Condividi

Parmalat - logo

Come fare la panna cotta

La panna cotta è uno squisito dessert che chiude in bellezza ogni pranzo e cena. Adatto per tutte le stagioni, è apprezzato da adulti e bambini.

Si tratta di un dolce di origini piemontesi dal gusto delicato e neutro che può essere assaporato nella sua versione semplice oppure accompagnato da salse e topping di vari gusti, tra cui al caramello, ai frutti di bosco o al cioccolato.

Nella sua ricetta classica, è sempre una delizia, ma perché non provarlo anche in tutte le sue gustose varianti?
Pochi e semplici step per realizzare un dolce raffinato e delicato che può essere servito come classico dolce al cucchiaio, o in coppette di vetro arricchite da glasse alla frutta o al cioccolato.

Cos'è e come si presenta

La panna cotta è un delizioso dessert molto conosciuto e apprezzato in tutta Europa, le cui origini non sono molto chiare, anche se rintracciamo una prima comparsa ai primi del novecento in Piemonte.

Secondo alcune fonti, la nascita della panna cotta risalirebbe ai primi anni del '900 ad opera di una famosa famiglia di Cuneo che inventò la ricetta di questo dolce al cucchiaio molto versatile e personalizzabile.

Si tratta di un dolce al cucchiaio, dal sapore molto delicato e ideale come fine pasto. La panna cotta rientra tra i dolci al cucchiaio poiché ha la consistenza del budino e dà una sensazione di freschezza al palato. Tuttavia, è possibile anche variarne la forma con l’utilizzo di stampini speciali.

In giro per l'Europa esistono ricette che ricordano quella della panna cotta e in alcune viene utilizzato l'albume dell'uovo al posto della gelatina come addensante. In Grecia e Inghilterra c'è ad esempio la blancmanger, in Danimarca è diffuso invece il tradizionale moos hwit.

La preparazione base prevede pochi e semplici ingredienti. Esistono diverse varianti della panna cotta: infatti basta aggiungere solo pochi nuovi elementi per renderla ogni volta diversa e una sorpresa golosa che piace a grandi e bambini.

Per realizzare questo caratteristico dolce sono necessari: panna fresca liquida, latte intero, un baccello di vaniglia, lo zucchero e fogli di gelatina.

A questa ricetta base è possibile, come accennato, aggiungere altri ingredienti per creare delle golose varianti al cioccolato, al caramello, ai frutti di bosco e tanto altro ancora.

Aggiungendo, per esempio la salsa caramello sulla mousse, o sul fondo del bicchiere da dessert, otterrete un dolce molto particolare che richiama il creme caramel e mantiene la leggerezza della panna cotta.

Esiste anche una versione vegetariana che vede l'utilizzo dell'agar agar, ideale per chi è intollerante alla colla di pesce contenuta nella gelatina che utilizza gli albumi dell’uovo.

Come fare la panna cotta in casa

La panna cotta è un dolce di grande successo a tavola e molto facile da preparare.

Proprio per questo ben si presta alla preparazione casalinga. La preparazione è anch’essa abbastanza rapida e potrete preparare il vostro dessert anche con poco anticipo.

Per preparare un'eccellente panna cotta vi serviranno come strumenti:

  • un pentolino da latte,
  • una frusta per amalgamare il composto base,
  • un mestolino,
  • gli stampi da budino.

Per prima cosa i fogli di gelatina vanno messi ammollo in acqua fredda per circa un quarto d’ora.

Nel frattempo, potete estrarre i semi dalla bacca di vaniglia e versarli insieme alla la panna con lo zucchero nel pentolino.

Scaldate a fuocolento e spegnete la fiamma a inizio bollore.

A questo punto, sarà sufficiente immergere la gelatina nel composto e mescolare con cura fino al raggiungimento della giusta densità.

