Condividi

carota_04
carota_01

Carota

Saporita, croccante, di tutti i colori

Scopri gli altri gusti
Carota
carota_03
carota_02
carot

Le varietà selvatiche della carota erano già note a Greci e Romani, che ne iniziarono la coltivazione estraendo da esse anche essenze medicinali. Le carote consumate dai Romani avevano colori dal bianco al giallo ed era presente anche una varietà con una tinta viola scuro (carota nera) che pare avesse un sapore migliore di quella gialla. Queste carote viola non erano però molto apprezzate perché il loro brodo scuro (ricco di antocianine) tingeva qualsiasi cosa con cui veniva a contatto! La carota viola era la più diffusa nel sedicesimo secolo ma a poco a poco il suo uso declinò. E’ solo grazie agli olandesi, grandi esperti nell’incrociare vegetali, se nel Settecento si produssero le prime carote arancioni in onore di Guglielmo d’Orange di Olanda: si trattava di un ibrido fra carote bianche e viola. Versatile, colorata, saporita e croccante, la carota si presta a innumerevoli interpretazioni: consumata cruda in insalata, bollita al vapore o utilizzata per preparare succhi, puree, minestre, zuppe, dolci e sformati. E’ una pianta biennale che immagazzina nel primo anno di vita le sostanze nutritive, da utilizzare nell’anno successivo per produrre fiori, frutti e semi. La parte commestibile è la radice, dalla tipica colorazione arancione vivo, che si raccoglie al termine del primo anno di vita. Dal fiore centrale, invece, si estrae un colorante molto usato dai miniaturisti.


benefits

Antiossidanti e betacarotene (provitamina A) sono presenti in grande quantità nella carota. Proprio per la sua ricchezza di betacarotene, la carota è particolarmente nota per le sue proprietà benefiche nella cura della pelle, motivo per cui è protagonista di numerosi preparatici cosmetici.



FRESCHE IDEE PER I TUOI COCKTAIL

Carota Cream

Carota Cream
Scopri di più
Carota Cream

FRESCHE IDEE PER I TUOI COCKTAIL

Carota Cream

Carota Cream
Scopri di più
back to top
character back to top