Il sedano è una verdura che viene spesso sottovalutata, ma in realtà è naturalmente sapida e molto gustosa. Sappiamo bene come sia perfetta per il pinzimonio, intinta in saporiti intingoli e offerta ai propri ospiti insieme ad altre verdure croccanti in freschi aperitivi e buffet, ma in realtà può essere utilizzata in tanti altri modi: non solo per preparare dei soffritti, ma anche per realizzare piatti in cui è l’ingrediente principale, come nel caso della vellutata di sedano.

La vellutata di sedano è un piatto dal gusto fresco e intenso; sprigiona un profumo incredibilmente invitante e combina la cremosa consistenza della zuppa con la croccantezza sfiziosa dei crostini dai quali, se volete, può essere accompagnata. Ha inoltre un colore intenso, di grande effetto su una tavola apparecchiata.

Questa zuppa, resa ancor più gustosa dalla Panna Chef al Tartufo, è perfetta da portare in tavola sia per i pranzi e le cene di famiglia sia quando si hanno ospiti.

Se volete realizzare questo gustoso primo piatto, seguite i passaggi illustrati nella ricetta qui sotto: troverete anche tanti utili consigli per evitare gli errori più comuni e ottenere una vellutata realizzata a regola d’arte. Non resta che allacciare i grembiuli e accendere i fornelli: la vostra vellutata di sedano sarà pronta in meno di un’ora!

Preparazione

  1. 1

    Mettete in una pentola 2 l d’acqua fredda salata insieme a 1 cipolla sbucciata, 2 carote e 1 zucchina mondate e lavate, portatela sul fuoco e attendete che giunga a ebollizione, quindi lasciatela bollire per 10 minuti circa, con la pentola chiusa dal coperchio, fino a che il brodo non sarà diventato ben saporito. Potete lasciare il brodo sul fuoco più a lungo, per aumentare l’intensità del suo sapore.

  2. 2

    Nel frattempo, pulite il sedano, lavatelo, eliminate i filamenti esterni e tagliatelo a tocchetti. Lavate anche le foglie e tagliatele a striscioline, poi sbucciate le patate, lavatele e riducetele in pezzi non troppo piccoli.

    Sbucciate l’altra cipolla e tagliate anch’essa a listarelle, poi trasferitela in una casseruola dai bordi alti con 2 cucchiai d’olio e lasciatela appassire a fuoco dolce. Versate nella casseruola il sedano, le patate e il brodo vegetale, insaporite con una generosa macinata di pepe e cuocete il tutto per circa 30 minuti a fuoco medio.

  3. 3

    Trascorsa mezz’ora, togliete la vellutata dal fuoco e frullate il tutto con il frullatore a immersione, aggiungete infine la Panna Chef al Tartufo e la Panna Classica Chef e riportate la pentola sul fornello per altri 10 minuti, in modo che la vellutata raggiunga la consistenza ideale.

    Al momento di servirla, versate la vellutata di sedano nelle fondine, aromatizzatela con un filo d’olio extravergine d’oliva e una manciata di parmigiano grattugiato e portatela in tavola ancora calda.

     

    Curiosità

    Realizzare una vellutata di sedano è molto semplice, dal momento che è possibile trovare il sedano tutti i mesi dell’anno. Questo accade grazie alla coltivazione del sedano in serra. Se volete però rispettare la stagionalità del sedano, potete cimentarvi in questa facile ricetta nella stagione estiva e in quella autunnale.

    Esistono molte varietà di sedano che possono essere distinte in base al colore delle coste. Queste ultime possono infatti presentarsi come bianche, verdi o anche rosse. Prima di utilizzare il sedano nelle vostre ricette potrebbe essere utile eliminare alcuni dei filamenti più esterni, che risultano particolarmente fibrosi.

    Una volta che la vostra vellutata è pronta per essere servita, decorate ciascuna porzione con delle coste di sedano fresche, che i vostri ospiti potranno sgranocchiare insieme alla vellutata. Per questa funzione conservate le coste del sedano più interne che si mantengono più chiare, morbide e delicate. Accompagnate la vostra vellutata anche con dei crostini o con dei grissini.

     

    Domande e Risposte

     

    La vellutata di sedano si può servire anche fredda?

    Certamente: come accennato, è un ottimo modo per servire la vellutata nelle calde giornate estive, quando troverete il sedano più buono e gustoso, quello di stagione. Se volete, potete preparare la vellutata in anticipo e conservarla in frigorifero, da cui andrà estratta almeno 15 minuti prima di servirla.

    Quali ingredienti si possono abbinare alla vellutata di sedano?

    Se volete impreziosire la vostra ricetta con altri sapori, potete realizzare la vellutata di sedano e mele: basterà una piccola mela di tipo Golden, ben sbucciata e cotta a dadini nella stessa casseruola, per ogni 100 gr di sedano utilizzato. Infine, arrostite delle fette di pancetta e poi spezzettatele sulla vellutata ultimata prima di servirla.

    Quali tipi di sedano si possono utilizzare per questa ricetta?

    Potete realizzare la ricetta con il tradizionale sedano verde, quello che si usa per il soffritto, oppure con il sedano rapa, una varietà di sedano di cui si usa soprattutto la radice. In questo caso, però, la vostra vellutata avrà un sapore diverso, tutto da scoprire. Se questa ricetta vi ha incuriosito, provate anche la vellutata di rapa rossa con limone e germogli.

Scopri le altre ricette

Ti aspettano tanti gustosi piatti con cui sorprendere i tuoi ospiti!