Il torrone è una preparazione già di per sé senza lattosio, quindi adatta a essere consumata anche da chi è intollerante. Dolce che solitamente viene preparato durante il periodo Natalizio, il torrone senza lattosio è goloso e assolutamente irresistibile.

Per prepararlo servono davvero pochi ingredienti, ma moltissima precisione, perché se lo zucchero e il miele non raggiungono la giusta temperatura (o la superano), il torrone rischia di non riuscire bene.

Ecco a voi nel dettaglio tutti i passaggi per realizzare un golosissimo torrone senza lattosio.

Preparazione

  1. 1

    Prima di iniziare a preparare il torrone senza lattosio, prendete alcuni stampi in metallo di forma quadrata o rettangolare e foderateli con i fogli di ostia. Munitevi anche di due termometri da cucina; vi serviranno per controllare la temperatura dello zucchero e del miele.

    Mettete sui fornelli due pentole: in una metterete lo zucchero e l’acqua, nell’altra il miele. Accendete il fuoco solo sotto la pentola contenente l’acqua e lo zucchero e scaldateli fino alla temperatura di 145°.

  2. 2

    Nel frattempo rompete le uova e versate gli albumi nella ciotola della planetaria. Quando lo zucchero avrà raggiunto una temperatura di circa 120°, azionatela e iniziate a montare gli albumi.

    Adesso potete anche accendere il fuoco sotto la pentola contenente il miele che, al contrario dello zucchero, deve raggiungere i 120°.

    Quando gli albumi saranno montati a neve ferma, con la planetaria azionata alla velocità minima, versate a filo nella ciotola dapprima lo zucchero, poi il miele. Mantenetela in funzione ancora per un paio di minuti, in modo che gli ingredienti si amalgamino bene.

  3. 3

    Fermate la planetaria, estraete la ciotola dal suo alloggiamento e versateci all’interno il mix di frutta secca (ricordate di scaldare leggermente mandorle e nocciole in forno, a 150°, per evitare uno shock termico agli albumi).

    Mescolate il composto con un cucchiaio di legno per amalgamare bene il tutto, quindi versatelo negli stampi che avete foderato con i fogli di ostia e livellatelo aiutandovi con il cucchiaio di legno.

    Coprite il torrone senza lattosio con un altro foglio di ostia e lasciatelo raffreddare per circa 12 ore prima di consumarlo.

    Per rendere il vostro torrone senza lattosio ancor più goloso, potete romperne una parte, prendere delle coppette da gelato e alternare degli strati di torrone senza lattosio a degli strati di Zymil Carte d’Or Panna. Fate almeno un paio di strati a coppetta, iniziando proprio dal vostro dolce e terminando con altre scaglie di torrone senza lattosio. Sentirete che bontà!

    CURIOSITÀ

    L’origine del torrone è sicuramente molto antica: se ne trovano tracce già negli scritti di epoca romana e nel Medio Evo.

    La sua fortuna esplose nel XIX secolo quando iniziò a diffondersi la sua produzione per fini commerciali, un po’ in tutta la Penisola e, in particolare, in Sardegna.

    Oggi le varietà di torrone sono tante e diverse sono le specialità tipiche regionali: sarde, campane, siciliane e calabresi.

    La sua preparazione casalinga, come abbiamo visto, è abbastanza semplice, bisogna solo fare attenzione alla temperatura nelle varie fasi di preparazione e rispettare i tempi di riposo.

    Se volete realizzare una variante più originale, che richiama la versione siciliana del dolce, potete aggiungere alle nocciole e alle mandorle una porzione di pistacchi che daranno al torrone un sapore ancora più intenso e ricco.

    Il torrone è un dolce tipico del periodo natalizio, ma, in realtà, è buono tutto l’anno e può diventare anche un’originale idea regalo. Tagliate il torrone in piccole porzioni e realizzate delle confezioni colorate per chi amate.

Scopri le altre ricette

Ti aspettano tanti gustosi piatti con cui sorprendere i tuoi ospiti!