Condividi

Parmalat - logo

Come servire il gelato a tavola con stile!

Cos'è il gelato se non un piacere da concedersi in ogni stagione, per coccolarsi o da condividere con chi si ama? Per questo motivo è ancora più bello abbandonarsi a una pausa di dolcezza, che si tratti di una merenda o di un fine pasto, senza necessariamente dover rinunciare alla linea ma curando piccoli dettagli e accorgimenti che possono rendere l'esperienza del gelato non solo appagante per il palato, ma anche per gli occhi. Seguite i nostri consigli per scoprire come decorare e servire il gelato con stile, portando in tavola un tocco di golosa freschezza!

Come preparare il gelato in casa

Il gelato è da sempre una tentazione piacevole e gustosa, capace di rallegrare giornate grigie e di rinfrescare quelle più calde. Ma chi dice che un buon gelato debba essere per forza ipercalorico e che non possa andare d'accordo con un'alimentazione sana ed equilibrata? Il modo per preparare in casa e gustare subito un gelato squisito ma al tempo stesso leggero esiste, magari trasformandolo nel perfetto sostituto di un pasto completo, purché non diventi un'abitudine: in tal caso potete concedervi una coppa abbondante di gelato accompagnato da frutta fresca di stagione, che apporterà all'organismo il giusto fabbisogno di vitamine, e magari da un'immancabile fonte di carboidrati, come ad esempio dei cereali integrali e delle croccanti cialde o lingue di gatto, che vi daranno la giusta energia per affrontare la giornata, soprattutto se decidete di gustare il gelato a pranzo per rinfrescarvi in una calda giornata estiva. Altrimenti, il gelato è il regalo amato e preferito da chi ha appena subito un’operazione al dente del giudizio, dando sollievo alla bocca infiammata magari con gusti neutri e semplici come il fiordilatte o la banana. Anche per chi ha mal di gola o è in convalescenza, portare una buona coppa di gelato sarà una scelta molto apprezzata. Grazie alle sue caratteristiche nutritive ricche di proteine, vitamine, carboidrati e minerali il gelato è un alimento completo ed è possibile farlo in poco tempo, con semplicità e senza bisogno della pastorizzazione né di ingredienti semilavorati del gelato come avviene invece nelle gelaterie. In questo caso potrete anche concedervi una coppa più grande del solito, preferibilmente accompagnata da tanta frutta fresca di stagione che garantisce una maggiore sazietà contribuendo a rendere il vostro fresco dolce al cucchiaio una vera e propria portata centrale. Come? È molto più facile di quanto possiate immaginare.

Per preparare un ottimo gelato per 2 persone, senza grassi né zuccheri aggiunti, se non quelli naturalmente presenti nella frutta, potete optare per ricette con ingredienti semplici e gustosi come la frutta fresca e lo yogurt al naturale, classico o greco. Un esempio? Tagliate a fettine 3 banane piccole e 200 g di frutta fresca di stagione a piacere tagliata a tocchetti, poi procedete al congelamento mettendo il tutto in freezer all'interno di un contenitore ermetico per almeno 3 ore. Dopodiché tirate fuori la frutta e lasciatela a temperatura ambiente per circa 15 minuti prima di cominciare la preparazione semplice del vostro gelato. In un contenitore dai bordi alti versate la frutta a tocchetti insieme a 150 g di Yogurt Zymil alla greca bianco, leggero e delicato grazie all'assenza di grassi e di lattosio e quindi ancora più digeribile. Frullate il tutto con l'aiuto di un mixer a immersione e, a questo punto, non vi resta che aggiungere una spolverata di cacao amaro, di cannella o di granella di nocciole prima di formare le palline con un porzionatore da gelato e servire il vostro dessert cremoso e leggero. Se invece preferite un prodotto più simile al sorbetto, dovrete allungare il vostro gelato con un po' di acqua. Diluendo il tutto avrete un gelato più simile al sorbetto, da gustare a fine pasto o tra una pietanza di pesce e una di carne per rinfrescare la bocca dai sapori.

