Condividi

Parmalat - logo

Come cucinare lo spezzatino

Tenero e gustoso, lo spezzatino è un taglio di carne, che può essere di tutti i tipi (vitello, maiale, pollo, cinghiale), dove quest'ultima risulta particolarmente morbida.

Lo spezzatino di carne, infatti, è cotto lentamente in un recipiente chiuso e a basse temperature, dove la carne si cuoce nel liquido aggiunto nella pentola (brodo, acqua, pomodoro) e grazie al vapore emanato.

Può essere preparato in casseruola o in pentola a pressione, ma anche in forno. E se amate le ricette vegetariane, nessun problema: potrete sostituire la carne ai bocconcini di soia.

Continuate a leggere per scoprire tutti i nostri consigli su come cucinare lospezzatino in modo sfizioso e gustoso.

Come cucinare lo spezzatino con la pentola a pressione

Solitamente quando si parla di spezzatino si intende pezzetti di carne di vitello. Ma si può parlare di spezzatino anche per la carne di maiale, di cinghiale, di pollo, nonché se si parla di soia.

Di consueto, lo spezzatino viene cotto in casseruola, ma vista la modalità di cottura, un ottimo modo per preparare lo spezzatino è cuocerlo nella pentola a pressione, che ha anche il pregio di diminuire i tempi di realizzazione.

Anche se le modalità variano in base al tipo di carne utilizzata e dalla ricetta che si intende realizzare, in generale per cuocere lo spezzatino in pentola a pressione si inizia dal soffritto, dove viene fatta rosolare la carne (che spesso viene infarinata), gli aromi e le verdure.

Dopo di che si aggiunge il liquido, nella maggior parte dei casi il brodo, e si chiude la pentola a pressione. Quando inizia a fischiare, la cottura deve andare ancora per una ventina di minuti. Trascorso il tempo necessario, una volta fatta sfiatare la valvola, lo spezzatino è pronto per essere portato in tavola.

Nel caso in cui volete aggiungere degli ingredienti a fine cottura, vi suggeriamo di usare la Panna Classica Chef che va unita allo spezzatino dopo aver fatto uscire fuori l'aria dalla pentola. Continuate a tenere lo spezzatino sul fuoco ancora per qualche minuto, ovvero per il tempo necessario ad amalgamare gli ingredienti e creare una gustosa cremina.

Come cucinare lo spezzatino al forno

Lo spezzatino in forno può essere cotto in più modi. Potete metterlo in una teglia con le patate, olio, aglio, sale e aromi, come il prezzemolo oppure rosmarino e salvia. Infornate a 150° per un'oretta. Sfornatelo e servitelo.

Per donargli cremosità, create una stuzzicante salsina di panna. In un tegamino fondete il burro, aggiungete la farina mescolando velocemente per evitare che si formino grumi e, una volta diventata color oro pallido, unite un pizzico di pepe, quindi aggiungete la Panna Fresca Chef e fate sobbollire delicatamente il tutto per qualche minuto fino a ottenere la consistenza desiderata.

Oppure, se utilizzate una panna da cucina aromatizzata Chef, come la Panna ai Funghi Porcini Chef o la Panna al Tartufo Chef, vista la sua consistenza, potete direttamente utilizzarla al naturale. Vi basterà scaldarla un po', disporla sul piatto, e adagiarci sopra il vostro spezzatino con patate.

Per rendere lo spezzatino ancora più tenero, la cottura dovrà iniziare in padella e terminare nel forno. Se volete cucinarlo con le patate, iniziate a lessare quest'ultime. Dopo di che, fate rosolare i cubetti di manzo con la cipolla, il sedano e la carota. Sfumate con del vino rosso e fate cuocere per circa 1 ora.

Adesso passate lo spezzatino in una teglia e copritelo con le patate lesse, che avrete tagliato a pezzetti. Completate con gli aromi e un po' d'olio EVO. Infornate per un quarto d'ora: l'obiettivo sarà creare una deliziosa crosticina sulla sommità.

Come cucinare lo spezzatino al sugo

Protagonista di ricette tramandate di generazione in generazione, lo spezzatino al sugo è uno dei secondi piatti più apprezzati della tradizione italiana.

