Condividi

Parmalat - logo

Tutti i metodi per montare la panna

La panna montata è una preparazione di base facile, veloce e gustosa. Può essere utilizzata per guarnire torte, preparare dessert al cucchiaio oppure la si può gustare semplicemente con della frutta fresca.


Chi non ha mai provato l’abbinamento classico di fragole e panna? La sua consistenza soda, inoltre, la rende ottima per realizzare anche decorazioni per il cake design.


Ci sono vari metodi per montare la panna dai più pratici e veloci, come quello di utilizzare uno sbattitore elettrico, a quelli un po’ più impegnativi, come montarla con la frusta a mano, fino a quelli più impensabili, come il metodo che prevede l'utilizzo di un barattolo di vetro.


Siete curiosi? Allora scoprite quali sono tutti i metodi per montare la panna a regola d'arte!


Panna montata: come sceglierla e come usarla


La panna è un derivato del latte e si ottiene tramite un processo di lavorazione del latte in cui il grasso viene separato dagli altri nutrienti. In basse al processo di lavorazione si distinguono due tipi di panna: la panna da cucina e la panna da montare.


La panna da cucina subisce, infatti, anche un processo di sterilizzazione UHT, ha inoltre una consistenza più densa ed è impossibile montarla. Viene utilizzata principalmente per la preparazione di ricette salate, come sughi per primi piatti, stufati o zuppe.


La panna da montare, al contrario, subisce soltanto il processo di scrematura, si presenta liquida e montandola è possibile realizzare dei morbidi ciuffi spumosi, cremosi e dal gusto delicato.


Ogni panna però non è uguale all’altra: nonostante possano sembrare identiche, esistono diversi tipi dipannada montare e ciò dipende dalla percentuale di grassi in essa contenuti. La consistenza della panna una volta montata dipende da questo: una panna contenente il 25% di grassi richiederà una sbattitura di circa 10 minuti, mentre una panna contenente il 42% di grassi sarà montata in 1 minuto.


È bene scegliere quindi il prodotto giusto in base alle vostre esigenze. Se dovete ottenere una panna che non si smonti, soda e compatta dovrete scegliere una panna da montare con una percentuale di grassi superiore al 30%. Prestate attenzione, quindi, ai valori nutrizionali nelle etichette!


La panna montata è una preparazione di base fondamentale per preparare dei dolci al cucchiaio, per guarnire le vostre torte o bignè oppure semplicemente per accompagnare le fragole durante l’estate. Chi non le ha mai provate?


Può essere arricchita anche con altri ingredienti o aromatizzata a piacere, ad esempio con del limone o all’arancia, unendo la bontà e la freschezza degli agrumi.


Nei semifreddi, può sostituire l’uovo, grazie alle sue proprietà emulsionanti molto simili. Un classico è il tiramisù.


La crema Chantilly non è altro che panna montata con l’aggiunta di zucchero, spesso aromatizzata con la vaniglia, e non è raro che vanga amalgamata alla crema pasticcera. Viene utilizzata per guarnire i millefoglie, i bignè dei profiteroles e in torte come la Saint Honoré.


Con la panna fresca e il cioccolato fondente potete realizzare facilmente la mousse al cioccolato: un dolce soffice, cremoso e a cui nessuno può rinunciare. Pensate che potete realizzare anche una mousse allo Yogurt Zymil alla Greca Bianco e Panna Fresca Zymil da decorare con frutti di bosco e cereali oppure con ciò che più desiderate!


Come potete vedere, la panna montata è un ingrediente molto versatile, adatto alla preparazione di moltissimi dolci grazie alla sua dolcezza e delicatezza. Potete trovare tantissime idee originali per accostare vari sapori per la gioia del vostro palato.


Ci sono molti metodi pratici e veloci per montare la panna: con lo sbattitore elettrico, con la frusta a mano o, incredibile ma vero, con un semplice barattolo. Le regole fondamentali da rispettare sono le stesse per tutte queste lavorazioni. Scopriamole insieme!


Montare la panna con lo sbattitore elettrico


Innanzitutto, per una buona riuscita della vostra panna montata è necessario che la panna che userete sia fredda, a una temperatura di circa 2-4°.


Tutto ciò che vi occorre è: una ciotola di vetro o metallo, in cui sarà montata la panna, uno sbattitore elettrico e dello zucchero a velo per dolcificare la vostra panna.


È consigliabile riporre in frigo, almeno 1 ora prima dell’utilizzo, tutti gli strumenti, insieme alla panna, in modo da garantire una temperatura ottimale quando andrete a montarla.


