Condividi

Parmalat - logo

7 cocktail analcolici famosi

Sei alla ricerca di un cocktail analcolico? Sai cosa sono i mocktail? Leggi qui di seguito per scoprirlo e trovare delle idee sfiziose adatte a te!


I mocktail


Spesso quando ci si trova a una festa e si ordina un drink al bancone del bar si rimane un po' interdetti perché, in assenza di menù, risulta difficile scegliere una bevanda da gustare che non contenga sempre alcool. Ricordi i nomi dei cocktail con gin, rum o vodka, superfamosi e pluricitati anche in film e in TV, eppure esistono un numero altrettanto cospicuo e gustoso di bevande da gustare la sera o all'ora dell’aperitivo e completamente prive di alcool. Sono i cocktail analcolici, o, come definiti col termine inglese, i mocktail. Questo termine è generato dalla crasi tra la parola mock (finto) e cocktail.

Oggigiorno i mocktail stanno prendendo sempre più piede, perché più salutari, adatti a chi sta facendo una dieta dimagrante e a chi deve rimettersi in macchina ma non vuole rinunciare alla dolcezza di un drink fresco e alla frutta.


Ma cosa si cela dietro le ricette dei mocktail e quali sono le maggiori differenze con le loro controparti alcoliche? Vediamo insieme alcuni famosissimi drink analcolici e i loro ingredienti.


Un esempio molto famoso è la versione analcolica della Piña Colada (il mocktail si chiama Virgin Colada), di cui oggi esistono anche smoothie veri e propri, salutari e senza alcool. Se vuoi prepararla, ti basterà frullare per qualche minuto ananas e latte di cocco in un frullatore o in un robot da cucina fino a che otterrai un composto omogeneo. E il gioco è fatto! Lo smoothie dal gusto di Piña colada é pronto! Un consiglio per renderlo più rinfrescante? Aggiungi dei cubetti di ghiaccio al composto e decoralo con qualche fogliolina di menta.


Altre idee comprendono il succo di pomodoro o altri succhi dal sapore tropicale arricchiti da spezie ed erbe aromatiche. Ve ne indichiamo qualcuna di seguito.


Lo Shirley Temple


Trattasi forse dell’antenato di tutti i mocktail o sicuramente del più famoso tra i primi cocktail analcolici mai preparati per grandi e piccini*.


Lo Shirley Temple è una bevanda analcolica tradizionalmente preparata con birra allo zenzero (ginger ale) e una spruzzata di granatina, guarnita con una ciliegia al maraschino. Le moderne ricette dello Shirley Temple possono prevedere la soda al limone/lime, della limonata e talvolta il succo d'arancia.


Il cocktail è stato forse inventato da un barista del Chasen's, un ristorante di West Hollywood, in California, per servire la giovanissima attrice Shirley Temple, tuttavia esistono altre ipotesi circa la sua origine. Secondo questa versione più famosa, si dice appunto che per il decimo compleanno dell'attrice bambina Shirley Temple (che aveva iniziato la sua carriera nel 1932, all'età di tre anni), un barista del ristorante Chasen's di Beverly Hills avesse creato un cocktail analcolico da servirle mentre cenava con i suoi genitori e le celebrità più anziane.


È risaputo che la famosa attrice non amava essere associata con la bevanda, anzi non le piaceva affatto. In molte sue interviste affermava che il drink era già esistente e conosciuto prima che lei diventasse famosa. Tuttavia, a causa della sua fama, della sua giovane età e dell’assenza di alcool, alla giovane attrice veniva sempre servito questo drink ovunque andasse, anche se le sembrava troppo dolce per i suoi gusti.


L’aggiunta di 50 ml di vodka diede poi origine al cocktail chiamato “Dirty Shirley”.


Il Nojito


Concediti un nojito, un Mojito analcolico! Puoi crearne anche una versione priva di zucchero: i nojito sono un'ottima alternativa alla limonata in estate e sono perfetti per qualsiasi situazione che richieda un drink analcolico. È sempre una buona idea avere un mocktail di qualità a portata di mano.


