Condividi

Plumcake al limone e semi di papavero - Parmalat

preparazione
40 minuti

Difficoltà
Facile

Farina di tipo 1 200 gr

Latte Zymil Bio 100 ml

lievito 1 bustina

zucchero di canna 150 gr

Fecola di patate 50 gr

Uova 2 uova

Vedi tutti gli ingredienti

Plumcake al limone e semi di papavero

Latte Zymil UHT Bio Buono Digeribile

Zymil, la linea di prodotti senza lattosio* ad alt...

Scopri il prodotto   Acquista ora
Latte Zymil UHT Bio Buono Digeribile

Plumcake al limone e semi di papavero

preparazione
40 minuti

Difficoltà
Facile

ingredienti

Farina di tipo 1 200 gr

Latte Zymil Bio 100 ml

lievito 1 bustina

zucchero di canna 150 gr

Fecola di patate 50 gr

Uova 2 uova

Vedi tutti gli ingredienti
Latte Zymil UHT Bio Buono Digeribile

Zymil, la linea di prodotti senza lattosio* ad alt...

Scopri il prodotto
Acquista ora
Latte Zymil UHT Bio Buono Digeribile

Il plumcake al limone e semi di papavero è un dolce adatto a tante occasioni: la colazione, la merenda o anche a fine pasto.

Preparare il plumcakeal limone con semi di papaveroè davvero semplice. Potete sicuramente trovarlo in pasticceria, ma perché non provare a farlo in casa con una planetaria o manualmente? Inonderete la vostra casa di un profumo irresistibile e potrete assaporare piccole dosi di plumcake all'ora del tè o scegliere di conservarlo in mini porzioni a temperatura ambiente per assaporarlo nei giorni successivi a colazione o come dessert dopo i pasti.

Nella categoria di torte e dolci lievitati, il plumcake è un tipo di dessert dal sapore delicato che si presta a molteplici varianti e che può essere consumato non esclusivamente in occasioni speciali, ma anche durante la settimana per addolcire la frenesia di giorni feriali pieni di impegni. Potete scegliere molteplici confetture e aromatizzarlo non solo con gli agrumi, ma anche con dello zucchero a velo o con la scorza grattugiata della vostra frutta preferita.

Il procedimento per questa ricetta è molto semplice e prevede l'aggiunta dei semi di papavero, checon il loro effetto crunchy e il gusto intenso del limone risveglieranno anche i palati più assopiti. Per realizzare il plumcake al limone vi servono per altro pochi strumenti: una ciotola capiente, e, se non avete un'impastatrice, una spatola e delle fruste per mescolare il composto in modo che non si formino grumi.

La consistenza del plumcake che vi proponiamo è particolarmente soffice e leggera grazie al latte UHT Bio Buono Digeribile, adatto a chi soffre di intolleranza al lattosio perché ad alta digeribilità. Ma è ideale anche per chi semplicemente vuole mantenersi in forma e mangiare sano, senza appesantirsi e, allo stesso tempo, senza rinunciare a un dolce sfizioso.

Che aspettate? Scoprite con noi come si prepara il plumcake al limone con semi di papavero seguendo questi semplici passaggi:


Preparazione

40 minuti
totali

Unire la farina, la fecola, lo zucchero e il lievito setacciati in una ciotola.

A parte sbattere le uova e aggiungere gli ingredienti liquidi: latte, olio e succo di limone.

Unire le polveri un po' per volta fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi.

Aggiungere i semi di papavero e amalgamare il tutto.

Versare in una teglia da plumcake rivestita con la carta forno.

Infornare a 180° per 30 minuti circa nel forno ventilato, fare la prova dello stecchino per controllare il grado di cottura.

Ricetta di @sequestoeunuovo

Curiosità

Lo sapevate che il papavero è una delle prima piante che è stata prodotta e coltivata dalla popolazione umana? Basti pensare a una delle prime testimonianze scritte nell’Iliade di Omero, che cita il papavero insieme ad altre spezie come lo zafferano e l’aglio. La pianta di papavero ha origini molto antiche, risalenti al Neolitico, periodo durante il quale cominciò ad essere coltivata soprattutto in Europa.

I semi di papavero venivano usati anche nell'antica Roma. Negli usi e consumi dell’epoca, venivano solitamente tostati per preparare un dolce molto famoso ai tempi imperiali, il “placenta mellita papavere”. Per di più era associato al seme di papavero un forte potere afrodisiaco. Per questa ragione infatti veniva spesso usato per condire una famosa bevanda offerta a chi convolava a nozze, il cosiddetto “Cocetum”.

Un'altra bizzarra curiosità sui semi di papavero giunge dal significato stesso dellaparola “papavero”inlinguaceltica, ovvero “pappa”. Pare infatti che i popoli celtici usassero le proprietà rilassanti di questa spezia per far fare dei dolci sonni ai bambini, aggiungendo quindi nella pappa i semi di papavero per assicurarsi il loro riposo.

Se i romani lo usavano per le sue proprietà afrodisiache e i celti per le sue proprietà rilassanti, i galli e gli arabi invece usufruivano di questa pianta a livelloterapeutico, ovvero prendendone non i semi ma l’olio che i semi del papavero producono. Tuttavia, nell'antichità i semi di papavero erano dai più ritenuti dei veri e propri portafortuna scaramantici.

Oggi questa spezia viene molto consumata, oltre che in Italia, anche in Nord Europa, in Grecia, Turchia e altri paesi arabi. Viene spesso utilizzata per realizzare il pane, oppure in Austria, ad esempio, è uno degli ingredienti caratteristici dei famosi strudel o del germknodelfritto, a cui viene aggiunta in superficie una spolverata di semi di papavero.


al bar

Con Zymil ti senti al 100%...
Anche al bar!


Scopri di più

al bar

Con Zymil ti senti al 100%...
Anche al bar!

Scopri di più