Adesso siete pronti per montarla. Versate la panna nella ciotola e poi passate all’utilizzo dello sbattitore elettrico. La panna inizierà così a montare. Fermatevi solo quando avrete ottenuto una panna bella spumosa e abbastanza consistente. A questo punto unite lo zucchero a velo. Servitela subito o conservatela in frigo.


Se passerete il momento di montatura, il liquido della panna comincerà a dividersi dal grasso e otterrete del burro. Quindi fate attenzione, non si potrà tornare più indietro!


Montare la panna con la frusta a mano


Montare la panna con uno sbattitore è senz’altro semplice e veloce ma anche con la frusta a mano è possibile ottenere dei risultati soddisfacenti seguendo dei piccoli accorgimenti. Iniziamo!


Anche in questo caso è bene mettere gli utensili e la panna in frigo: se sono freddi otterrete una panna più corposa senza il rischio che si smonti dopo poco tempo.


Per assicurarvi che durante tutto il processo di montaggio della panna questa mantenga una temperatura costante, potete mettere la ciotola con all’interno la panna in un altro recipiente più grande che contiene del ghiaccio. In questo modo sarete molto più sicuri.


A questo punto, montate la panna con la frusta, prima con movimenti lenti e poi velocizzandovi, per circa 20 minuti, fino a quando la panna non si sarà gonfiata e raggiungerà la consistenza che desiderate.


Ricordatevi di non levare la frusta prima che la panna sia pronta: rischierete di smontarla. Ecco qua la vostra panna realizzata con la frusta a mano pronta per essere utilizzata.


Montare la panna in barattolo


Se non avete a disposizione né lo sbattitore né la frusta a mano, non disperate. C’è un altro metodo molto facile e pratico da poter utilizzare per montare la vostra panna!


Versate la panna liquida in un barattolo di vetro, riempiendolo per metà. Aggiungete poi lo zucchero, chiudete e agitate con forza per qualche minuto. La panna si addenserà e diventerà panna montata, pronta per essere gustata in compagnia! Sorprendente, vero?


Anche in questo caso state attenti a non lavorarla troppo, altrimenti avrete come risultato del burro.


Consigli pratici per montare la panna


Spesso vi siete ritrovati con una panna montata dalla consistenza meno soffice o con aspetto meno compatto? Sicuramente vi sarete chiesti il perché. Seguire i passaggi di una ricetta non è la soluzione a tutto. Ci sono anche dei piccoli accorgimenti da seguire, che anche se semplici, vi assicureranno un risultato ottimo e che rispetti le vostre aspettative.


Ecco alcuni consigli pratici che vi aiuteranno nella realizzazione di una panna montata spumosa e dolce al punto giusto.


Per prima cosa è bene non esagerare con lo zucchero, la panna deve essere dolce ma non troppo. È preferibile utilizzare lo zucchero a velo perché grazie alla sua trama fine sarà più facile da incorporare nella panna, ma potete optare anche per lo zucchero semolato o di canna. Le dosi consigliate sono, in ogni caso, un cucchiaino ogni 200 ml di panna.


Come per le uova o la preparazione della crema pasticcera, è importante non invertire il senso di rotazione quando montate la panna. Deve essere mantenuto costante, sia che sia antiorario che orario, e non dovete interrompere il processo. Anche questo, infatti, potrebbe compromettere il risultato.


Se non siete sicuri di aver montato la panna a sufficienza, potete utilizzare questo metodo: prendete un cucchiaino e mettetelo in piedi sulla panna. Se resta immobile, la vostra panna sarà pronta, altrimenti continuate a montarla fino a raggiungere la consistenza che vi occorre.


Una panna semi montata sarà preferibile per la preparazione di mousse, creme o dolci in cui dovrà amalgamarsi con altri ingredienti, mentre una panna soda vi servirà per la decorazione di torte, il cake design. In quest’ultimo caso per stabilizzare la panna, in modo da poterla lavorare facilmente con gli strumenti del cake design, ci sono vari metodi. Potete aggiungere al vostro composto dello zucchero semolato e amido di mais oppure in commercio si possono trovare le gelatine o la colla di pesce che sciolte nella panna garantiscono lo stesso risultato.


In pasticceria spesso viene aggiunto, prima di montare la panna, del latte in polvere e alla fine il composto è fatto riposare per 24 ore in frigo. In questo modo la panna montata resta più soda e facilmente modellabile.


Se volete dare colore alla vostra panna per realizzare una decorazione variopinta, potete unite a quest’ultima dei coloranti per alimenti. Sbizzarritevi con la fantasia per creare dolci gustosi e belli da vedere!


prossimo articolo

“Effetto Matrice”: il latte analizzato nel suo complesso

LEGGI