Condividi

Parmalat - logo

Come fare la panna montata senza gelatina

La panna, chiamata anche crema di latte, unisce i palati di tutti.


La delicatezza e la consistenza cremosa della panna sposa benissimo tutte le preparazioni dolci: per realizzare un dessert veloce ma gustoso, degli ottimi dolci al cucchiaio, come creme o mousse di accompagnamento alle fragole, o come decorazione di torte e tanto altro.


Se siete dei cuochi alle prime armi e temete di combinare un pasticcio, non temete: scoprirete qui di seguito come ottenere la panna montata senza rischi. In questo caso vi schiarirete le idee su questo ingrediente versatile e capirete come montare la panna senza gelatina.


Curiosi di sapere i segreti della montatura perfetta? Iniziamo!


Panna: tipologie e consigli


Non vedete l'ora di scoprire come realizzare una montatura perfetta? Per farlo dovete sapere innanzitutto qual è il miglior tipo di panna da impiegare, e conoscere le varie tipologie di panna. Diventerete dei veri esperti!


La panna è un prodotto di derivazione animale, ottenuto mediante un processo di centrifugazione, per cui la parte grassa del latte fresco si separa naturalmente dalla parte liquida per affioramento: sulla superficie si crea un panno, uno strato schiumoso e denso che poi verrà raccolto in contenitori. Delle curiosità: una volta ottenuta la panna, da essa possiamo ottenere il burro continuando la centrifugazione, mentre coagulando la panna con acido citrico, alla giusta temperatura, possiamo ottenere il mascarpone, fantastico per i tiramisù al caffè.


La panna è un ingrediente molto diffuso in cucina, sia per ricette salate ma soprattutto in pasticceria, dove può essere utilizzato sia in versione liquida, come ad esempio nella preparazione della panna cotta, sia montata a neve per gelati e semifreddi.


In commercio troverete questi tipi di panna:



  • panna vegetale

  • panna da cucina

  • panna fresca

  • panna UHT da montare

  • panna acida


La panna vegetale, come si evince dal nome, non è di derivazione animale, è priva di lattosio ed è ottenuta a partire da bevande a base di riso, di avena o di soia. E' molto utilizzata in pasticceria, in quanto montare la panna vegetale bella soda è molto facile. E' utilizzata sia per le preparazioni dolci che per condire secondi piatti.


La panna da cucina, rispetto alla panna per dolci è più utilizzata come condimento di primi piatti o per impreziosire delle ottime salse.


La panna fresca è senza dubbio la scelta preferita da chi desidera una panna da montare facilmente.


La panna da montare UHT è una degna sostituta della panna fresca liquida, la più popolare per la cucina domestica.


La panna acida, diffusa anche con il nome crème fraîche, non si può montare. Si ottiene lasciando fermentare dello yogurt, della panna e del limone.


Le varie tipologie di panna hanno una percentuale di grassi diversa per tipologia: è proprio questa percentuale a influenzare la capacità della panna di montarsi e dunque di incorporare l'aria.


Siete pronti per scoprire i trucchi e i segreti per montare la panna senza il rinforzo della gelatina? Dovete sapere che molti chef preferiscono aggiungere della gelatina a filo mentre si procede con la montatura per garantire la consistenza della panna nel tempo.


Come montare la panna senza gelatina


Per preparare un’ottima panna montata bisogna tener presente il processo di inglobamento dell’aria nel prodotto; se per montare gli albumi è necessario un tempo prolungato, per la montatura della panna, essendo composta da globuli grassi e liquido, più tempo si utilizzerà per montarla e più si presenterà il rischio della rottura del reticolo formato dai globuli grassi e la conseguente fuoriuscita della parte liquida.


Per la miglior riuscita della panna montata è necessario che venga preparata considerando un elemento fondamentale: la temperatura bassa. Anche l’ambiente può influire negativamente sul risultato finale: se troppo surriscaldato potrebbe compromettere una montatura perfetta.


Con le giuste accortezze, preparare un composto compatto e sodo è un gioco da ragazzi. Se non sapete come preparare la panna montata, ecco a voi la ricetta senza il rinforzo della gelatina!



Versate in una ciotola la panna che dovrà aver riposato in frigorifero almeno un'ora prima della montatura.


Un consiglio da esperti: versate in una ciotola più grande riempita da acqua fredda e cubetti di ghiaccio il recipiente in cui monterete la panna. Durante la montatura questo permette il mantenimento di una temperatura bassa.


Procedete montando la panna a neve ferma, azionando lo sbattitore elettrico ad una velocità costante per tutta la procedura. Procedete sempre nello stesso verso, non cambiate mai direzione.


Quando la panna risulterà consistente e soffice, potete aggiungere a filo lo zucchero a velo, continuando a mescolare.


Non dimenticate di coprire con della pellicola trasparente o carta da forno se utilizzata in un secondo momento.


La vostra panna montata è pronta! Potete arricchirla con delle gocce di cioccolato, usarla come farcitura di ottimi muffin per la colazione, per ricoprire un delizioso Pan di spagna fatto in casa per un compleanno, magari decorato con della frutta fresca, insomma, potete sbizzarrirvi come più preferite essendo la panna in molte ricetta base e molto versatile. Non solo dunque tra i più appetitosi contorni per dolci, ma anche protagonista di questi ultimi!