Terminata questa operazione, sarà sufficiente versare la crema ottenuta negli stampini e riporli in frigorifero a solidificare per almeno 5 ore.

Servite le vostre monoporzioni a temperatura ambiente su un piatto da portata e il successo sarà assicurato.  Un consiglio: per staccare meglio la panna cotta sul piatto, poco prima di servire il dessert, immergete per qualche istante gli stampini in acqua bollente.

Questa è la ricetta semplicissima e golosa per la realizzazione della tradizionale panna cotta. Se volete realizzare un dolce più leggero per non trasgredire la dieta, esiste anche una versione light con poche calorie.

La panna cotta allo yogurt è altrettanto cremosa e fresca. Ha il vantaggio che potete scegliere uno yogurt alla frutta per rendere il vostro dolce più gustoso. In questa versione, la panna cotta è più digeribile anche per i bambini che gradiranno molto una piccola porzione per merenda. Potete guarnirla con il cioccolato, o con un coulis di frutta di stagione.

A proposito di merenda per i bambini, esistono degli stampi divertenti con cui potrete sbizzarrirvi per realizzare delle monoporzioni decorate a tema. In occasione delle feste di Pasqua invece potrete utilizzare dei simpatici stampini a forma di ovetto in cui far raffreddare la panna cotta.

COME SERVIRE LA PANNA COTTA

Potete offrire il vostro dolce al naturale, oppure potete decorare ogni monoporzione con l’aggiunta di una salsa dolce al caramello, al cioccolato, o con una coulis di frutta.

Un abbinamento ideale è quello con la coulis ai frutti di bosco. Scegliete more, lamponi e mirtilli, versateli in una ciotola dai bordi alti con zucchero a velo e succo di limone. Frullate tutti gli ingredienti con un mixer a immersione, filtrate con un colino e mettete da parte. Appena la panna cotta è pronta, versate la coulis sulla sua superficie e servite!

Potete anche scegliere di servire i vostri dessert con diverse salse dolci o aromatizzare la crema con le vostre essenze preferite. Avete mai provato la panna cotta allo zenzero? Provate ad aggiungere un cucchiaio di questa spezia e non ne potrete più fare a meno!

Se preferite una versione più ricercata e di stile, servite la panna cotta con una salsa a parte, ad esempio con cioccolato fondente e granella di nocciole oppure con le pesche caramellate.

Per decorare utilizzate frutta fresca, fragole, lamponi e more con delle foglie di menta che danno colore al vostro dessert.

Se poi avete dimestichezza con le gelatine, vi consigliamo di provare la panna cotta con la gelatina d’albicocche: basterà versare a strati il composto della mousse e la gelatina. Servite con una decorazione di mandorle tostate: l’effetto visivo è garantito e anche il gusto vi sorprenderà!

Volete un dessert sfizioso anche per sorprendere i vostri amici? Provata la ricetta della panna cotta e ricotta al caffè. In questa variante, vi servirà un mixer o una frusta: amalgamate la panna liquida, lo zucchero a velo, i semi di vaniglia e due tazzine di caffè espresso. Una volta raggiunto un composto omogeneo, mettetelo a scaldare come da ricetta classica in un pentolino e aggiungete la gelatina. Il risultato finale sarà un dessert ancora più cremoso e goloso con l’aggiunta di un caramello al caffè e gocce di cioccolato fondente per guarnizione.

Qualche consiglio pratico?

Ecco come non incorrere in errori abbastanza frequenti: non usate l’aroma alla vanillina poiché non otterreste lo stesso effetto, bensì notereste un retrogusto amarognolo. Piuttosto, è preferibile sostituire i semi di vaniglia con una scorza di limone o un agrume a vostro piacere.

Potete anche sostituire lo zucchero con quello di canna o con il miele: scioglietelo come da procedimento base.

Mescolate il composto in modo che risulti omogeneo e senza grumi, se necessario, mentre lo versate negli stampi, servitevi di un colino per essere certi che la crema sia fluida.

