Dieta Sana
Il tuo aiuto in cucina

Come conservare la panna

Esistono diversi tipi di panna e ognuno di questi va conservato in modi differenti. La panna da cucina e la panna da montare sono a lunga conservazione, quindi possono essere tenute a temperatura ambiente. La panna fresca, invece, deve essere conservata in frigo.
E una volta aperte? In questo approfondimento cercheremo di capire tutti i metodi di conservazione dei diversi tipi di panna quando sono ancora confezionati e, una volta aperti, come conservarli in modo ottimale in frigorifero e in congelatore, evidenziando tutti i più comuni errori da evitare e i consigli che potranno aiutarvi in cucina. Buona lettura!

 

COME CONSERVARE LA PANNA DA CUCINA

La panna per cucinare è la crema di latte dalla consistenza molto cremosa, utilizzata per rendere cremosi antipasti, primi e secondi piatti e per creare delle sfiziosissime salsine per arricchirli.
La panna da cucina è a lunga conservazione. Durante la produzione, questa tipologia di panna è portata a una temperatura che supera i 100° per alcuni secondi, processo questo che la sterilizza completamente, abbattendo i batteri e gli altri microrganismi patogeni presenti. Una volta sterilizzata, la panna è in grado di mantenersi a lungo, per mesi.
Dunque, quando la acquistate al supermercato, potrete conservarla a temperatura ambiente, in luogo fresco e asciutto. Se preparando uno dei vostri piatti preferiti non utilizzate tutta la panna da cucina e ve ne avanza un po’, conservatela in frigorifero nello scomparto più in alto a una temperatura compresa tra gli 0 e i 4°, meglio se chiusa ermeticamente, per esempio mettendo la confezione in una busta che può essere sigillata o in un contenitore chiuso da un coperchio, piuttosto che semplicemente coperta con della pellicola trasparente. Questo perché la panna possiede un’elevata capacità di assorbire gli odori circostanti e quindi del cibo che conservate in frigorifero.
Il pericolo, dunque, è quello che filtrino i potenziali odori del frigo e che la stessa li assorba, danneggiandone il sapore. Una volta aperta, la panna da cucina conservata in frigo deve essere consumata in 3-4 giorni.
Se non avete intenzione di utilizzare la panna da cucina che avete aperto nel breve periodo, o se la vostra crema di latte e in scadenza, potete congelarla in freezer. Attraverso il processo di congelamento infatti il tempo di conservazione si allunga: versatela in un contenitore, facendo attenzione di lasciare almeno 1-2 cm di spazio tra la superficie della panna e l’estremità superiore del recipiente, perché come saprete il ghiaccio occupa più spazio dell’acqua, ingrediente di cui la panna, derivata dal latte, è in gran parte composta. Copritelo con l’apposito coperchio oppure mettendolo in un sacchetto che può essere sigillato: queste accortezze scongiurano il pericolo di danneggiare il sapore della panna con gli odori sprigionati da altri alimenti.
Adesso mettete la panna da cucina in congelatore, dove potrà rimanere per un massimo di 2 mesi. Per scongelare la panna da cucina, vi basterà tenerla qualche ora fuori dal freezer, a temperatura ambiente, o nel frigo, opzione, quest’ultima, consigliata nel caso in cui scongelate la panna durante la notte. Infatti, è bene che la panna, una volta aperta e, in questo caso, congelata, non raggiunga mai una temperatura sotto i 4°. Se invece avete poco tempo scongelate la panna a temperatura ambiente, avendo l’accortezza però di cucinarla non appena sarà pronta.
Come qualsiasi altro alimento, una volta scongelata, la panna da cucina non può essere riposta una seconda volta in congelatore.

COME CONSERVARE LA PANNA FRESCA

La Panna Fresca Chef è la crema di latte più versatile: utilizzabile sia per i piatti salati che per quelli dolci, è perfetta per essere montata e per farcire e decorare le vostre torte preferite. Completate la preparazione dei vostri dolci fatti in casa con una guarnizione a base di fiocchi di panna montata e cioccolato fondente, un connubio di sapori tanto classico quanto perfetto: il gusto amaro del fondente infatti è ideale combinato con la dolcezza e la morbidezza della panna.
A differenza della Panna Classica Chef, la Panna Fresca Chef la trovate nei banchi frigo del supermercato e deve essere sempre conservata a basse temperature, comprese tra 0° e 4°. Questa, infatti, è sottoposta a un processo di pastorizzazione, ovvero, durante la produzione, è portata, a temperature intorno ai 70° per qualche secondo, che non sono sufficienti a eliminare completamente i batteri e gli altri microrganismi patogeni in essa contenuti.

