Condividi

Parmalat - logo

Come si fa la creme brulèe

Morbida e cremosa all'interno e ricoperta da una caramellatura croccante e sfiziosa, la crème brûlée è un dolce al cucchiaio perfetto come dessert a termine di una cena speciale.


Realizzato con pochi e semplici ingredienti, quali latte, panna, zucchero, tuorli e vaniglia, è facile e veloce da portare in tavola. Dopo la preparazione, la crème brûlée è cotta a bagnomaria in forno. Una volta pronta, la sua superficie viene caramellata: basterà cuocere lo zucchero con una fiamma o in forno, impostando la modalità grill.


Realizzate la crème brûlée nella sua forma classica o nelle sue gustose varianti. Ecco qualche consiglio.


Come fare la crème brûlée in casa


Avete invitati a cena e volete stupirli con un fantastico dessert? La crème brûlée è quello che fa per voi: pochi e semplici passaggi per un dolce unico e squisito.


Per preparare la crème brûlée, per prima cosa accendete il forno, impostandolo a 180° così da preriscaldarlo adeguatamente. In una pentola mettete il latte, la Panna Fresca Chef, il baccello di vaniglia inciso, così che possa aromatizzare in tutta la sua essenza, e portate il tutto a ebollizione, mantenendo il fuoco lento. Nel frattempo, in una terrina mescolate insieme i tuorli e lo zucchero: non sbatteteli, il composto deve rimanere liscio e tendenzialmente liquido.


Quando il latte e la Panna Fresca Chef arrivano a ebollizione, spegnete il fornello, togliete il baccello di vaniglia, eliminate gli eventuali semi da esso fuoriusciti e versate il liquido sulle uova e lo zucchero mescolati. Amalgamate il tutto fino a ottenere un composto liscio e omogeneo.


Adesso su una teglia predisponete gli stampi monoporzione che dovranno essere infornati e versate la preparazione della vostra crème brûlée. Per una presentazione a prova di chef, se avete delle piccole pirofile, magari in terra cotta, utilizzatele: la crème brûlée sarà servita ai vostri ospiti direttamente nei contenitori che avete scelto per la cottura.


Sul fondo della teglia mettete dell'acqua calda, che dovrà coprire i contenitori per circa 1/3 della loro superficie esterna. Adesso trasferitela nel forno, che avevate già preriscaldato a 180°, dove dovrà rimanere per circa 50-60 minuti. Quando la superficie delle vostre crème brûlée sarà dorata e compatta, togliete gli stampi dal forno e fateli raffreddare. Adesso mettetele nel frigorifero. Arrivato il momento di servirle, caramellate la superficie.


Come caramellare la crème brûlée


Come caramellare la crème brûlée? All'idea potrebbe sembrare un procedimento complesso, in realtà è semplicissimo e realizzabile in pochi minuti. Cospargete le vostre crème brûlée con dello zucchero caramellato lungo tutta la superficie. In alternativa, per una riuscita migliore, utilizzate lo zucchero di canna: più grezzo, realizzerà una crosticina ancora più croccante e fragrante.


Per caramellare, generalmente si usa il cannello da cucina, un utensile dotato di una fiamma regolabile per riscaldare diversi tipi di superfici. Se non lo avete in casa, nessun problema. Una volta cosparso lo zucchero sui dessert, metteteli in forno, impostando la modalità grill e la massima temperatura. A circa 160°, lo zucchero inizierà a liquefarsi. Le sue molecole incominceranno a rompersi e le particelle reagiranno tra di loro, formando una serie di composti che costituiscono il caramello.


Inoltre, con il cannello o nel forno, lo zucchero, durante il processo di caramellizzazione, interagisce con le sostanze della crema, creando un'unione perfetta tra questa e la sfiziosa crosticina dolce e croccante dello zucchero caramellato.


Se non volete o non potete accendere il forno, mettete lo zucchero in una padella antiaderente e passatelo nel fornello a fiamma bassa. Non appena sciolto il saccarosio (attenzione a non farlo bruciare), spegnete il fuoco, aspettate qualche secondo cosicché il caramello si possa cristallizzare e, con una spatola, staccatelo. Lo zucchero caramellato si presenterà in piccoli grumi o schegge: disponeteli sulla vostra crème brûlée e portatele in tavola.


Come fare la crème brûlée al pistacchio


La crème brûlée al pistacchio è un dessert di classe dal profumo avvolgente che con la sua cremosità d'interno e la sua dolce crosticina saprà conquistare chiunque.


La ricetta può essere realizzata in due modi: utilizzando i pistacchi, che dovrete tritare finemente, o sfruttando la crema di pistacchio. In un pentolino, portate a ebollizione il latte con la Panna Fresca Chef, il baccello di vaniglia e, se optate per la prima scelta, i pistacchi ben tritati (lasciatene una manciata da parte, servirà per la presentazione del dessert). Per un risultato più denso e cremoso, utilizzate solo la Panna Fresca Chef eliminando il latte.


