Condividi

Parmalat - logo

Proprietà e benefici dell’albicocca

Sai che l'albicocca è un alimento dalle enormi proprietà nutritive e non solo un frutto dalla consistenza e dal sapore tanto amati? Vediamo insieme perché.




L’albicocca: origine e specificità


L'albicocca è il frutto dell’albicocco, che fa parte di una delle tante specie del genere Prunus (frutti di pietra). In Italia la sua stagione di maturazione è circa tra il mese di maggio e quello di agosto, quando sugli alberi appaiono i buonissimi frutti al posto dei bei fiori bianchi. In agricoltura e commercio esistono diverse varietà di albicocche, tuttavia generalmente, la specie di albicocca più comune è la Prunus armeniaca, anche nota come prugna armena. Di forma rotondeggiante e dal colore giallo tendente all’arancione, le albicocche sono più piccole delle pesche (solitamente più rosacee), ma condividono la acidità e il gusto amarognolo delle prugne viola.

L'origine dell'albicocca è controversa: era sicuramente conosciuta in Armenia nei tempi antichi (da qui infatti deriva il nome latino scientifico della pianta) ed essendo stato coltivato lì per così tanto tempo si pensa che abbia avuto origine proprio in questo Paese. Secondo altri esperti, invece il suo centro di origine sarebbe la regione cinese, dove avrebbe avuto luogo l'addomesticamento dell'albicocca. Le albicocche sarebbero state coltivate in Cina dal 1000 a.C. A partire dal VII secolo circa le albicocche in Cina sono state conservate con vari metodi tra cui la più comune: l'essiccazione.


Altre fonti affermano che l'albicocca fu coltivata per la prima volta in India intorno al 3000 a.C. Oggigiorno è coltivata anche nel bacino mediterraneo dove si tratta di un frutto estivo.


Questi frutti sono estremamente nutrienti e hanno molti benefici per la salute, migliorano infatti la digestione, fanno bene alla pelle e rinforzano le difese immunitarie come altri tipi di frutta.


I benefici delle albicocche


Le albicocche sono molto nutrienti e contengono molte vitamine e sali minerali essenziali.


La polpa di 70 grammi di albicocche fresche (per intenderci, circa due frutti di medie dimensioni) fornisce i seguenti valori nutrizionali:



  • Calorie: 34

  • Carboidrati: 8 grammi

  • Proteine: 1 grammo

  • Grassi: 0,27 grammi

  • Fibra: 1,5 grammi

  • Vitamina A

  • Vitamina C

  • Vitamina E

  • Potassio

  • Fosforo

  • Magnesio


Inoltre, questo frutto è una discreta fonte di beta-carotene (uno dei carotenoidi), luteina e zeaxantina, tutti potenti antiossidanti che aiutano a combattere i radicali liberi nel tuo corpo.


È meglio godersi le albicocche intere e non pelate, poiché la buccia vellutata e gustosa vanta grandi quantità di fibre e sostanze nutritive. Assicurati di scartare il nocciolo, poiché non è commestibile.


Le albicocche sono un'ottima fonte di molti antiossidanti, tra cui il beta carotene e le vitamine A, C ed E: 70 grammi di questo frutto contengono circa l’8% del fabbisogno umano giornaliero di queste vitamine. Inoltre, questi frutti sono ricchi di un gruppo di antiossidanti polifenolici chiamati flavonoidi, che hanno dimostrato proteggono dalle malattie, tra cui diabete e malattie cardiache.


Questi composti lavorano per neutralizzare i radicali liberi, che sono composti dannosi che danneggiano le cellule e causano stress ossidativo. Lo stress ossidativo è legato all'obesità e a molte malattie croniche, come le malattie cardiache.


Poiché ricche di vitamina A, C ed E, le albicocche fanno bene alla vista. La vitamina A svolge un ruolo vitale nella prevenzione della cecità notturna, un disturbo causato dalla mancanza di pigmenti leggeri nei tuoi occhi, mentre la vitamina E è un antiossidante liposolubile che entra direttamente negli occhi per proteggerli dai danni dei radicali liberi. Nel frattempo, il beta-carotene (che dà alle albicocche il loro colore giallo-arancio) viene convertito dall’organismo umano in vitamina A.


Le albicocche mature possono favorire la salute dell'intestino e la regolarità intestinale, anche grazie alla loro fibra alimentare. 165 grammi di albicocche affettate forniscono 3,3 grammi di fibra, ossia rispettivamente 8,6% e il 13,2% del fabbisogno giornaliero di uomini e donne. Le albicocche contengono sia fibre solubili che insolubili. Il tipo solubile si dissolve in acqua e include pectina, il sorbitolo e lunghe catene di zucchero chiamate polisaccaridi, mentre il tipo insolubile non si dissolve in acqua e include la cellulosa.


E l'albicocca è buonissima anche come succo di frutta! Hai mai provato il Succo Santàl Albicocca? Se la risposta è no, è ora di farlo!


Albicocche e bellezza


Inoltre, mangiare albicocche può essere benefico per la pelle.


Le principali cause di rughe e danni alla pelle sono fattori ambientali, come il sole, l'inquinamento e il fumo di sigaretta. Inoltre, alcune ricerche mostrano il collegamento diretto tra l’esposizione alla luce ultravioletta (UV), le scottature solari e il rischio di melanoma all’epidermide, una forma mortale di cancro della pelle.


In particolare, puoi combattere alcuni di questi danni alla pelle attraverso una dieta ricca di antiossidanti, fornita dalle albicocche.


Le vitamine C ed E, entrambe presenti in questo frutto, possono aiutare la pelle. In particolare, è noto che la vitamina C protegge dai danni dei raggi UV e dagli inquinanti ambientali neutralizzando i radicali liberi. Inoltre, questa vitamina aiuta a costruire il collagene, che dona alla pelle forza ed elasticità. Seguire una dieta ricca di vitamina C può aiutare la pelle a guarire dai danni UV e prevenire le rughe.


Il beta-carotene, inoltre, sembra poter proteggere dalle scottature solari. Questo ovviamente non significa che mangiare albicocche consente di evitare di mettere creme e protezione solare, ma certo esse possono offrire una protezione aggiuntiva.


L'albicocca, infine, è tra i frutti più ricchi di potassio. In una porzione di 2 frutti è contenuto circa l’8% del fabbisogno di questo minerale molto drenante e antagonista del sodio, che libera i tessuti dai liquidi in eccesso, contrastando efficacemente la ritenzione idrica e la cellulite.


Altri usi delle albicocche


Come abbiamo visto, l’albicocca è un frutto molto importante per mantenere un’alimentazione salutare ed equilibrata per via della loro azione benefica sul corretto metabolismo e il loro elevato apporto energetico.


Le albicocche sono tipicamente consumate fresche, ma una tipologia molto amata sono anche le albicocche essiccate, le albicocche secche oppure le albicocche sciroppate.


Questo frutto ricco di zuccheri è inoltre utilizzato per la produzione di marmellata, sciroppi, confetture o di yogurt.


Dato la loro capacità idratante e benefica per la pelle, le albicocche sono inoltre utilizzati nella cosmesi e nei prodotti di bellezza, soprattutto nella preparazione di creme e maschere per il corpo in particolare creme viso e mani, shampoo e balsami per i capelli.


prossimo articolo

Benefici del cocco: tutto quello che c’è da sapere

LEGGI