La panna a questo punto è tecnicamente cotta, ma conserva ancora dei batteri, per questo stesso motivo quando andrete a fare la spesa al supermercato potrete trovarla al banco frigo insieme agli altri latticini e sempre per questo ha una scadenza molto ravvicinata, massimo 7 giorni. Inoltre anche a casa dovrete conservarla in frigo al fresco fino a quando non deciderete di utilizzarla per qualche preparazione.

Esistono anche dei macchinari professionali chiamati abbattitori che operano un congelamento rapido, che ha la funzione di abbattere le cariche batteriche degli alimenti e che viene utilizzato moltissimo all’interno dei ristoranti. Tuttavia a casa non sarà necessario possederne uno, e la panna potrà essere facilmente conservata in frigo.
Al netto della scadenza, dopo l’apertura della confezione, la panna fresca deve continuare a essere conservata in frigo meglio se riposta in appositi contenitori che la isolino dagli altri alimenti, e deve essere consumata in 3-4 giorni.
Se la vostra Panna Fresca Chef è in scadenza o avete aperto la confezione e non avete intenzione di utilizzarla nel giro di pochi giorni, allora potete congelarla. Potete lasciarla direttamente nella sua comoda confezione a tappo, oppure potete trasferirla in un recipiente da sigillare ermeticamente prima di metterla in freezer.
Come la panna da cucina, anche la Panna Fresca Chef può essere conservata in congelatore per un paio di mesi. Quando volete utilizzata, scongelatela tenendola in frigorifero durante la notte, oppure mettendola a temperatura ambiente per un’oretta, ma utilizzatela quando è ancora fredda.
Ora, a differenza della panna da cucina, la panna fresca scongelata non potrà essere utilizzata in tutte le sue sfaccettature. La Panna Fresca Chef scongelata, infatti, non può più essere montata. Potrete comunque sfruttarla per realizzare tutte quei piatti che la richiedono in versione liquida.

COME CONSERVARE LA PANNA MONTATA

Avete realizzato una gustosissima torta ma vi è avanzata della panna montata. Cosa fare? Davanti a voi si aprono due scenari: o la consumate nel giro di un paio di giorni, oppure la congelate.
Sia che si tratti di Panna Fresca Chef che di Panna da Montare in Brik Chef, la panna montata può essere conservata in frigorifero, a una temperatura compresa tra gli 0° e i 4°, per 1-2 giorni. La panna montata, infatti, si diventaacida molto velocemente.
Prima di metterla in frigo, riponetela in un contenitore che possa essere chiuso ermeticamente, oppure posate la terrina con la panna montata all’interno di un sacchetto che può essere sigillato. Anche la panna montata ha un’elevata capacità di assorbire gli odori circostanti. Una chiusura sigillata la preserva dalla possibilità che venga danneggiato il suo sapore.
Il giorno dopo, potete utilizzare la panna montata per preparare una torta della nonna o una golosa torta mimosa, oppure per accompagnare il vostro caffè o il vostro gelato con una punta di sfiziosità in più.
Se invece decidete di congelarla, seguite questi pochi e semplici consigli per far sì che sia riutilizzabile una volta scongelata.


Prendete una teglia che entri nel vostro congelatore e copritela con della carta forno
. Adesso disponete sul fondo cucchiaiate di panna, così da avere tanti sbuffi singoli. Posizionateli l’uno accanto all’altro, mantenendo qualche centimetro di distanza per fare in modo che non si appiccichino.
Conclusa l’operazione, sigillate la teglia, per esempio con un sacchetto chiuso ermeticamente, e trasferitela nel congelatore. Una volta congelati, gli sbuffi di panna possono essere conservati anche in un sacchetto o in un semplice contenitore. Quando vi serviranno, potrete scongelare gli sbuffi di panna anche singolarmente, per esempio per rendere speciale la vostra pausa caffè. Basterà tenerli qualche minuto a temperatura ambiente, anche nel caso in cui vogliate utilizzarli per decorare una torta. La panna montata potrà rimanere in freezer per massimo 2 mesi.