Come fare la panna cotta al cioccolato

Una deliziosa variante della classica ricetta della panna cotta, è quella al cioccolato.

Gradita soprattutto dai più piccoli, è amata anche dai grandi che apprezzano il contrasto tra la dolcezza della panna e il gusto più deciso del cioccolato.

Per realizzare questo dolce basterà aggiungere un passaggio alla ricetta classica. É sufficiente infatti sciogliere a bagnomaria una quantità di cioccolato in un pentolino a parte e poi unirlo alla panna calda con lo zucchero a velo setacciato. Amalgamate a fuoco lento il composto così ottenuto con i fogli di gelatina, precedentemente messi in ammollo in acqua fredda, e versatelo prima del bollore negli appositi stampini da mettere in frigo.

Potete decorare questa morbida mousse al cioccolato con delle salsine alla frutta, la panna, delle fragoline e anche mandorle o scaglie di cocco che donano freschezza.

Anche la panna cotta al cioccolato può essere servita al naturale, o accompagnata da una deliziosa salsetta ai frutti di bosco, panna montata e foglie di menta.

Un'altra idea golosa consiste nell'abbinare la panna cotta al cioccolato con una salsa esotica a base di mango, avocado o papaya da arricchire poi con foglioline di menta oppure con del peperoncino.

Questa variante è ideale per le merende: servita con un ciuffo di panna spray rende allegre le feste e le occasioni speciali.

Come fare la panna cotta ai frutti di bosco

La panna cotta è un dessert delicato e versatile. Proprio per il suo gusto delicato e neutro si sposa bene con le salse dolci, i liquori e la frutta.

Una delle varianti più note e apprezzata di questo speciale dessert è quella ai frutti di bosco. La preparazione di questo dolce è uguale alla versione classica per quanto riguarda la panna cotta e necessita di un passaggio in più per la realizzazione della salsa ai frutti di bosco.

Dopo aver preparato la mousse classica, e averla lasciata a riposare in frigo, procedete con la cottura dei frutti di bosco in un pentolino. Potete utilizzare sia quelli surgelati che quelli freschi: lasciateli macerare con lo zucchero semolato per una decina di minuti. Una volta ottenuta questa profumata salsa, potete versarla sui dolcini privati dello stampo. Proseguite con la decorazione con i frutti avanzati e servite a temperatura ambiente.

Una variante a questa ricetta consiste nel mescolare metà del composto ai frutti di bosco con la panna cotta ancora liquida. In questo modo, il vostro dolce assumerà un delizioso sapore di frutti di bosco, e un attraente colore rubino ed un profumo freschissimo. Infine, potete spargere il resto della salsa sui budini e sul piatto da portata.

In alternativa potete preparare golose varianti utilizzando un solo tipo di frutto per la vostra salsa. Ottimo l'abbinamento con i lamponi, con le fragole o quello con gelatina di mirtilli.

La panna cotta può essere conservata per un paio di giorni in frigorifero in un contenitore ermetico. In alternativa alla classica forma del budino, potete preparare dei dolci al cucchiaio in delle coppette di vetro: versate un po’ di sciroppo con frolla o biscotti come base, poi la panna cotta e di nuovo un po’ di salsa con i frutti di bosco come decorazione.

Un consiglio: in alternativa allo zucchero semolato, potete macerare i frutti di bosco con lo zucchero di canna.

Come fare la panna cotta senza colla di pesce

La panna cotta è un dessert delicato, elegante e versatile. In base all’abbinamento scelto, infatti, questo dolce è adatto a tutte le stagioni e come fine pasto per ogni tipo di menù.

La sua semplicità e raffinatezza è apprezzata da tutti, anche da chi segue una dieta vegetariana o chi soffre di intolleranze. Per loro, ma anche chi vuole sperimentare una nuova ricetta, esiste una preparazione senza colla di pesce.

