Condividi

Parmalat - logo

Vasocottura: trucchi e consigli

La vasocottura è una tecnica di cottura con radici antichissime, tornata in auge come metodo di cottura all'insegna della cucina sana e di effetto.


Questa cottura in vaso è ormai di gran moda perché permette di realizzare dei piatti gustosi e profumati riducendo al minimo l'uso del sale e dei grassi. La vasocottura è proprio una modalità di preparazione alleata della salute!


Se volete saperne di più riguardo a questa tecnica tradizionale, non vi resta che leggere qui di seguito!


Che cos'è la vasocottura


La vasocottura è una tecnica di cottura con origini molto antiche, si ritrovano tracce di questa cottura in barattolini di vetro in moltissime ricette della tradizione: basti pensare alla ricetta toscana dei fagioli al fiasco per comprendere quanto lontana sia la comparsa della vasocottura.


Rivalutata tantissimo negli ultimi anni da chef stellati e amanti della cucina gourmet, la vasocottura è salita alla ribalta per il suo aspetto seducente e per le qualità nutritive: grazie a questo tipo di cottura i sapori e gli aromi sono preservati e il risultato finale è un'esplosione di gusto.


Particolarmente amata dai salutisti per la quasi nulla percentuale di sali e grassi, la vasocottura non solo è sana, ma anche pratica, veloce e versatile: basterà inserire in un vasetto tutti gli ingredienti e cuocere in forno, al microonde, a bagnomaria o porre direttamente in frigorifero. Il procedimento è dunque uguale a quello per fare la marmellata.


La rapidità e la bontà di questa tecnica rende la vasocottura molto popolare in Italia e in Francia, in cui si vedono servite in questi barottolini delle pietanze buonissime che hanno allo stesso tempo conservato il loro valore organolettico, senza la dispersione di liquidi.


Se vi state chiedendo se ci sono dei barottolini di vetro specifici per la vasocottura, la risposta è sì: procuratevi dei vasetti in vetro con una guarnizione (questo garantirà la non fuoriuscita degli aromi) e delle particolari clips, utili per la cottura al microonde. Per evitare qualsiasi rischio, è consigliato eseguire la vasocottura a temperature più basse.


Dovete sapere inoltre che ci sono vari di tipi di vasetti:



  • in vetro, con il classico tappo a vite;

  • in acciaio, non adatti al microonde ma ottimi per altre cotture;

  • in vetro con la guarnizione color terracotta, i più utilizzati per la vasocottura.


La guarnizione color terracotta è costituita da dei particolari materiali siliconati, i migliori per le cotture ad alte temperature.


Per ottenere un risultato eccezionale, è necessario scegliere dunque degli ingredienti che abbiano gli stessi tempi di cottura. Questa tecnica infatti rende impossibile l'aggiunta di un ingrediente in un secondo momento, ma devono essere tutti inseriti nel vasetto.


Tra i vantaggi della vasocottura vi è la minore riduzione di peso dei liquidi, dunque una resa maggiore di sapore: questa tecnica di cottura mantiene il sapore senza dispersione. Il valore aggiunto della vasocottura è la personalizzazione dei barattolini, i quali posso essere decorati e arricchiti secondo i vostri gusti. Prima di decorare il vasetto, scegliete con attenzione il contenitore giusto con una buona chiusura ermetica per evitare un pasticcio!


Vasocottura in forno


La vasocottura in forno tradizionale è adatta a tutte quelle cotture che richiedono una temperatura più alta. Via libera dunque a secondi piatti di carne come le polpette; ricordatevi di aggiungere sempre una parte liquida nei vasetti, a seconda dei vostri gusti potete aggiungere dell'acqua, del vino rosso, del brodo oppure del latte. Una volta aggiunti tutti gli ingredienti, potete chiudere il vasetto privandolo delle guarnizioni di gomma e infornare in forno statico a 180°. Una volta completata la cottura, non dovete aprire assolutamente i vasetti appena sfornati, come una pentola a pressione vanno lasciati riposare chiusi almeno una mezz'ora prima di aprirli. Riponete le guarnizioni di gomma sopra il coperchio per favorire il processo di sottovuoto.


