Condividi

Parmalat - logo

Come fare il timballo di riso

Il timballo di riso al forno è un’antica e gustosa ricetta italiana.


Il termine "timballo" indicava uno strumento musicale a forma di cono simile a un contenitore e in cucina veniva utilizzato per preparare ricette ricche e gustose. Oggi troviamo il timballo in tutte le forme, da quella cilindrica a quella rettangolare a seconda della variante realizzata.


Si rintracciano le prime informazioni del sartù di riso in Campania, come piatto speciale per le feste e servito ai nobili partenopei.


Oggi sono quasi infinite le varianti di questa ricetta originale e altrettante le modalità per portarlo in tavola: in una elegante pirofila, servito come monoporzione in stampi da forno, racchiuso in uno scrigno di elegante pasta sfoglia.


Il timballo di riso è un piatto facile che si presta a realizzare ogni vostra fantasia in cucina.


Come preparare un timballo di riso


Il riso, come la pasta, sta alla base della nostra dieta mediterranea. Come la pasta, infatti, può essere preparato e condito con ingredienti tipici del nostro territorio ed è buono in tutte le stagioni.


Tra le tante varianti, la ricetta del timballo di riso al forno è forse la più golosa e più pratica da preparare anche in anticipo per un pranzo tra amici e parenti. È anche una pratica e golosa soluzione per riciclare il riso avanzato e non buttare via nulla. Esistono tantissime varianti e possibilità per la realizzazione di questo piatto che dipendono dalla stagione e anche dalle tradizioni locali.


Innanzitutto, come è facile intuire, la base di questo piatto è il riso e la sua cottura è fondamentale per la buona riuscita della ricetta. Il riso più adatto è il Carnaroli, o le altre varietà di superfino, come Roma, Baldo e Arborio.


Cuocete il riso in pentola con abbondante acqua salata, scolate al dente per terminare la cottura in forno senza che scuocia. Potete anche cuocere il riso come un normale risotto: soffriggete in padella con cipolla e portate a cottura con il brodo vegetale.


Una volta cotto, il riso va lasciato intiepidire per qualche minuto in modo che evapori l’umidità e i chicchi restino ben separati tra loro.


A questo punto, potete procedere con il condimento con gli ingredienti che preferite.


La ricetta del timballo di riso ha molte varianti: dalle più semplici alle più elaborate: dal timballo di riso con piselli e prosciutto cotto, al timballo al forno con ragù di carne o sformato con salmone. Un’altra gustosa variante è quella del timballo vegetariano: un piatto ricco e genuino che permette di proporre le verdure in modo originale e appetitoso.


Il timballo di riso al forno con il ragù alla bolognese è senza dubbio una delle ricette più golose per i primi piatti. Una volta cotto il riso al dente, amalgamate con il ragù di carne, formaggio e della besciamella pronta per renderlo ancora più goloso.


Ungete una teglia con una noce di burro fuso e versate il riso condito. Rendete uniforme lo strato di riso e ricoprite con besciamella, parmigiano grattugiato e pangrattato. Poiché gli ingredienti sono già cotti, il timballo sarà pronto in pochi minuti: giusto il tempo di rendere filante il ripieno e dorata la crosticina in superficie.


In alternativa al ragù, potete utilizzare gli affettati: speck, pancetta, prosciutto cotto o mortadella. Scegliete sempre formaggi a pasta filante, come mozzarella, asiago, fontina e scamorza.


Con la besciamella, inoltre, potrete legare tutti gli ingredienti e dare una consistenza più cremosa al timballo.


Un'altra gustosa alternativa è quella tipica della cucina siciliana in cui il timballo di riso viene preparato con un ortaggio tipico del Sud Italia: la melanzana, che viene utilizzata anche per foderare la superficie della teglia. Tra gli altri ingredienti di base della ricetta troviamo anche il ragù di carne, i piselli e la provola.


Il timballo di riso può essere preparato anche con il pesce. Lo sformato con salmone, ricotta, panna e parmigiano è un piatto unico raffinato e delizioso, da gustare caldo o a temperatura ambiente. Oltre al salmone, potete utilizzare gamberetti già scottati o i frutti di mare.


Il sartù di riso


Il sartù di riso è una ricetta di origine partenopea di origini antiche: era il piatto d’eccellenza per le feste. Sembra che questo piatto sia nato a seguito della necessità di adattare il riso al gusto più sofisticato dei reali.