Al posto della gelatina, infatti, è possibile utilizzare diversi ingredienti che hanno comunque il potere di legare e amalgamare gli elementi base della panna cotta.

Tra questi, vi sono gli albumi dell’uovo. Come è noto, l’albume ha il potere di “legare” le sostanze. Aggiunto nel pentolino quando la panna è ancora liquida, lo zucchero a velo e la vaniglia sono già caldi, ottiene lo stesso effetto della gelatina. L’importante è amalgamare gli albumi delicatamente con una frusta, facendo attenzione a non creare grumi.

Un altro accorgimento importante per ottenere una panna cotta senza colla di pesce dalla consistenza soda consiste nel tenere lo stampo in frigo per una notte intera. Il consiglio è quindi quello di preparare il dolce il giorno prima per un risultato perfetto.

Questa panna cotta senza colla di pesce non ha nulla da invidiare alla classica preparazione ed è perfetta in abbinamento ad una salsa alle fragole. Potete benissimo ricorrere a questa alternativa anche quando non avete in casa la gelatina e volete ugualmente preparare una perfetta panna cotta.

Come per la ricetta classica, anche questa versione vegetariana si sposa benissimo con sciroppi alla frutta, salse al liquore, cioccolato e caffè.

Buono a sapersi: la colla di pesce è una gelatina addensante. Contiene in piccola percentuale del glutine. Per questo esistono in commercio delle gelatine gluten free ideali per chi è intollerante al glutine.

Come fare la panna cotta con l’agar agar

La panna cotta è un delizioso dessert amato da tutti. Esiste anche una ricetta per chi è intollerante alle sostanze contenute nella gelatina e nell’uovo.

Questa versione sostituisce l’addensante gelatinoso con l’agar agar, una sostanza naturale di origine vegetale e insapore che ha la stessa funzione di solidificare le creme. Si tratta in particolare di un addensante naturale che deriva dalle alghe. Potete facilmente trovarlo in erboristeria, nei negozi di prodotti biologici o etnici.

Viene usato nelle preparazioni dolci, ma anche in quelle salate, come, per esempio, per l’aspic di pesce e verdure. Nel caso delle ricette dolci, l'agar agar può essere utilizzato per la preparazione di budini, dolci al cucchiaio e anche per la versione vegana della cheesecake.

L’agar agar sprigiona in pochi minuti il suo effetto gelificante cotto a temperature elevate.

Questa gelatina naturale è diventata molto famosa anche grazie alla ricetta di uno chef giapponese che è riuscito a preparare una torta utilizzando solo due ingredienti: acqua e agar agar. Si tratta della Raindrop Cake, un'enorme torta a forma di goccia di rugiada che ha fatto il giro del web per la sua particolare forma.

Per la preparazione della panna cotta con l’agar agar, il procedimento è lo stesso di quello della ricetta classica. Versate in un pentolino la panna liquida, lo zucchero a velo, i semi di vaniglia e l’agar agar. A differenza della versione originale, il composto va portato a ebollizione per cinque minuti per permettere al potere gelificante dell’agar agar di fare effetto.

Lasciate quindi scendere un po’ la temperatura e versate il composto negli stampini da frigo.

Anche in questa versione, potete aggiungere una salsa da mescolare alla crema, oppure lasciate raffreddare le mousse e servite la panna cotta al naturale con delle salse a vostro piacere.

Questa ricetta è altrettanto utile per chi è intollerante al glutine, infatti l’estratto addensante di queste alghe non ne contiene ed è sicuro per i celiaci.

Se desiderate preparare una ricetta vegana, potete utilizzare anche il latte di soia e la panna vegetale al posto di quella vaccina.

Da sapere: un cucchiaino di agar agar corrisponde a circa otto fogli di colla di pesce. Fate quindi attenzione nel dosaggio dell’addensante.

prossimo articolo

Come fare i muffin

LEGGI