Condividi

Cheesecake giapponese - Parmalat

preparazione
Preparazione: 15 min + 3 ore di riposo in frigorifero Cottura: 90 min

Difficoltà
Facile

Farina di tipo 1 50 gr

Latte Zymil uht Gustoso Digeribile 100 ml

formaggio spalmabile 250 gr

Uova 5

Cremor tartaro 1 gr

Zucchero 160 gr

Vedi tutti gli ingredienti
Latte Zymil UHT Gustoso Digeribile

Zymil Gustoso Digeribile è il latte UHT con il 3% ...

Scopri il prodotto   Acquista ora
Latte Zymil UHT Gustoso Digeribile

preparazione
Preparazione: 15 min + 3 ore di riposo in frigorifero Cottura: 90 min

Difficoltà
Facile

ingredienti

Farina di tipo 1 50 gr

Latte Zymil uht Gustoso Digeribile 100 ml

formaggio spalmabile 250 gr

Uova 5

Cremor tartaro 1 gr

Zucchero 160 gr

Vedi tutti gli ingredienti
Latte Zymil UHT Gustoso Digeribile

Zymil Gustoso Digeribile è il latte UHT con il 3% ...

Scopri il prodotto
Acquista ora
Latte Zymil UHT Gustoso Digeribile

Avete mai provato la cheesecake giapponese? Questo spumoso e morbidissimo dolce vi conquisterà con la sua deliziosa crema di formaggio e la sua incredibile dolcezza.

La preparazione di questo dolce non solo è semplicissima, ma si presta ad essere arricchita con tante salse e riduzioni diverse a seconda dei vostri gusti. Potrete sbizzarrirvi accompagnando questo dolce con del cioccolato oppure con delle marmellate di frutta, come quella alla fragola.

La ricetta che vi proponiamo è davvero semplice e immediata, quindi non lasciatevi fermare dai tanti ingredienti perché il risultato sarà assolutamente un successo!

Vi consigliamo di preparare questa cheesecake utilizzando i prodotti della linea Zymil, indicati per chiunque abbia intenzione di seguire una dieta sana ed equilibrata, ma soprattutto per chi ha un'intolleranza al lattosio.

Vi abbiamo fatto venire l'acquolina in bocca? Allora scoprite subito come realizzare la cheesecake giapponese!


Preparazione

Preparazione: 15 min + 3 ore di riposo in frigorifero Cottura: 90 min
totali

Per preparare la vostra cheesecake giapponese avrete bisogno della cottura a bagnomaria. Iniziate mettendo dell’acqua in una teglia capiente e riponetela in forno in modalità statica a 180°. Nel frattempo, separate i tuorli dagli albumi e montateli con il cremor tartaro, aggiungendo poco per volta 80 gr di zucchero e sbattendo il composto con le fruste elettriche fino a quando non avrà raggiunto una consistenza spumosa e omogenea.

In una ciotola unite il formaggio fresco spalmabile con la restante parte dello zucchero e lavorate i due ingredienti con l'aiuto di fruste elettriche. Successivamente, versate a filo il latte a temperatura ambiente mentre continuate a lavorare il composto. A questo punto, aggiungete le dosi della margarina, della farina, dell'amido di mais e i tuorli, senza interrompere il movimento delle fruste. Aggiungete gli albumi montati all’impasto così ottenuto con una spatola, con movimenti dal basso verso l’alto.

Rivestite una tortiera con carta da forno, versate l’impasto e immergetela nella teglia capiente riempita di acqua e infornate per 20 minuti a 180°. Al termine dei 20 minuti, abbassate la temperatura a 160° e continuate la cottura per altri 60 minuti. Una volta pronto, fate riposare il dolce in frigorifero per 3 ore, spolverate con dello zucchero a velo in superficie e servite!

Curiosità

Intorno alla fine del XIX secolo in Giappone, il governo Meiji di recente istituzione, incoraggiava l'adozione di cibi stranieri, con un libro di ricette pubblicato nel 1873 che faceva per primo menzione della torta cheesecake. Ma poiché i palati tradizionali giapponesi dell'epoca non apprezzavano particolarmente il formaggio, la torta non fu adottata prontamente.

Solo nel dopoguerra, quando le forze americane di stanza in Giappone portarono la cheesecake americana, insieme ad altri sapori e cibi stranieri, i gusti cominciarono a evolversi.

Durante il primo periodo Showa, la ricotta morbida e i formaggi cremosi furono introdotti in Giappone e cominciarono ad apparire come un nuovo ingrediente nella pasticceria tradizionale.

I pionieri della cheesecake in Giappone apparvero per la prima volta negli anni Sessanta. Durante un viaggio a Berlino nel 1969, Tomotaro Kuzuno, proprietario di un ristorante, si innamorò di una variante tedesca della cheesecake americana, tanto che decise di volerlo rendere disponibile nel suo paese d'origine.

Rikuro Ojisan è stato tra i primi a Osaka a servire la caratteristica cheesecake giapponese traballante, ariosa e in stile soufflé. Torta che durante gli anni Settanta catalizzò un boom di popolarità su tutte le riviste femminili del paese.

Alla fine degli anni Ottanta, altri dolci come il tiramisù con il mascarpone e i panini al vapore ripieni di formaggio cominciarono a fare la loro comparsa : a partire dagli anni Novanta, la cheesecake aveva dilagato in tutto il Paese.


al bar

Con Zymil ti senti al 100%...
Anche al bar!


Scopri di più

al bar

Con Zymil ti senti al 100%...
Anche al bar!

Scopri di più