Nel frattempo, in una terrina sbattete i tuorli con lo zucchero con una frusta a mano. Il composto non deve diventare spumoso, basterà che si presenti omogeneo e liscio. Versate la panna calda sui tuorli, mescolando velocemente affinché non si formino grumi. A operazione terminata, se avete deciso di utilizzare la crema di pistacchio, unitene qualche cucchiaio al composto, amalgamando finché tutti gli ingredienti non si presentano ben incorporati tra di loro.


Una volta pronta, trasferite la crema in tante piccole pirofile e mettetele in una teglia piena d'acqua calda, che le copra per 2/3. Infornate a 150° per 1 ora, il tempo necessario a farle compattare. Adesso toglietele dal forno e, una volta raffreddate, mettetele in frigo per circa 3 ore.


Arrivato il momento di servire la creme brulèe ai pistacchi, spolverate dello zucchero in superficie e caramellatelo nella modalità che preferite, con il cannello da cucina o in forno, impostando la modalità grill a elevata temperatura.


Le vostre crème brûlée al pistacchio sono pronte. Per donare ancora più croccantezza, che crei un incredibile contrasto con la loro cremosità interna, spargete la granella di pistacchi che avevate precedentemente preparato: la granella potete realizzarla semplicemente tritando i semi o potete acquistarla già pronta. Portate il dolce in tavola e deliziate i vostri ospiti con un dessert gustoso e dal sapore elegante.


Come fare la crème brûlée al cioccolato


Se avete voglia di un dolce dal sapore intenso e avvolgente, preparate la crème brûlée al cioccolato: pochi ingredienti vi basteranno per realizzare per un dessert semplice e golosissimo.


In una pentola mettete il latte e la Panna Fresca Chef a scaldare e unite il cioccolato fondente tagliato in piccoli pezzi a sciogliersi. Mescolate pieno piano il composto sino a che tutti gli ingredienti non si siano amalgamati perfettamente, creando un unico liscio e omogeneo. In una terrina mettete i tuorli e lo zucchero e sbatteteli. Prendete delle cocottine e versate la crema, dopo di che trasferitele su una teglia dove verserete acqua calda sino a coprire i piccoli contenitori per 2/3.


Cuocete le creme in forno preriscaldato a 180° per una quarantina di minuti. Appena la superficie inizierà a dorarsi, sfornate la teglia con le cocottine e fatele raffreddare. Prima di gustarle, spolverate lo zucchero normale o di canna sulla superficie, quindi ripassate le vostre crème brûlée al forno in modalità grill così da caramellarle.


Adesso sono pronte per essere portate in tavola. Per una presentazione ancora più sfiziosa, spruzzate uno sbuffo di Panna Montata Spray Chef: i contrasti di consistenze diverse tipici della crème brûlée saranno rafforzati per un risultato incredibile.


Se volete aromatizzare i vostri dessert, provate a unire la cannella o della scorza d'arancia prima di metterli in forno: un gusto unico e originale per dare un tocco sfizioso alle vostre crème brûlée al cioccolato.


Come fare la crème brûlée al caffè


Se amate il caffè in tutte le sue forme, non potrete non amare la crème brûlée al caffè. Delicata e profumata, è il dessert ideale di una cena importante o una golosa merenda per concedervi una pausa dai vostri impegni.

Per realizzarla, iniziate a scaldare la Panna Fresca Chef e il latte in un pentolino, unendo un baccello di vaniglia dopo averlo inciso. Appena inizia a bollire, aggiungete il caffè solubile e mescolate, affinché tutti gli ingredienti si amalgamino insieme perfettamente, senza grumi. Se non avete il caffè solubile, aggiungete un po' di caffè della moka. In questo caso, però, vi consigliamo di utilizzare solo la Panna Fresca Chef escludendo il latte, così da garantire la giusta consistenza alla vostra crema.


Nel frattempo, in una terrina sbattete i tuorli con lo zucchero. Una volta raffreddato, aggiungete il composto di Panna Fresca Chef, caffè e vaniglia a quello di uova e zucchero, avendo cura di togliere il baccello di vaniglia e gli eventuali semi fuoriusciti.


Adesso versate il composto negli stampini e metteteli in una teglia ricoperta d'acqua calda, per favorire la cottura a bagnomaria, che manterrà morbide le vostre creme. Infornateli a 180° per una mezz'ora, dopo di che toglieteli e fateli raffreddare. Se non servite subito, mettete il dessert a riposare in frigo.


Le vostre crème brûlée al caffè sono pronte. Prima di portarle in tavola, caramellate la superficie aggiungendo dello zucchero semolatoo di canna e riscaldandole in forno alla massima temperatura in modalità grill. Oppure azionate il cannello da cucina, date fuoco allo zucchero e attendete che si esaurisca la fiamma.


Se vi piacciono i sapori forti, per ottenere un gusto più deciso, aggiungete un po' di liquore al caffè al composto prima di infornarlo: gusto intenso e avvolgente, crosticina sfiziosa e cremosità allo stato puro in un unico dessert.


prossimo articolo

Come fare le polpette

LEGGI