Condividi

Parmalat - logo

Cocktail analcolici senza zucchero: drink leggeri ma ricchi di gusto

Oggi vogliamo parlarti dei cocktail analcolici con un basso contenuto di zucchero. Pensi sia poco possibile? Continua a leggere, resterai stupito.




Cocktail analcolici senza zucchero


Il periodo estivo e in particolare le settimane attorno a ferragosto sono un momento per cene di famiglia, con amici, falò in spiaggia e aperitivi al tramonto. Le feste sono spesse accompagnate da drink dissetanti, cocktail o altre bevande zuccherate. Ma chi ha detto che i drink più colorati ed eleganti contengano necessariamente dell'alcol: esistono bevande altrettanto dissetanti e accattivanti, come i freschi cocktail analcolici. Quali? I mocktail ovviamente! Ossia dei cocktail senz'alcool.

I mocktail sono bevande che usano ingredienti come frutta ed erbe per creare un cocktail gustoso e perfetto per la tua vacanza che non ha nulla da invidiare alle varianti alcoliche o alle sostanze zuccherate come miele o caramello.


Si può utilizzare un po’ di tutto quello che hai in cucina, dalla mela alle fragole, dalle more alle ciliege, dal kiwi all’anguria, dal cocco al melograno, dalle decorazioni con basilico e rosmarino e infine basi di bitter o limonata. Questi drink sono dissetanti e rinfrescanti e riescono ad appagare qualsiasi palato, tanto sono vari. Alcuni mocktail sono altrettanto famosi quanto le loro controparti alcoliche, si pensi alla Virgin Colada e allo Shirley Temple.


Queste bevande analcoliche sono così dissetanti e nutrienti, ricche delle proprietà nutrizionali della frutta, che offrono al contempo un sapore e un gusto stuzzicante e unico.


Le ricette dei vari cocktail che ti suggeriamo in questa sezione conservano le stesse proprietà nutrizionali dei frutti con i quali sono preparati: pesca, ananas, limone e menta e non solo. Pesca e limone, così come limonata, succo di pompelmo o melograno sono ingredienti classici dei cocktail analcolici da aperitivo, soprattutto per quanto riguarda l’aroma e le proprietà depurative.


Cerchi qualche idea? Eccone alcune qui: ce n'è per tutti i gusti e di ogni colore.


Mojito Cocktail: sugar & gluten free


Un mocktail mojito sfizioso e senza zucchero è un'ottima scelta quando vuoi qualcosa di festoso, dissetante e frizzante, ma senza alcool. Questo semplice mocktail (noto anche come "nojito") è una bevanda per le serate estive e le feste diurne, prevede solo tre ingredienti ed è estremamente facile da preparare.


Se ti piace il gusto del mojito con le foglie di menta fresca schiacciate, spicchi di lime e zucchero, ma cerchi qualcosa di analcolico, ecco la variante che fa per te: un mocktail classico e delizioso adatto a ogni momento dell'anno e perfetto per dissetarti nelle calde giornate estive.


Ingredienti



  • 1 lime tagliato a spicchi

  • 20 foglie di menta fresca

  • 1,5 l di acqua frizzante o acqua tonica

  • ghiaccio tritato opzionale

  • fetta di lime decorativa e opzionale


Preparare un mojito analcolico è semplicissimo. Basta raccogliere alcune foglie di menta, tagliare il lime a spicchi e schiacciarli insieme con un pestello o un cucchiaio di legno. O direttamente nel bicchiere, in una brocca o in uno shaker. Fai in modo che il lime e la menta siano ben schiacciati così da sfruttare al massimo tutto il loro succo e il loro profumo.


Quando il lime e la menta vengono tritati, aggiungi una buona quantità di ghiaccio tritato. Quindi completa il tutto con acqua gassata e guarnisci con una fetta di lime o alcune foglie di menta, se ne hai voglia.


Perché questa ricetta funziona comunque? Le foglie di menta fresca aggiungono molto gusto e rendono questo drink così rinfrescante, soprattutto quando unite al lime fresco. L'acqua frizzante lo rende anche ancora più idratante.


Cinderella


Il gusto della frutta tropicale prende vita nel rinfrescante mocktail noto come Cinderella (nome inglese per Cenerentola). È da tanti anni oramai una delle bevande miste preferite da tutti e fa parte a tutti gli effetti delle tendenze analcoliche del nostro millennio. La Cenerentola è fantastica nei pomeriggi estivi, può essere condivisa in un picnic o in una festa di compleanno e rende anche favoloso un brunch in compagnia.


La Cenerentola è un facile mix di tre succhi di frutta, con eventuale aggiunta di granatina e birra allo zenzero (o ginger ale). I succhi di frutta creano una base acida che viene ammorbidita dalla dolcezza della granatina. Alla fine, avrai un bicchiere alto e rinfrescante e la parte migliore è che ci vuole solo un minuto per la preparazione.


In questa nostra versione noi proponiamo un mocktail privo di zuccheri, grazie all’uso di succhi di frutta della linea Santàl come il succo d'ananas e quello d'arancia.


Ingredienti



  • 45 ml di Succo Santàl Arancia Bionda

  • 45 ml di Succo Santàl Ananas

  • 15 ml di succo di limone

  • Acqua frizzante

  • Ghiaccio q.b.

  • Fetta di arancia per guarnire


Versa il succo di arancia, limone e ananas in un bicchiere alto con un po' di ghiaccio e mescola per un minuto circa. Allunga leggermente con acqua frizzante. Per decorare, guarnisci con una fettina d'arancia o delle ciliegie.


San Francisco


Per trovare un poco di refrigerio dalla calura estiva, vi proponiamo un altro mocktail simile al Cinderella, altrettanto facile da preparare ma con una nota più acidula data dall’aggiunta del pompelmo.


Questo cocktail analcolico prende il nome dalla città californiana al confine con il Messico.


Ingredienti



  • 3-4 cubetti di ghiaccio

  • 250 ml di Succo Santàl Arancia Bionda

  • 250 ml di succo al limone

  • 250 ml di Succo Santàl Ananas

  • 250 ml di Succo Santàl Pompelmo

  • una tazza circa di granatina

  • Soda


Anche questo procedimento è super semplice, prevede solo che vengano versati in un contenitore tutti i succhi di frutta (arancia, ananas e succo di pompelmo) e poi uniti a un po’ di ghiaccio. Per allungare il drink, si può aggiungere un po’ di acqua tonica, ma evita la soda, lo sciroppo di frutta o la granatina se vuoi un drink completamente sugar-free). Per la decorazione, consigliamo una fetta di lime.


prossimo articolo

Benefici del cocco: tutto quello che c’è da sapere

LEGGI