Prova a sostituire la limonata con un nojito quest'estate, soprattutto se ti trovi per le mani un’abbondante quantità di foglie di menta. Si tratta di un cocktail analcolico facilissimo da preparare, molto dissetante e dal sapore acre del succo di lime.


Il tempo di preparazione è solo di qualche minuto.


Ingredienti:



  • 10-12 rametti di menta fresca

  • 1 lime

  • 1 cucchiaio di agave o zucchero

  • 12 g di acqua frizzante, tonica o soda

  • fette di limone e lime facoltative


In uno shaker mescola la menta con succo di un lime, l'agave e una manciata di ghiaccio tritato.


Versa in 2 bicchieri alti con del ghiaccio. Aggiungi l'acqua frizzante e guarnisci con fette di limone e lime. Ecco fatto!


Frozen Virgin Margarita


Non bere alcolici non è necessariamente una ragione per non assaggiare a un aperitivo buonissimi drink alla frutta, magari a base di arancia, pesca, pompelmo, melograno, fragole o banana.


I cocktail analcolici sono oramai così comuni che ne esistono per tutti i tipi di drink con alcool (persino per lo spritz!).


Quello che proponiamo è il Frozen Virgin Margarita, un preparato a base di succo di lime, limone e arancia.


Ingredienti



  • 1 spicchio di lime

  • sale grosso q. b.

  • ¼ di tazza di succo di lime

  • ¼ di limone

  • 250 ml di Succo Santàl Arancia Bionda

  • Un pizzico di sale fino

  • Ghiaccio q.b.


Procedimento


Il modo più popolare di servire questa bevanda è in un bicchiere per Margarita, di cui dovrai preparare il bordo. Inumidisci il bordo del bicchiere facendo scorrere uno spicchio di lime intorno, quindi spargi del sale grosso. Puoi usare la tua creatività per la decorazione del bordo del bicchiere, sperimentando con sciroppo di zucchero, zucchero di canna, scorza di agrumi ed erbe fresche.


Puoi anche mescolare la scorza di lime e il sale per il Margarita in una ciotola o un piatto poco profondo, poi capovolgere il bicchiere e farlo roteare nella miscela di sale fino a quando il bordo è rivestito.


Unisci una porzione di lime congelato nel frullatore, il succo di lime, di limone e d'arancia. Aggiungi un pizzico di sale.


Aggiungi abbastanza ghiaccio tritato per rendere la bevanda densa e congelata; circa 3-4 tazze. Dovresti ricavare circa 5 bicchieri di composto. Versalo in una grande brocca e mettilo in frigorifero o nel congelatore.


Altri 4 cocktail analcolici super famosi


Esistono tantissimi altri mocktail classici e superconosciuti, dal colore accattivante o gli aromi invitanti. Vuoi qualche esempio per chiederne uno al barman alla prossima uscita? Ecco qui di seguito alcune varianti che potete provare a realizzare anche in casa.



  • Red Sunset - Per la base di arancia e ananas, consigliamo di utilizzare il Succo Santàl Arancia Bionda e il Succo Santàl Ananas. Aggiungi poi qualche fogliolina di menta e non dimenticare il ghiaccio!

  • Rose Lemon Spritzer - Se hai voglia di bollicine, prendi un po' di acqua tonica o succo di limone e miscelalo con il Succo Santàl Pompelmo e un cucchiaino di limone per il tocco dolce finale.

  • Sangria analcolica - Usa la frutta tagliata a fette che preferisci (arancia e pesca sono la base) e immergila nel Succo Santàl Refresh Melograno e Uva Rossa e al Succo Santàl Pesca e, come al solito, con un po' di ghiaccio.


*superiori ai 3 anni


prossimo articolo

Benefici del cocco: tutto quello che c’è da sapere

LEGGI