La cottura ideale per questo tipo di tecnica sarebbe mediante il forno a vapore: la temperatura ideale deve essere più bassa, sempre in riferimento al cibo che si vuole cuocere, ma deve essere idealmente 90°. Per garantire un ottimo risultato è fondamentale che tutte le pietanze inserite arrivino a ebollizione. Se non avete in casa un forno a vapore, in ambito casalingo potete sistemare il vasetto da cuocere in una pirofila ripiena d'acqua e infornare in un forno ventilato non superando mai la temperatura di 180°.


Portare a ebollizione gli alimenti è importante per iniziare il processo di pastorizzazione. Lo stesso risultato si può ottenere grazie alla cottura a bagnomaria, inserendo il barattolino in un pentolino abbastanza grande da contenerlo e lasciar cuocere per circa 10 minuti. Se si stanno utilizzando dei vasetti in vetro, dovete avere cura di avvolgerli in un canovaccio da cucina per evitare che il calore elevato rompa i barattoli durante la cottura.


Un'idea gustosa per sperimentare la vasocottura in forno è preparare una panna cotta: tutto quello di cui avete bisogno è della Panna Fresca Chef e della colla di pesce, poi scegliete il vostro topping preferito e il gioco è fatto!


Vasocottura al microonde


Sulla vasocottura in microonde si sono espressi i più grandi esperti di cucina, tra cui Montersino, Tacchella e Mometti. Quest'ultimo ha dedicato un intero libro sulla vasocottura.


Quello che l'esperienza di questi chef ha trasmesso è che il risultato finale è fortemente dipendente da diverse variabili: la sua capacità, la manutenzione dell'elettrodomestico, la distanza tra il magnetron e il piatto sono solo alcuni esempi. Tutte queste variabili rendono la potenza di ciascun microonde diversa dall'altra: uno può avere una media potenza, un altro una più debole. Per definire la potenza del vostro microonde basterà un facile test fatto con dell'acqua. Questo sarà utile per comprendere quale sia la potenza testata attuale del vostro elettrodomestico.


Tutto quello che dovete fare è prendere un vasetto da 500 ml, riempirlo quasi del tutto con dell'acqua a temperatura ambiente e chiudere il vasetto con il tappo a gancio. Mettete nel microonde a una potenza media. Se l'acqua raggiungerà il bollore nell'intervallo di tempo tra i tre e quattro minuti, la potenza che state usando sarà quella testata.


Per garantire un'ottima cottura e il completamento del processo di sottovuoto, è importante che i vasetti siano sterilizzati. Per effettuare il lavaggio dei vasetti, fateli cuocere avvolti da un canovaccio a bagnomaria per circa 10 minuti per evitare fratture. Dopodiché riempiteli con il cibo che preferite, come ad esempio delle conserve o una buonissima marmellata di zucca. Fate pressione e chiudete bene i vasetti. A questo punto capovolgete i barattoli ben chiusi per favorire il sottovuoto.


Occhio a utilizzare una guarnizione integra, come la conservazione dei ganci è altrettanto importante, perché se quest'ultima è danneggiata può compromettere il risultato del sottovuoto. Se non avete idea di come aprire i vasetti sottovuoto, dovete sapere che vanno messi sganciati nel microonde e deve essere impostata la massima potenza. Continuate fino a quando i vasetti non saranno aperti. Per evitare che il vasetto si rompa ricordatevi di rimuovere dal frigorifero il vasetto tempo prima, in modo che non ci sia un'escursione termica.


Un'ultima accortezza sull'introduzione di vasetti nel microonde: controllate che i manici di metallo siano adatti a questo tipo di cottura, le diverse percentuali di alluminio e la forma di alcuni tipi di manico potrebbe causare la presenza di scintille.


Una ricetta interessante al microonde è quella delle lasagne light in vasocottura al radicchio e ricotta. Il tocco della Besciamella Leggera Chef renderà queste lasagne ancora più irresistibili. Provare per credere!


Riso in vasocottura


Avete voglia di un buon riso con gamberi e asparagi? Ecco a voi la ricetta facile e veloce per un primo piatto super!



