Condividi

Mousse di melanzane - Parmalat

preparazione
Preparazione: 5 min + 10 min di riposo in frigorifero

Difficoltà
Facile

ingredienti
Per 4 persone

Melanzane

Melanzane 400 gr

Chef leggera

Chef leggera 200 ml

Aglio

Aglio 1 spicchio

Olio evo

Olio evo Q.B.

Prezzemolo

Prezzemolo Q.B.

Sale

Sale Q.B.

Vedi tutti gli ingredienti
Chef Leggera

Meno grassi più leggerezza! Con questo prodotto il...

Scopri il prodotto
Acquista ora
Chef Leggera

preparazione
Preparazione: 5 min + 10 min di riposo in frigorifero

Difficoltà
Facile

ingredienti
Per 4 persone

Melanzane

Melanzane 400 gr

Chef leggera

Chef leggera 200 ml

Aglio

Aglio 1 spicchio

Olio evo

Olio evo Q.B.

Prezzemolo

Prezzemolo Q.B.

Sale

Sale Q.B.

Vedi tutti gli ingredienti
Chef Leggera

Meno grassi più leggerezza! Con questo prodotto il...

Scopri il prodotto
Acquista ora
Chef Leggera

Sfogliando mille ricette di antipasti nessuna vi convince? Volete stupire i vostri ospiti con una preparazione facile, originale e gustosa? Siete fortunati, avete trovato la ricetta che fa per voi: la mousse di melanzane!

Perfetta da abbinare a dei fragranti crostini o a del pane tostato, è tra le ricette vegetariane più amate all'insegna della leggerezza! Emulsionando la polpa di melanzane con la Chef Leggera, scoprirete quanto sia facile unire il gusto ad un pasto equilibrato!

La mousse di melanzane vi riporta alla mente in un ristorante indiano e non vi spiegate il perché? Non vi sbagliate, questa crema di melanzane si ispira alla babaganoush, pietanza tipica della cucina indiana fatta con polpa di melanzane, salsa tahina, paprika e limone.

Questa preparazione è adatta anche per chi ha organizzato una cena last minute, un'ottima soluzione per iniziare la cena con il piede giusto. Accompagnata da un pinzimonio di verdure farete un figurone!

Pronti per realizzare una buonissima mousse di melanzane? Vi basterà circa mezz'ora per un risultato sorprendente! Seguite questo procedimento:


Preparazione

Preparazione: 5 min + 10 min di riposo in frigorifero
totali

Per preparare un'ottima mousse di melanzane, per prima cosa lavate ed eliminate la buccia delle melanzane e tagliatele a cubetti. In una padella versate un giro d'olio e fate rosolare uno spicchio d'aglio. Dopodiché aggiungete i cubetti di melanzane, regolate di sale e pepe e lasciate cuocere con coperchio per circa 15 minuti. Alternativamente potete dividere a metà le melanzane conservando la buccia, disporle in una teglia e lasciarle appassire in forno a 200° per mezz'ora. Estraete poi con un cucchiaio la polpa di melanzane e proseguite la preparazione.

Trascorso il tempo di cottura, con un frullatore ad immersione frullate le melanzane fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Aggiungete a questo punto la Chef Leggera e continuate ad emulsionare per amalgamare bene tutti gli ingredienti.

Procedimento - Step 3

Per un risultato perfetto, lasciate riposare in frigorifero la mousse di melanzane per 10 minuti. Nel frattempo, tritate del prezzemolo, che spolvererete prima di servire sulla mousse a tavola. Buon appetito!

Curiosità

La melanzana è un ortaggio che affonda le radici nel Medio Oriente. Secondo la tradizione, i primi a coltivare questa pietanza dal colore viola furono gli arabi, a cui si riconduce il merito di aver promosso la diffusione della melanzana in tutto l'Occidente nel VII secolo, grazie alla conquista della penisola iberica. Alcuni suppongono invece che la popolazione cinese consumasse le melanzane già a partire dai secoli avanti Cristo.

Ciò che la filologia conferma è che il termine melanzana è stato coniato dagli arabi, precisamente badinjian, che letteralmente significa "uova del diavolo"; questo nome sicuramente può essere ricondotto al sapore acidulo della melanzana se consumata da cruda. In Occidente inizialmente questo prodotto non riscosse molto successo, ritenuto responsabile dell'insorgenza di malattie come cancro, epilessia e che addirittura cambiasse il colore del volto a coloro che si azzardavano a consumarlo e che fosse inoltre causa di alterazioni di umore.

Non a caso nel Medioevo si aggiunse il prefisso melo, utilizzato per distinguere tutti gli alimenti di provenienza lontana, giungendo al nome melo-badinjian, con continui riadattamenti linguistici fino ad arrivare al nome attuale melanzana, che significa mela non sana.

Nel 1500 si diffuse la teoria che gli Arabi portarono la melanzane per sterminare i Cristiani. Pazzesco!

Il nome di questo ortaggio violaceo è stato declinato in modo diverso da tutta Europa: i francesi e gli spagnoli sono rimasti abbastanza fedeli al nome arabo, chiamando la melanzana rispettivamente aubergine, o albergínia; gli inglesi la chiamano eggplant, letteralmente pianta d'uovo (che acquista un significato se pensiamo alla variante biancastra delle melanzane), in turco viene invece chiamata patlican, sostantivo del verbo esplodere.

In conclusione, dovete sapere che alcune popolazioni credevano che questo ortaggio avesse effetti afrodisiaci, come conferma la Clizia, commedia di Machiavelli: in occitano la melanzana viene chiamata dunque vietase, che significa pene d'asino, mentre altri nomi ricondotti a questo ortaggio hanno come traduzione "pomo d'amore".

porta le ricette sempre con te

Scarica l'app
Chef, cosa cucino oggi?

Download

porta le ricette sempre con te

Scarica l'app
Chef, cosa cucino oggi?

Download

Potrebbero interessarti anche...

Esplora il mondo Parmalat