Condividi

Monkey Bread - Parmalat

preparazione
Preparazione: 35 min + 3 ore di lievitazione Cottura: 40 min

Difficoltà
Media

Farina integrale 450 gr

Latte Zymil Microfiltrato Gustoso Digeribile 240 ml

acqua 50 ml

zucchero di canna 215 gr

Uova 1

tuorlo 1

Vedi tutti gli ingredienti

preparazione
Preparazione: 35 min + 3 ore di lievitazione Cottura: 40 min

Difficoltà
Media

ingredienti

Farina integrale 450 gr

Latte Zymil Microfiltrato Gustoso Digeribile 240 ml

acqua 50 ml

zucchero di canna 215 gr

Uova 1

tuorlo 1

Vedi tutti gli ingredienti

Tra i dolci statunitensi più amati c'è anche il monkey bread, una sorta di pane dolce alla cannella che gli americani traducono simpaticamente con “pane delle scimmie”.

La torta che vi proponiamo è un dolce soffice e gustoso, composta da tante sfere cosparse di un mix di aromi e zucchero di canna che possono essere più o meno farcite. In questa ricetta vi proponiamo la versione ancora più leggera, senza farcitura.

La preparazione di questo impasto è semplice da realizzare, ma bisogna che prestiate attenzione ai tempi e le modalità della lievitazione che sembra un po' richiamare la preparazione del pan brioche, anche se a differenza di quest’ultimo, il monkey bread è molto più aromatizzato.

Grazie all’utilizzo del Latte Zymil Microfiltrato Gustoso Digeribile, questo dolce sarà indicato sia per una ricca colazione che per una sfiziosa merenda e sarà amatissimo dai bambini, ma ammettiamolo, anche dagli adulti.

Pronti, partenza, via!


Preparazione

Preparazione: 35 min + 3 ore di lievitazione Cottura: 40 min
totali

Prendete due ciotoline, in una sciogliete il lievito nel latte tiepido, nell’altra, versate l'acqua, aggiungete il sale e fatelo sciogliere.

Nella planetaria (se non l’avete, impastate anche a mano), versate la farina setacciata e lo zucchero e, successivamente, il latte con il lievito sciolto e azionate le fruste a velocità media.

A questo punto, aggiungete l'acqua con il sale sciolto, l'uovo intero e, solo quando quest’ultimo sarà stato incorporato completamente, unite anche il tuorlo.

Quando le uova saranno completamente amalgamate, montate il gancio della planetaria e lavorate l'impasto fino a quando non sarà diventato morbido e omogeneo.

È arrivato il momento di spostare il vostro composto in una ciotola con pellicola trasparente che lascerete lievitare per 2 ore a una temperatura tra i 26-28°.

Nel frattempo, preparate in una ciotola il mix di cannella e zucchero di canna. Dopo la lievitazione, il vostro impasto sarò raddoppiato, prendetelo, e lavoratelo con le mani su un piano infarinato e formate delle palline di circa 3 cm.

Ricoprite tutta la superficie delle palline con il mix precedentemente preparato. Foderate con carta forno uno stampo da ciambella dai bordi alti e disponete le palline una accanto all'altra, ma senza un criterio specifico, fino a creare uno strato superiore.

Fate nuovamente lievitare il dolce per circa 1 ora a temperatura ambiente. Cuocetelo in forno statico preriscaldato a 190° per 40 minuti (forno ventilato a 170° per 35 minuti).

A fine cottura, il monkey bread dovrà essere dorato: quando si raffredda, capovolgetelo e spolverate con dello zucchero a velo.

Curiosità

Le origini del monkey bread non sono note ma si ipotizza che la sua forma a grappolo sia somigliante all’albero africano del baobab che, in inglese, è chiamato “monkey bread tree”.

In ogni caso, questo dolce così invitante può avere delle variazioni nei suoi ingredienti. Innanzitutto, potete farcire le palline con una marmellata con poco zucchero e del gusto che più preferite.

Potreste variare il mix in cui aromatizzate l’impasto delle palline, inserendo oltre allo zucchero di canna, della scorza di limone o arancia, o riducendo la quantità della cannella e aggiungendo una spolverata di noce moscata e cardamomo. Se, invece, unite lo zenzero fresco grattugiato, il vostro composto finale risulterà più piccante.

Per quanto riguarda le farine, potete variarle a secondo delle vostre esigenze: potete, per esempio, miscelare due farine, quella integrale e quella di Manitoba; se invece, siete celiaci, potreste mischiare la farina di mandorle e quella di grano saraceno o qualsiasi altra farina gluten-free gradiate di più.

Nella ricetta, vi proponiamo di utilizzare uno stampo per ciambella dai bordi alti, ma potete anche utilizzare un normale stampo per torte o, addirittura, una pirofila.

Quando componete la torta, non c’è un ordine preciso per disporre le vostre palline, però se l’ultimo strato (quindi, il primo che comporrete) sarà uniforme, l’estetica finale sarà migliore al momento di capovolgere il vostro dolce.


al bar

Con Zymil ti senti al 100%...
Anche al bar!


Scopri di più

al bar

Con Zymil ti senti al 100%...
Anche al bar!

Scopri di più