Condividi

Parmalat - logo

Come si prepara la sangria analcolica

 

Una delle bevande più apprezzate della penisola iberica è senza ombra di dubbio la sangria. Vino, spezie e frutta si uniscono e danno vita a un cocktail dal sapore intenso e avvolgente. Esistono diverse varianti di sangria, a seconda della regione di provenienza, e una tra le più apprezzate è quella della Catalogna per la preparazione della quale si utilizza il vino bianco al posto del classico rosso. E chi non beve alcolici o non ama il vino? Non c’è alcun problema, esistono infatti anche delle versioni di sangria analcolica, perfette per astemi e bambini*, da gustare in qualsiasi occasione.

Potrai prepararla prima di una cena con i tuoi amici o per accompagnare un pranzo domenicale. In ogni caso con la sangria analcolica stupirai tutti grazie al suo gusto deciso e stuzzicante.

Preparati a scoprire come si prepara la sangria analcolica e lasciati conquistare dalle diverse varianti.

*superiori ai 3 anni

Come si prepara la sangria analcolica al tè

Per poter gustare un’ottima sangria analcolicaal  tè devi procurarti 1 l di tè indiano, 1 arancia, 1 limone, 2 mele, 2 pesche, 1 grappolo d’uva e zucchero di canna q.b..

Prima di procedere alla preparazione della sangria al tè, è necessario scoprire cos'è e come si prepara il tè indiano.

Il tè indiano non è “il solito tè” ma un miscuglio di diverse materie prime: tè nero indiano, latte intero, zucchero o miele e varie spezie. Il suo nome per esteso è masala chai (letteralmente tè speziato), chiamato comunemente Chai. In india è una bevanda molto utilizzata e le differenti regioni ne presentano diverse varianti. Essendo molto dissetante e rilassante può essere consumato a qualsiasi ora del giorno. La sua ricetta originaria risale a migliaia di anni fa (alcune leggende parlano addirittura di 9000 anni fa) e fu ideata come infuso depurativo ed energizzante.

Puoi ottenere il suo sapore dolce e morbido con pochissimi passaggi e in poco tempo (bastano 10 minuti). Le speziepiù  utilizzate per la preparazione del tè indiano sono il cardamomo, la cannella, i chiodi di garofano, lo zenzero, l’anice stellato o i semi di finocchio e il pepe. Le spezie vanno pestate e tostate in un pentolino per qualche secondo, dopo i quali si aggiunge l’acqua e si lascia sobbollire per circa 10 minuti.

Le quantità che ti servono sono: 1 stecca si cannella, 1 l l’acqua, 5 chiodi di garofano, 10 semi di cardamomo, 3 fettine di zenzero, 1 anice stellato, 5 grani di pepe (ricorda che le polveri di spezie hanno un sapore diverso). Trascorsi i 10 minuti, aggiungi 2 cucchiai di tè nero e lascia in infusione per 5 minuti. Aggiungi il latte (circa 1 bicchiere) e zucchero a piacimento. Adesso puoi filtrare la bevanda, berla o utilizzarla per la tua sangria analcolica.

Una volta preparato il tè indiano spremi il limone e l’arancia e filtra il succo. Scaldalo e sciogli a suo interno lo zucchero di canna. Lava la frutta, tagliala a pezzi e aggiungila al tè con il succo di agrumi. Mescola per bene e riponi in frigo per circa 2 ore.

Trascorso il tempo, la tua sangria analcolica sarà pronta per la merenda dei tuoi bambini* o per accogliere i tuoi amici prima della cena.

*superiori ai 3 anni

Come si prepara la sangria analcolica al succo d’uva

Un’altra gustosa variante di sangria analcolica è quella a base di succo d’uva, scopri come poterla realizzare e gustare in compagnia dei tuoi amici.

Per preparare questa variante di sangria ti occorrono: 1 l di succo d’uva, 3 cucchiai di zucchero semolato, 1 arancia, 1 limone, 2 pesche e cannella.

La cannella è una delle spezie più antiche, conosciuta già dai greci e dai romani. Le sue origini sono da ricercarsi nell'estremo Oriente, in Cina per la precisione, ma il suo sapore e profumo intenso hanno saputo conquistare immediatamente nobili e aristocratici di tutto il mondo, tanto da essere conosciuta anche con il nome di "Spezia dei Re". Su questa spezia esistono diverse leggende tra le quali quella che la cannella fosse utilizzata dalla Fenice come base per il suo nido e per questo motivo ne accolse le spoglie, acquisendo, così, capacità terapeutiche e curative. Anche Ovidio nelle sue Metamorfosi collega il mito della Fenice all'aroma della cannella. Nel Medioevo, invece, la cannella divenne simbolo del potere di nobili ed aristocratici, tanto che durante pranzi e banchetti veniva utilizzata tanta cannella quanta era l’importanza degli ospiti. La cannella, poi, è stata anche alla base del potere commerciale di Venezia, dove si incontravano le economie europee e orientali.

Con l’importazione di nuovi prodotti dall'America (cioccolato, tè e caffè) la cannella e il suo commercio entrarono in declino per riprendersi solo sul finire dello scorso secolo con la riscoperta dei sapori orientali. Questa spezia oggi arricchisce diversi piatti e ricette con il suo aroma intenso.