Preferite la ricetta di un gelato al cioccolato senza però dovervi preoccupare troppo delle calorie? Allora provate a realizzarne uno senza uova e con del buon latte delattosato. Per prepararne 4 porzioni cominciate scaldando in una casseruola 320 ml di Latte Scremato UHT Zymil senza però portarlo al punto di ebollizione, poi toglietelo dal fuoco e fate sciogliere nella casseruola 120 g di cioccolato fondente extra dark (ovvero con un minimo di 70% di cacao) tritato grossolanamente. A questo punto aggiungete 40 g di zucchero di canna e amalgamate bene tutti gli ingredienti del gelato aiutandovi con un mixer a immersione, poi lasciate raffreddare il composto a temperatura ambiente e solo quando sarà freddo mettetelo in frigorifero e lasciatelo lì per almeno 1 ora. Dopodiché tiratelo fuori dal frigorifero e versatelo nella ciotola della gelatiera, se ne avete una, avviandola per 15-20 minuti fino a raggiungere la consistenza desiderata, altrimenti potete semplicemente procedere con la fase dell'indurimento del composto trasferendo il contenitore in freezer, coperto con della pellicola, per almeno 3 ore, senza dimenticare di riprenderlo ogni 30 minuti per mescolarlo accuratamente con una spatola. Ma, una volta pronto, come servirlo?

Il gelato ideale da servire

Se non avete tempo di preparare il gelato in casa potete sempre acquistarlo, affidandovi al vostro gelataio o alla vostra gelataia di fiducia, scegliendo gelaterie che offrano un prodotto artigianale e realizzato con ingredienti di qualità, sani e genuini, oppure portando a casa una vaschetta di Gelato Zymil Carte d'Or senza lattosio che, grazie all'alta digeribilità che lo contraddistingue, vi consentirà di servire ai vostri ospiti anche gusti altrimenti "proibiti" per chi sta particolarmente attento alla linea, come la stracciatella, la panna e l'originale latte e caffè. A voi la scelta, insomma, purché serviate il gelato nel migliore dei modi curandone la consistenza, la forma e gli abbinamenti. Chi prepara del gelato da portare in tavola, infatti, deve sempre tener presente innanzitutto che a nessuno piace mangiare questo dessert sotto forma di palline di ghiaccio o, al contrario, eccessivamente morbido come uno yogurt, per cui è necessario ottenere la consistenza perfetta. Come si fa?

Potete trasferire il gelato dal freezer al frigorifero 15-30 minuti prima di servirlo, ad esempio: questo gli consentirà di raggiungere la giusta morbidezza e cremosità ma senza il rischio di sciogliersi troppo. Una volta ottenuta la consistenza ideale potete decidere di servirlo in classiche palline oppure tentare un pizzico di fantasia proponendolo a fette su piatti monoporzione. Nel primo caso non dovrete far altro che utilizzare uno specifico porzionatore preventivamente bagnato in acqua fredda corrente, per fare in modo che il gelato si stacchi con maggiore facilità, e disporre le palline così create in recipienti ampi e preferibilmente trasparenti: in questo modo i vostri ospiti potranno godere dell'effetto visivo, soprattutto quando proponete gelati colorati e ben decorati. Nel secondo caso potete giocare con la fantasia e i colori, magari disponendo le fette di gelato al centro del piatto circondate da frutta fresca a pezzi e sormontate da panna montata, salsa di cioccolato o granella di nocciola: a voi la scelta! Ma come abbinare gusti e sapori?