Il termine "sartù" invece sembra che derivi dalla parola francese "surtout" con cui veniva indicato il centrotavola utilizzato nel Settecento per servire questo piatto.


Questo timballo si contraddistingue per il suo ricco condimento con ragù napoletano, polpettine di carne macinata, uova sode, mozzarella. Nella ricetta tradizionale venivano aggiunti anche i fegatini di pollo. Il cuore di questo piatto, come è facile intuire è proprio il ripieno che rende questa pietanza sostanziosa e molto saporita. La caratteristica di questo sformato di riso, poi, è copertura con il pangrattato che viene versato sulla base dello stampo da forno e poi sulla superficie del timballo ripieno per chiudere a mo' di torta.


Una variante altrettanto buona, più leggera ed estiva, è il sartù con ragù bianco a base di besciamella, formaggi e piselli.


Il sartù va servito a temperatura ambiente, in modo che il timballo abbia una consistenza compatta, e accompagnato da una gustosa salsa con passata di pomodoro.


Curiosità: il sartù di riso alla napoletana è tutt’oggi il piatto speciale della domenica. La sua ricetta base la ritroviamo anche nelle famose arancine palermitane: piccoli timballi riso con ragù e piselli, da mangiare anche per strada grazie alle loro dimensioni ridotte e alla caratteristica forma piramidale.


Timballo con verdure


La ricetta del timballo di riso con le verdure è ottima per proporre le verdure a tavola, ma anche per riciclare gli avanzi.


Gli avanzi della verdura già cotta, infatti, possono essere un’ottima occasione per riciclare con creatività in cucina e bandire la noia dalla tavola.

Il riso si sposa bene con tutte le verdure: spinaci, carciofi, zucchine, peperoni, broccoli e tanti altri. Il timballo di riso può essere preparato con qualsiasi verdura a patto che venga cotta in precedenza. Un ottimo abbinamento è anche quello con carciofi oppure quello con i funghi.


Basta aggiungere alle verdure una salsa con besciamella, o panna da cucina, salumi e formaggi, per creare un condimento gustoso per il vostro riso.


Versate tutto in una pirofila, cospargete con besciamella, pan grattato e parmigiano grattugiato e aspettate che si crei la crosticina. A quel punto, il vostro timballo è pronto in pochi semplici passi.


Allo stesso modo, con lo stesso risotto ai funghi, o agli asparagi, avanzato, potete realizzare degli ottimi timballi in minor tempo. Basta aggiungere gli ingredienti che più preferite, amalgamare il tutto con besciamella e cuocere per pochi minuti in forno.


Se ad esempio utilizzate i risotti avanzati di verdure, vi basterà aggiungere una manciata di provola tagliata a cubetti e del prosciutto tagliato a dadini, unire la besciamella e cuocere tutto in forno.


Come fare il timballo di riso al pesto


Il timballo di riso al pesto è un piatto semplice e veloce, ma al contempo elegante e saporito, ideale per un pranzo o una cena in famiglia o tra amici.


Questo timballo è molto carino se preparato in monoporzioni da servire agli ospiti singolarmente, decorate con delle profumate foglie di basilico e qualche pomodorino.


Si tratta di un tipico piatto estivo, dal sapore fresco e dai colori accesi.


Preparate il riso con il sugo al pesto, aggiungete i pomodorini e qualche spezia, e versate nei pirottini da forno.


Per rendere il piatto più gustoso e cremoso, potete amalgamare gli ingredienti con formaggio fresco o con della besciamella.


Potete preparare il timballo di riso al pesto senza cottura al forno. Basterà cuocere il riso, farlo raffreddare e amalgamarlo in una ciotola con il pesto alla genovese. Versate poi metà del riso in una teglia, inserite il formaggio spalmabile livellandolo per bene e infine versate l'altra metà di riso. Riponete il timballo in frigo per circa due ore prima di servire.


Una gustosa variane di questa ricetta prevede la preparazione di questo piatto con l’aggiunta delle zucchine grigliate, o trifolate se preferite. Potete utilizzare le zucchine tagliate a fette, oltre che come condimento, anche per decorare il vostro timballo. Disponetele su uno stampo da plumcake e versate il riso con mozzarella e besciamella, ricoprite con le zucchine e cuocete in forno per una ventina di minuti. Questo timballo di riso con pesto foderato con zucchine croccanti è una delizia grazie al suo cremoso ripieno.