Per la preparazione della sangria analcolica al succo d’uva devi mescolare il succo con lo zucchero e in un secondo momento unire la cannella. Taglia a pezzi il limone, l’arancia e le pesche e uniscili al succo d’uva. Mescola tutti gli ingredienti e conserva in frigo per 3 o 4 ore. Servi con spiedini di frutta o qualche snack salato.

Come si prepara la sangria analcolica al succo di ananas

Se per una cena con i tuoi amici vuoi stupire con qualcosa di nuovo e stuzzicante la sangria analcolica al succo di ananas è perfetta. Per la sua preparazione ti occorrono: 1 l di Succo Santàl Dolce di Natura all’Ananas, 1 ananas, 300 g di fragole, 1 pesca, cannella q.b., 2 chiodi di garofano, 30 g di zucchero di canna. Unisci la cannella, i chiodi di garofano e lo zucchero al succo di ananas. Mescola per bene e aggiungi la frutta lavata e tagliata a pezzi. Mescola ancora e riponi in frigo per circa 2 ore.

Per il tuo aperitivo analcolico puoi abbinare questo gustoso succo con dei simpatici finger food. Se hai poco tempo, griglia dei cubetti di mortadella e servi con dei comodi stuzzichini, se hai un po’ di tempo in più puoi, invece, preparare dei mini panini con salame maionese e una foglia di lattuga.

Come si prepara la sangria analcolica al succo di pompelmo rosa

Anche il sapore agrumato del pompelmo rosa si presta benissimo alla preparazione della sangria analcolica. Il pompelmo rosa è un agrume che si presenta simile all'arancia, ma ha la scorza più chiara e liscia. La polpa ha il colore rosa e il sapore è al contempo acidulo, amarognolo e dolce. È un frutto invernale, poiché si raccoglie da novembre a marzo. Questo frutto è abbinato anche a piatti succulenti e ottimi dolci.

Ma come si prepara la sangria analcolica al succo di pompelmo rosa? Innanzitutto devi procurarti 1 l di Succo Santàl Refresh al Pompelmo Rosa, ½ l di Succo Santàl all'Arancia Bionda, 2 mele, 2 banane, 2 arance, 1 limone, 50 g di zucchero. Adesso puoi iniziare con la preparazione.

Unisci il succo al pompelmo rosa con quello all'arancia. Aggiungi lo zucchero e mescola fino al completo scioglimento. Adesso sbuccia le banane e tagliale a rondelle. Lava le mele, le arance e il limone e tagliale a pezzi. Versa la frutta nel succo e mescola tutto. Conserva in frigo per almeno 3 ore. Al momento di servire questo cocktail, puoi decorare con buccia di arancia o di limone. Ricordati che questo cocktail è perfetto anche per i tuoi bambini*, ricco di frutta, energizzante e genuino.

*superiori ai 3 anni

Come si prepara la sangria analcolica al succo di mela

Se hai già apprezzato le versioni precedenti, ma sei sempre alla ricerca di nuovi sapori, la ricetta della sangria al succo di mela ti stupirà. Per prepararla ti occorrono: 1 l di Succo Santàl 100% Mela, 200 ml di gassosa, 2 cucchiai di zucchero di canna, cannella, 2 mele, 2 arance.

Inizia versando in un contenitore il succo alla mela con la gassosa e, in un secondo momento, aggiungi lo zucchero di canna. Mescola per bene tutti gli ingredienti. Adesso lava le mele e le arance e tagliale a pezzi. Uniscile al succo, mescola e conserva in frigo per 2 ore circa.

Questa bevanda è perfetta per un aperitivo serale in compagnia dei tuoi amici ma anche prima del pranzo domenicale con i tuoi cari. Grazie al suo gusto frizzante, si abbina alla perfezione con gli snack più comuni come le patatine, gli arachidi, i pistacchi o i salatini.

Come si prepara la sangria analcolica perfetta

Per preparare un sangria analcolica perfetta occorre far attenzione ad alcune regole, solo in questo modo potrai avere un sapore ottimo.

Prima regola importante è: fai attenzione alla qualità della frutta. Compra frutta biologica e del periodo. Inoltre, non sbucciare mai la frutta ma lavala in modo accurato. Quando tagli a pezzi la frutta fai in modo che questi non siano né troppo grandi (devono poter essere mangiati) né troppo piccoli (non si assaporerebbe il gusto al meglio).

Una volta che la frutta è tagliata a pezzi aggiungi immediatamente il succo prescelto e mescola (in questo modo la frutta manterrà integre tutte le sue caratteristiche e non si ossiderà). Ricordati che, qualsiasi sia il tipo di sangria realizzato, è necessario che riposi in frigo (il tempo varia a seconda degli ingredienti utilizzati). Se hai utilizzato delle spezie, trascorso il tempo di conservazione, filtra la bevanda prima di servirla.

Ricorda che il sapore delle spezie fresche è totalmente diverso da quelle in polvere.


prossimo articolo

Come servire la frutta in modo originale

LEGGI