Gli abbinamenti

Ovviamente molto dipende dalle preferenze personali, quindi non ci sono regole precise e tutto è consentito quando si parla di sapori da affiancare o mescolare, ma in linea generale si sconsiglia di accostare i gusti a base di crema a quelli a base di frutta, fatta eccezione per il cioccolato che riveste sempre un ruolo da jolly e si abbina praticamente a ogni sapore. Anche la crema pasticcera o la crema della nonna sono facilmente accostabili alla frutta: crema e fragola, infatti, è una scelta intramontabile, magari guarnendo il tutto con qualche fragolina fresca. Per quanto riguarda invece le guarnizioni potete optare per il classico cioccolato fuso (a meno che tra i gusti del gelato non ci sia già il cioccolato) oppure per sciroppi alla frutta o salse liquide a base di latte, panna, tuorli d'uovo e zucchero. Goloso anche l'accompagnamento di croccanti lingue di gatto o cialde al biscotto, che potrete comprare o, se amate la cucina, realizzare da soli in poche mosse, così come quello a base di frutta fresca o secca: i frutti di bosco, le fragole, il melone e l'ananas sono perfetti per arricchire e decorare una coppa di gelato, sia per la loro bontà che per la bellezza dei loro colori, ma anche noci, pinoli, pistacchi e mandorle faranno la loro bella figura visiva e gustativa. Se state acquistando un buon gelato artigianale in gelateria, chiedete un consiglio al gelataio o, ancora meglio, al gelatiere: nessuno meglio di lui saprà suggerirvi i migliori abbinamenti. Altrimenti fatevi guidare dall'istinto, difficilmente potrete sbagliare!

Come servire il gelato nel cono

I contenitori tradizionalmente più utilizzati per servire i gelati sono il cono e la coppetta. Il cono è probabilmente il più amato da quando è stato inventato, anche perché si rivela perfetto per essere gustato camminando ed è quindi un ottimo compagno da passeggio. Uno studio universitario neozelandese avrebbe addirittura dimostrato che il gelato si assaporerebbe meglio se leccato sul cono, coinvolgendo una superficie maggiore della lingua e quindi molte più papille gustative rispetto alla degustazione in coppetta.

Tra le tante leggende che vi sono dietro alla nascita del cono gelato, ve ne è una che rilega l’invenzione a un episodio particolare di street food. Durante un mercato o una fiera rionale, il gelataio che stava vendendo i suoi prelibati gusti aveva terminato le coppette, che a quel tempo erano in vetro. Gli venne in soccorso il vicino di banco che vendeva cialde e leccornie croccanti. Il vicino si mise a preparare dei contenitori arrotolando su se stessa della pasta croccante, ossia la cialda. Da allora, l’abbinamento gelato e cialda divenne estremamente gustoso e non paragonabile con la semplice coppetta.

Ma il cono gelato non è da relegare allo street food, anzi: esistono modi originali con cui potrete portarlo anche in tavola magari, perché no, dopo averlo preparato in casa! Basterà lasciarsi prendere dalla creatività e non porre limiti alla fantasia. Potreste ad esempio utilizzare dei rustici porta coni di legno, o riciclare dei piccoli contenitori vintage di metallo o latta, ad esempio dei vasi di fiori lunghi e stretti o dei portacandele. Anche dei semplici bicchieri dal vetro spesso possono costituire dei recipienti perfetti in cui inserire i coni di cialda avvolti in un tovagliolo, e lo stesso vale per i vasetti della marmellata, che daranno un tocco country e bucolico alla vostra tavola: effetto scenico assicurato, provare per credere! Una soluzione originale e sfiziosa, magari da proporre durante le festicciole dei bambini, è quella delle cialde rotonde utilizzate per contenere il gelato come se fossero dei panini farciti: vi basterà metterne una al centro di un piattino colorato, disporci sopra una pallina o una fettina di gelato e poi utilizzare la seconda cialda come cappello per questo insolito e dolce hamburger.

Altrimenti un altro trucco è prendere un piatto e servirci dentro le palline di gelato. Possibilmente mettendo al centro del piatto almeno tre palline una accanto all’altra, dopodiché inserire il proprio cono alla rovescia, creando un vero e proprio cono gelato a testa in giù! Questo trucco è molto apprezzato dai bambini.

