Condividi

Gnocchi alla romana - Parmalat

preparazione
35 min

Difficoltà
Facile

Semolino 150 g

Latte UHT Zymil Buono digeribile senza lattosio 650 ml

Barbabietola 70 g

Olio evo 4 cucchiai

Pecorino Romano 2 cucchiai

Sale

Vedi tutti gli ingredienti

preparazione
35 min

Difficoltà
Facile

ingredienti

Semolino 150 g

Latte UHT Zymil Buono digeribile senza lattosio 650 ml

Barbabietola 70 g

Olio evo 4 cucchiai

Pecorino Romano 2 cucchiai

Sale

Vedi tutti gli ingredienti

Nelle nostre vite frenetiche non esiste un attimo per creare della sana pasta fatta in casa, ma pochi sanno come poter produrre degli gnocchi alla romana in maniera semplice e veloce. Si tratta praticamente di dischi preparati con del semolino molto morbidi e fragranti, anche per il fatto di essere realizzati con grandi quantità di burro fuso, tuorli e uova. La maggior parte dei condimenti veniva poi realizzata con del semplice e veloce burro e salvia.

Per gli amanti di una dieta salutare e leggera gli gnocchi potrebbero sembrare uno dei piatti proibitivi per una sana alimentazione, ma il segreto è nel giusto compromesso e nella variazione degli ingredienti. Dimenticate le lunghe tempistiche di impasto impiegate per realizzare i classici gnocchi di patate, la versione romana utilizza dei semplici stampini per biscotti oppure dei coppapasta per produrre i dischetti di semolino. Vi consigliamo anche un’altra buona variante dalla preparazione veloce: create dei cilindri di impasto e metteteli in frigorifero per una ventina di minuti, dopodiché potrete tagliare i vostri dischetti direttamente con un coltello.

Vi sembrerà strano, ma riuscirete a realizzare gli gnocchi alla romana senza l'utilizzo del burro e solamente con 4 ingredienti: la barbabietola, il Latte Zymil, il semolino e il pecorino romano. Una volta appresa questa semplice ricetta, potrete variarla con l'introduzione di altre verdure, realizzando un sacco di primi piatti per arricchire la vostra tavola.

Per chi non amasse il sapore troppo deciso del formaggio pecorino romano potrà sostituirlo con del parmigiano grattugiato.

La barbabietola renderà speciali gli gnocchi alla romana grazie al suo sapore dolce che ben si sposa con la sapidità del pecorino romano, mentre il suo intenso colore violaceo vi permetterà di creare un piatto vivace e divertente.


Preparazione

35 min
totali

Iniziate questa facile ricetta ponendo il Latte Zymil in una pentola sul fuoco insieme alla purea di barbabietola, che avrete precedentemente lessato e frullato. Grattugiate un poco di noce moscata. Per velocizzare il procedimento, è possibile utilizzare la barbabietola precotta che dovrà soltanto essere frullata fino a ottenere una consistenza cremosa, anche con l'aiuto di un po' d'acqua.

Quando il composto inizierà a bollire versate il semolino. Amalgamate bene con una frusta il tutto cercando di sciogliere eventuali grumi. Insaporite con un pizzico di sale, dell'olio extravergine d'oliva e un cucchiaio di pecorino.

Fate cuocere per bene il composto finché non diventerà denso, a quel punto toglietelo dal fuoco.

Stendete l'impasto ancora bollente su un foglio di carta da forno in una teglia, realizzando uno strato di circa mezzo centimetro e poi lasciate freddare.Con una formina per biscotti ricavate gli gnocchi dall'impasto color rosa e andate a metterli all'interno di una pirofila, che avrete ben oliato.

Per creare delle rondelle perfette, potete anche dare una forma cilindrica all'impasto, avvolgerlo nella carta forno e riporlo nel frigorifero per circa 20 minuti in modo che il composto diventi compatto e facile da tagliare.

Versate ancora del pecorino e un filo d'olio.

Mettete la pirofila in forno a 200° per 15 minuti affinché si formi la gratinatura.

Potete aggiungere agli gnocchi di barbabietola anche delle spezie che in cottura sprigioneranno tutto il loro aroma. L'aneto conferisce una nota più balsamica, il coriandolo e lo zenzero un sentore più agrumato, mentre il timo e la salvia un profumo più mediterraneo.

Sfornate e servite.

Curiosità

Gli gnocchi alla romana sono un primo piatto ricco e gustoso, originario della regione Lazio, che da sempre accontenta grandi e piccini.

A dispetto del nome però, che ne indica chiaramente l’appartenenza geografica, è stata avanzata l’ipotesi che questo piatto in realtà sia stato ideatoin Piemonte. Un’ipotesi nata a partire dagli ingredienti utilizzati: semolino, latte, burro e parmigiano. A destare sospetti sono soprattutto la presenza di abbondante burro che è un condimento tipico del Nord Italia e del parmigiano al posto del locale pecorino romano.

Ma a ben vedere, allora, anche il termine gnocchi tradisce le aspettative per la forma circolare, la mancanza delle patate e della farina, e la cottura in forno.

Con buona pace dei romani, però, a fugare ogni dubbio intervengono storici e gastronomi che confermano gli gnocchi alla romana come uno dei piatti più antichi della cucina tradizionale romana e laziale.


al bar

Con Zymil ti senti al 100%...
Anche al bar!


Scopri di più

al bar

Con Zymil ti senti al 100%...
Anche al bar!

Scopri di più