100%...
Anche al bar!

Scopri di più