Come servire il gelato nelle coppette

Le coppette sono ancora più indicate per essere portate in tavola e si prestano ad allietarla in tanti modi differenti, consentendo maggiormente di giocare con forme, colori, stili e decorazioni diverse. Le migliori sono probabilmente le coppe di vetro che, con la loro trasparenza, consentono non solo di vedere il contenuto e i colori ma anche di abbinarsi in modo semplice e neutrale con il resto dell'apparecchiatura. Sobrie e raffinate, potete mutarne lo stile semplicemente intervenendo su piccoli dettagli come la scelta della decorazione, ad esempio delle foglioline di menta che daranno colore e freschezza a un gelato alla frutta, o come la scelta del cucchiaino, utilizzando ad esempio cucchiaini d’argento, meglio ancora se visibilmente vissuti e un po' opachi, con i quali otterrete uno stile romantico e retrò, oppure scegliendoli in acciaio, lucidi e dalle forme tondeggianti, con cui creerete un'atmosfera più giovanile e moderna.

Anche un semplice piatto può rappresentare il contenitore ideale per i vostri gelati, consentendovi di creare vere e proprie composizioni artistiche in cui non sarete costretti a limitare le decorazioni grazie alla maggiore quantità di spazio disponibile: potrete quindi sbizzarrirvi con le guarnizioni utilizzando tanta frutta, meringhe, macarons o dei frollini panna e miele d'accompagnamento, gustosi e al tempo stesso delicati e leggeri grazie alla presenza della Panna Fresca Zymil, senza lattosio e ad alta digeribilità, tra gli ingredienti principali. Da non sottovalutare neanche la portata estetica di tazze e tazzine, sempre più utilizzate per portare in tavola i dolci al cucchiaio e nello specifico il gelato: le tazzine vi consentiranno, ad esempio, di giocare con l'ingrediente caffè, proponendo magari un gelato alla vaniglia affogato in un gustoso espresso, o un sapore che richiami il gusto cappuccino tipico dell'italian style, come il Gelato Zymil Carte D'Or latte e caffè. In una tazza da tè di ceramica in stile giapponese, invece, potreste servire un originale gelato al tè verde o, in alternativa, una golosa pannacotta senza lattosio aromatizzata al tè matcha. Volete osare col gusto? Allora proponete delle coppette di biscotto da mangiare insieme al gelato e che potrete comprare o realizzare direttamente in casa: i vostri ospiti apprezzeranno molto! Potete creare voi stesse anche delle cornucopie in cialda e riempirle con frutta e gelato alla crema o altri gusti. Si tratta di un vero e proprio spettacolo da vedere: la frutta abbondante uscirà dalla vostra cornucopia, la cialda sarà croccante e il gelato fresco e cremoso. È uno dei dessert che al centro della tavola strabilieranno i vostri invitati. Per lo stesso procedimento, ma in misura ridotta potete creare dei canestrini di frutta e gelato, con coppette fatte con della cialda croccante. Si tratta di assemblaggi che vanno fatti nel momento stesso in cui vorrete servirli a tavola. Per tanto non preparate tutto prima, poiché rischierete di fare ammorbidire troppo la cialda, che si romperà e non conterrà più il vostro gelato.

Se avete in mente un party estivo in giardino con molti invitati, infine, potete optare per coppette di plastica o, ancora meglio, di cartone, scegliendo voi il colore e lo stile tra i molti disponibili: nei negozi specializzati, ma talvolta anche al mercato, ne trovate tantissimi tipi, da quelle decorate in modo lineare e geometrico a quelle dalle tinte candy, dalle coppette con disegni per bambini a quelle in tipico summer style: avrete davvero l'imbarazzo della scelta! Qualora abbiate tempo e una buona manualità, potete pensare di dipingerle e decorarle voi stessi a piacere, oppure, se si tratta di una festa per bambini, potrete lasciare a loro il divertente compito di colorarle prima di metterci dentro il gelato da servire: un'esplosione di colori, creatività e allegria che non passerà certo inosservata!


prossimo articolo

5 ricette per un brunch domenicale senza lattosio

LEGGI