  • Gamberi sgusciati 100gr

  • Brodo vegetale 100 ml

  • Riso basmati 50 gr

  • Asparagi 60 gr

  • Cipolla 10 gr

  • Olio extra vergine di oliva 25 gr

  • Sale q.b.

  • Pepe q.b.


Per preparare un ottimo riso in vasocottura, per prima cosa affettate finemente la cipolla e conditela con olio e sale. Fatela rosolare per due minuti alla massima potenza in microonde.


Mentre la cipolla cuoce, preparate gli asparagi. Dopo averli lavati, tagliateli in piccoli pezzi. A questo punto ponete in un vasetto da 750 ml la cipolla, gli asparagi, il riso e gamberi.


Condite con erbe aromatiche a aggiungete 100 ml di brodo vegetale. Amalgamate tutti gli ingredienti, pulite con cura i bordi del vasetto e agganciate il coperchio.


Ponete il vasetto nel microonde impostato alla vostra potenza attuale per circa 7 minuti. Al termine della cottura, lasciate raffreddare per circa un quarto d'ora.


Aprite il vasetto al momento del consumo, lasciate uscire il vapore in eccesso. Resterete inebriati dal profumo.


Verdure in vasocottura


Esistono molte ricette in cui poter sfruttare la vasocottura: le migliori sono senz'altro quelle con le verdure, in quanto questo tecnica di cottura ne preserva il valore nutritivo e ne esalta i sapori. Potete sperimentare un timballo di zucchine, una zuppa di broccoli, del miglio in vasocottura con scorza di limone, ceci e curcuma oppure una lasagnetta di verdure, o perché no, la famosissima ratatouille!


Qui vi proponiamo la ricetta della parmigiana di zucchine in vasocottura, rapida e gustosissima:



  • Zucchine 150 gr

  • Passata di pomodoro 75 ml

  • Scamorza 20 gr

  • Prosciutto cotto 20 gr

  • Pangrattato q.b.

  • Parmigiano q.b.

  • Basilico q.b.

  • Olio extra vergine di oliva q.b.

  • Sale q.b.


Dopo aver tagliato con una mandolina le zucchine con uno spessore di 2 mm, conditele con del sale. A questo punto occupatevi della passata di pomodoro: aggiungete del sale, una foglia di basilico e dell'olio e mescolate con cura facendo amalgamare bene gli ingredienti.


Tagliate a cubetti la scamorza e il prosciutto cotto. Dopodiché cominciate a stratificare il fondo di un vasetto da 500 ml, ponendo dapprima sul fondo del pangrattato e della salsa di pomodoro. Proseguite aggiungendo le zucchine e copritele con la scamorza e il prosciutto cotto.


Ripetete l'operazione fino ad arrivare a circa un terzo del barattolo. Sulla superficie cospargete la restante salsa di pomodoro e il formaggio grattugiato. Ponete nel microonde alla vostra potenza attuale per circa 6 minuti. Trascorso il tempo lasciate riposare senza aprire il vasetto per 20 minuti.


Gustate la vostra parmigiana di zucchine calda. Buon appetito!


Pesce in vasocottura


La vasocottura vi ha incuriosito? Provate questa ricetta, non ne farete più a meno! Per preparare il salmone con pomodorini in vasocottura vi serve:



  • Trancio di salmone 200 gr

  • Pomodori datterini 5

  • Olio extravergine d'oliva q.b.

  • Basilico q.b.

  • Sale q.b.

  • Aglio 1


Questa ricetta è a portata anche dei meno pratici in cucina: vi basterà inserire il trancio di salmone, l'aglio in camicia, i pomodori datterini, un cucchiaio di olio, il basilico e le altre vostre erbe aromatiche preferite in un vasetto da 750 ml.


Dopo aver pulito i bordi del barattolo, chiudete con cura il vasetto e ponetelo in microonde alla vostra potenza attuale per cinque minuti. Una volta trascorso il tempo di cottura, lasciate raffreddare il vasetto a temperatura ambiente per venti minuti prima di aprirlo. Ecco fatto!


Se non amate il salmone, potete sostituirlo con del buonissimo baccalà.


prossimo articolo

Frutto della passione: cos’è, come si usa e quali sono i benefici

LEGGI