Un trucco: se desiderate che la vostra panna sia ben soda e se non amate la colla di pesce, aggiungete prima di montarla un cucchiaino di maizena,un prodotto di derivazione animale che si può reperire sia in fogli trasparenti che in polvere.


Anche lo zucchero a velo concorre a realizzare una panna ben montata senza l'utilizzo della gelatina, grazie alla presenza nello zucchero a velo dell'amido di mais, ottimo addensante. Per rinforzare la panna molti utilizzano addirittura dei dolcetti americani, i marshmallow o dei budini vanigliati.


Desiderate realizzare una panna semi montata? Per avere una consistenza della panna non troppo compatta è necessario fermare le fruste prima che si monti a neve. Dunque controllate con cura la densità delle panna e fermatevi non appena avete raggiunto la vostra consistenza desiderata. La panna semi montata è perfetta per delle crostate con ricotta, per dei pasticcini in pasta frolla con frutti di bosco, per realizzare un'ottima mousse al caramello o per una morbidissima torta di mele.


Oppure la panna può essere impiegata nella ricetta della crema pasticcera: basterà versare in padella della panna liquida e del latte intero, portare quasi al bollore e seguire il procedimento della tradizionale crema. Vedrete che bontà!


Proprio non riuscite a montare la panna? Niente panico, con Chef Panna Spray il problema è risolto! Provate anche questa ricetta: parfait al melograno con frutta secca. Vi leccherete i baffi!


Qualche ricetta con la panna senza gelatina


Avete l'acquolina in bocca e non vedete l'ora di gustare un'ottima ricetta "pannosa" senza gelatina? Appuntatevi questa ricetta della cheesecake, resterete a bocca aperta!


Procuratevi questi ingredienti:



  • Formaggio spalmabile 500 gr

  • Panna Fresca Chef 250 gr

  • Biscotti frollini 300 gr

  • Burro 160 gr

  • Zucchero 130 gr

  • Maizena 65 gr

  • Uova 2

  • Limone 1

  • Vanillina 1 bustina


Per preparare un'ottima cheesecake senza gelatina, per prima cosa fondete il burro a fuoco dolce in un pentolino, senza portare a bollore. Quando il burro sarà fuso, frullate i biscotti con l'aiuto di un mixer, così nel frattempo il burro si intiepidisce. In una ciotola mescolate dunque il burro fuso raffreddato e i biscotti, fino a quando il composto non sarà ben amalgamato.


Prendete uno stampo a cerniera di 22 cm e ponete sul fondo dello stampo il composto di burro e biscotti. Con un cucchiaio compattate i biscotti sul fondo, per ottenere uno strato omogeneo. Coprite e lasciate rassodare in frigorifero per almeno mezz'ora.


Mentre i biscotti si ricompattano in frigorifero, procedete montando due uova con lo zucchero con uno sbattitore elettrico, fino ad ottenere una consistenza spumosa. A questo punto incorporate al composto una bustina di vanillina e mescolate con una spatola, con movimenti dal basso. Dopodiché aggiungete a più riprese il formaggio spalmabile delicatamente.


Incorporate al composto il succo di un limone filtrato e aggiungete la maizena. Se non l'avete a disposizione potete aggiungere un cucchiaio di farina. In una ciotola a parte montate la panna, seguendo i consigli sopra elencati, per ottenere un composto denso e spumoso.


Una volta montata, aggiungete la panna senza smontarla al composto. Quando gli ingredienti saranno ben incorporati senza grumi, infornate in forno statico a 170° per 50 minuti.


Come topping della cheesecake potete decidere di servire una confettura di fragole, di frutti di bosco, o perché no una bella colata di cioccolato.


Quando la cottura della cheesecake sarà ultimata, conditela con il vostro topping preferito. E' importante lasciare in frigorifero la cheesecake per almeno un'ora per un risultato ottimale. Buon appetito!


In Italia è molto diffusa anche la versione della cheesecake fredda, senza cottura, la quale ha lo stesso procedimento della cheesecake cotta senza l'aggiunta delle uova. Per garantire un'ottima consistenza, anche per la cheesecake fredda è raccomandato un lungo riposo in frigorifero o nel caso in cui i tempi siano ristretti in freezer.


Un'altra ricetta da provare è la millefoglie al mascarpone: facile, veloce e buonissima!


Se desiderate provare invece un dolce al cucchiaio, provate la panna cotta senza gelatina:



  • Panna Fresca Chef 250 ml

  • Latte 120 ml

  • Zucchero 60 gr

  • Albumi 2

  • Vanillina 3 gr


Per preparare la panna cotta senza gelatina, ponete in un pentolino la panna, il latte, la vanillina, lo zucchero e portate a bollore continuando a mescolare.


Dopo aver sciolto lo zucchero e la vanillina nel composto di latte e panna, lasciate raffreddare. Quando sarà freddo il composto, incorporate gli albumi e mescolate con cura fino ad amalgamare tutti gli ingredienti.


Versate in composto negli stampini. Cuocete a bagnomaria in forno a 160° per un'ora. Trascorso il tempo sfornate gli stampini e lasciateli raffreddare. Quando saranno freddi riponeteli in frigorifero almeno due ore prima di servirle. Buon appetito!


prossimo articolo

Benefici del cocco: tutto quello che c’è da sapere

LEGGI