Carne tenera tanto da essere amata anche dai più piccoli, lo spezzatino al sugo è una ricetta adatta per i pasti invernali. Facile da preparare, questo secondo piatto può essere realizzato con diversi tipi di carne, dal vitello al cinghiale, passando per il maiale e il pollo. Di questa ricetta ne esiste anche la variante vegetariana: provate a prepararlo utilizzando la soia oppure il seitan.

Per cucinare lo spezzatino al sugo iniziate dal soffritto. Dopo averli lavati, tagliate in piccoli pezzi il sedano, la carota e la cipolla e fateli appassire in una padella con l'olio EVO. Nel frattempo, in una casseruola rosolate la carne con 1 cucchiaio di olio EVO e 1 noce di burro. Adesso aggiungete il soffritto e fate insaporire per qualche minuto. Salate, pepate e aggiungete la farina a pioggia, setacciandola, e mescolate con cura per evitare che si formino grumi.

Una volta assorbita completamente la farina, sfumate con il vino bianco e lasciate evaporare l'alcol a fiamma alta. Aggiungete il brodo, che dovrà coprire a filo la carne, e unite del rosmarino. Adesso inserite un paio di cucchiai di concentrato di pomodoro e mescolate bene.

Coprite con un coperto e fate cuocere a fiamma bassa per un'oretta, mescolando di tanto intanto per evitare che si attacchi al fondo della casseruola. Trascorsi circa 60 minuti, potete aggiungere le patate tagliate a tocchetti e proseguite la cottura per altri 40 minuti. Il vostro spezzatino al sugo è pronto. Portatelo in tavola ancora caldo.

Per quanto riguarda la cottura, ricordatevi che il pollo cuoce più velocemente degli altri tipi di carne. Stessa cosa vale per la soia e il seitan.

Come cucinare lo spezzatino di vitello

Lo spezzatino di vitello è un piatto tenero amato da grandi e piccini che può essere cucinato seguendo numerose ricette. Oltre che con il pomodoro, potrete prepararlo in bianco, sfruttando la Panna Classica Chef come ingrediente principe che dona cremosità. Potrete cucinarlo da solo o con patate. Oppure, è buonissimo se fatto anche con i piselli o altre verdure, come i peperoni, i carciofi o i funghi.

Pulite la carne eliminando le parti più grasse, dopo di che tagliatela a cubetti, che dovrete infarinarli, meglio se con la fecola di patate. Tritate la cipolla e mettetela a soffriggere in una padella con 1 noce di burro. Unite i pezzetti di carne infarinati e, una volta rosolati su tutti i lati, aggiungete il vino bianco o il vermut. A fiamma alta, fate evaporare l'alcol. Adesso unite la salvia e il rosmarino.

Coprite la carne a filo con il brodo, mettete il coperchio e fate cuocere per 45 minuti. Trascorso il tempo necessario, aggiungete la Panna Classica Chef e continuate la cottura per un altro quarto d'ora. Il vostro spezzatino di vitello è pronto per essere servito. Portatelo in tavola con del purè, ne resteranno tutti entusiasti.

Come cucinare lo spezzatino di maiale

Per lo spezzatino di maiale vi regaliamo una ricetta che profuma d'Oriente: i bocconcini di lonza con crema di carote al curry. Realizzarla è semplicissimo, vi serviranno lonza di maiale, carote, curry, olio, vino e la Panna Classica Chef.

Pulite le carote e tagliatele in piccole rondelle e lessatele in abbondante acqua salata. Dopo di che frullatele con un cucchiaio di olio EVO, il curry e la Panna Classica Chef. Per una ricetta light, sostituite la Panna Classica Chef con la Chef Leggera.

Tagliate la carne di maiale a cubetti e rosolatela in padella. Una volta rosolata adeguatamente, sfumate con del vino bianco. Fate evaporare l'alcol e unite la crema di carote, curry e panna e fate cuocere a fiamma bassa per una decina di minuti aggiustando di sale. Il vostro spezzatino di maiale è pronto: portatelo in tavola in tutto il suo profumo spolverando sulla superficie del prezzemolo fresco.

Come cucinare lo spezzatino di cinghiale

Il cinghiale è l'antenato del maiale e si trova allo stato brado diffuso in tutta l'area del Mediterraneo. La sua carne ha un sapore particolare ed è molto apprezzata. Cucinarlo richiede tempo, visto che sono necessari degli accorgimenti per renderlo gustoso e tenero.