COME CONSERVARE LA PANNA APERTA

Tutte le tipologie di panna possono essere conservate una volta aperte. La Panna Classica Chef, perfetta per donare cremosità ai vostri antipasti, primi e secondi piatti e per creare delle squisitissime salsine, è conservata a temperatura ambiente grazie al processo di sterilizzazione alla quale è sottoposta, che elimina i microrganismi patogeni che si formano durante le prime fasi di produzione.
Una volta aperta, però, deve essere conservata in frigorifero per un massimo di 4 giorni. In questa condizione, infatti, diventa fortemente sensibile a tutti gli agenti esterni, che tendono a inacidirla e a favorire la formazione di muffe. Se vi ritroverete a dover consumare la panna il giorno stesso, una preparazione semplice e veloce che potrete realizzare con una grande quantità di panna è la panna cotta: unitela alla colla di pesce e allo zucchero, fatela bollire, lasciatela raffreddare negli stampini e quindi completate la finitura della panna con un topping al cioccolato o alla frutta. Con una semplice e veloce ricetta potrete portare in tavola un ottimo dessert che soddisferà il palato di tutti.

Potete anche realizzare delle squisite bevande con la panna fresca, come per esempio i frappè: unitela a della frutta e a dei cubetti di ghiaccio per uno spuntino veloce e rinfrescante.
Stessa cosa vale per la Panna da montare Chef. Anch’essa a lunga conservazione, è utilizzata principalmente per la preparazione dei dolci, in special modo per decorarli quando è voluminizzata. Una volta aperta, la panna da montare deve essere conservata in frigo a una temperatura compresa tra gli 0° e i 4° per 3-4 giorni. Sia la panna da cucina che la Panna da Montare Chef, se aperte, possono essere conservate in freezer, dove rimangono, al massimo, per un paio di mesi. Per scongelarle, basterà farle scongelare a temperatura ambiente o, scelta preferibile sempre da un punto di vista di conservazione del prodotto, in frigorifero. Come per gli altri alimenti congelati, una volta che avrete fatto scongelare la panna potrete conservarla in frigo ma non riporla nuovamente in freezer.
Mentre la panna da cucina, una volta scongelata, può essere impiegata in tutti i suoi utilizzi, la Panna da Montare Chef può essere adoperata solo nelle ricette che la prevedono liquida. Una volta congelata, infatti, la panna da montare non sarà più voluminizzabile.
Come detto, anche la Panna fresca Chef può essere conservata una volta aperta. L’importante sarà tenerla in frigo, il che vale sempre, visto che questa crema di latte deve rimanere sempre a temperature comprese tra 0° e 4°. Considerata la scadenza ravvicinata, una volta aperta, la Panna Fresca Chef potrà rimanere in frigo per 3-4 giorni.
La Panna Fresca Chef può essere congelata alnaturale. Potete lasciarla direttamente nella sua comoda confezione a tappo, oppure potete trasferirla in un recipiente da sigillare ermeticamente prima di metterla in freezer. Potrete conservarla in congelatore per un paio di mesi. Come la Panna da Montare, la Panna Fresca Chef scongelata non può più essere montata e potrà essere utilizzata solo per realizzare tutte quelle pietanze che la richiedono in versione liquida.

COME CONSERVARE LA PANNA IN FRIGO

Come detto, qualsiasi tipo di panna, una volta aperta, può essere conservata in frigo a una temperatura compresa tra gli 0 e i 4° per 3-4 giorni. La panna ha un’elevata capacità di assorbire gli odori circostanti, che potrebbero compromettere il suo sapore. Per questo è importante che sia ben sigillata quando viene messa in frigorifero.
Ecco un piccolo trucco per conservarla al meglio: mettetela dentro un contenitore a chiusura ermetica o in un sacchetto sigillabile, altrimenti, avvolgetela con della pellicola, così che la confezione rimanga ben serrata e la panna non assorba alcun altro sapore o perda il proprio gusto delicato.

Scopri gli altri articoli

Tutti i nostri consigli per un’alimentazione sana e bilanciata