Prima di tutto, è bene cucinare il cinghiale dopo che questo è stato tenuto in congelatore o nell'abbattitore. Essendo un animale selvatico, il cinghiale solitamente è portatore di batteri nocivi per l'uomo che, però, vengono abbattuti a basse temperature.

Una volta scongelata la carne di cinghiale, questa deve essere marinata per eliminare tutto il possibile sapore di “selvatico”, ovvero il sapore forte tipico della selvaggina. Tagliate il cinghiale in piccoli pezzi e imbeveteli in un composto fatto di rosmarino, salvia, cipolla, sedano, carote, olio e vino rosso, che dovrà coprire la carne. Il cinghiale dovrà marinare in questo infuso per circa 12 ore. L'ideale è l'asciarlo a marinare durante la notte.

Trascorse almeno 12 ore, è arrivato il momento di preparare il cinghiale, che toglierete dalla marinatura poco prima di cucinarlo. Fate un trito di sedano, carota e cipolla e soffriggeteli nel burro in un'ampia padella. Adesso aggiungete lo spezzatino di cinghiale.

Una volta rosolato, sfumate con del vino rosso. Evaporato l'alcol, coprite la carne con il brodo caldo, unite alloro, noce moscata e peperoncino, e fate cuocere per almeno 1 ora e mezza aggiungendo via via il liquido per rendere la carne tenera. A fine cottura la carne di cinghiale dovrà essere talmente morbida da spezzarsi con il mestolo di legno.

È a questo punto che dovrete aggiungere la Panna Classica Chef. Amalgamate bene il tutto, assaggiate per la salatura, dopo di che tenetelo sul fuoco per altri 5 minuti.

Come cucinare lo spezzatino di pollo

A differenza delle altre carni, lo spezzatino di pollo si cuoce più velocemente. Questa, infatti, si intenerisce in poco tempo, garantendo un'ottimale cottura in meno di 30 minuti.

Lo spezzatino di pollo può essere cucinato in moltissimi modi. Per una ricetta semplice e veloce, tagliate il pollo in piccoli pezzetti e infarinateli. Tritate una cipolla e fatela dorare in padella, poi unite i bocconcini di pollo e fateli rosolare.

Una volta rosolati, aggiungete la panna. Potrete aggiungere la Panna Classica Chef o Chef Leggera per dar vita a un piatto light. Oppure, se volete regalare aromi originali al vostro spezzatino, versate la Panna ai Funghi Porcini Chef o la Panna al Tartufo Chef.

Salate e pepate quanto basta e lasciatelo sul fornello qualche minuto: il pollo, infatti, deve cuocere internamente. Una volta pronto, portatelo in tavola ben caldo, così da non compromettere l'incredibile cremosità della salsina. Se usate la Panna Classica Chef o Chef Leggera, provate a unire del curry o lo zafferano per rendere il vostro spezzatino di pollo ancora più eccezionale.

Come cucinare lo spezzatino di soia

Lo spezzatino di soia è la variante vegetariana della tradizionale versione con carne. Può essere cucinato in tantissimi di modi. Anche le ricette sopra descritte possono essere preparate sostituendo la carne con la soia.

Per cuocere i bocconcini vegetali, realizzate il brodo vegetale e portatelo a ebollizione. Per donare ancora più gusto ai vostri bocconcini, insaporitelo con la salsa di soia. Lessate i bocconcini per una ventina di minuti, dopo di che fateli intiepidire lasciandoli nel loro brodo. Adesso dedicatevi alla preparazione del secondo piatto.

Fate un soffritto di sedano, carote e cipolla. Aggiungete i piselli e, una volta rosolati, i bocconcini di soia ben strizzati. Unite anche degli odori, come l'alloro. Allungate con il brodo vegetale e lasciate sobbollire per una quarantina di minuti. Rimuovete le foglie di alloro, aggiungete Chef Leggera e assaggiate: salate e pepate quanto basta. Trascorsi 2-3 minuti, il vostro piatto è pronto per essere portato in tavola in tutta la sua gustosità e leggerezza.


prossimo articolo

Come fare le polpette

LEGGI