Potete servire questo primo piatto gustoso nella classica forma del timballo cilindrico oppure ricavare con l'aiuto di un coppa pasta dei piccoli tortini di riso, ideali per la preparazione di un elegante buffet di primi piatti.


Timballo di riso con prosciutto


Il timballo di riso al forno con il prosciutto può apparentemente sembrare una ricetta semplice e banale. In realtà, con alcuni trucchi, potrete trasformare questa preparazione base in un piatto elegante e goloso, adatto anche alle occasioni speciali. Per realizzare la base del piatto, basta rosolare i dadini di prosciutto con la cipolla e i piselli.


In alternativa potete preparare questo timballo con alcune fette di prosciutto intere da utilizzare per rivestire tutta la superficie dello stampo in cui andrete a versare il riso con i piselli. Il risultato sarà un timballo di riso dall'aspetto gustoso e dalla consistenza croccante.


In questa ricetta, ciò che fa la differenza è il formaggio che scegliamo di abbinare al composto base.


Nella scelta, infatti, potete infatti spaziare dalla mozzarella, alla fontina, alla scamorza e altri formaggi più stagionati. Per rendere il cuore del vostro timballo ancora più morbido, vi consigliamo di utilizzare la besciamella per amalgamare meglio tutti gli ingredienti.


Anche in questo caso, il timballo servito in monoporzione, rende il vostro primo piatto ancora più elegante e appetitoso grazie alla doratura con formaggio e pangrattato.


Il timballo di riso è ottimo anche a temperatura ambiente e può essere inserito nel vostro menù come primo piatto o antipasto. È una proposta gradita da grandi e piccini e per questo ideale anche per le feste in famiglia.


Timballo di riso con tonno


Il timballo di riso con tonno è un piatto unico, fresco e saporito, ideale da preparare nella stagione estiva.


Può essere servito in una pirofila, o realizzato con i pirottini per formare delle eleganti monoporzioni.


La base di questa ricetta è abbastanza semplice: riso Carnaroli, tonno, uova, ricotta (o besciamella), parmigiano, sale e prezzemolo.


Cuocete il riso in abbondante acqua salata e scolate ancora al dente. Amalgamate con gli ingredienti indicati e realizzate un composto omogeneo da versare nella teglia con carta forno, o nei pirottini. A parte, realizzate una salsa di accompagnamento con il limone, l’olio, la senape e un po’ di zucchero. In alternativa, potete realizzare un’ottima salsa di accompagnamento con la besciamella al limone: basta aggiungere alla crema un po’ di succo e la scorza grattugiata.


Come sempre, potete arricchire questa ricetta base aggiungendo al timballo le zucchine o del formaggio fresco all’interno del tortino. Tra i formaggi che si abbinano bene al gusto delicato del pesce, vi consigliamo di utilizzare la ricotta fresca amalgamata anche con della panna e del parmigiano.


In alternativa al tonno potete preparare altre versioni di timballo col pesce sostituendo il tonno con del salmone oppure con dei gamberi sgusciati e surgelati da sbollentare per pochi minuti.


Come fare il timballo di riso con fonduta


La ricetta del timballo di riso si presta particolarmente per la realizzazione di numerose varianti.


Tra le più gustose e ricche vi quella del timballo di riso con fonduta: un tortino cremosissimo che si scioglie in bocca scoprendo un’armonia di sapori intensa e raffinata.


Si tratta di un piatto molto goloso che può essere impiattato anche in modo originale per proporre ai propri ospiti un primo originale e rendere elegante la propria tavola per le feste. La base di questo piatto è un risotto aromatizzato alla zafferano, a cui vanno aggiunti gli altri ingredienti. Quello che vi serve, oltre al riso, sono i formaggi per realizzare la cremosa fonduta: panna liquida da cucina, taleggio e burro.


Lo sformato è già buono così, ma se volete arricchirlo, potete aggiungere anche dello speck.


Versate tutto negli stampi che preferite e servite appena è dorato.


Potete realizzare un gustoso timballo di riso con fonduta riducendo i tempi di preparazione utilizzando la fonduta pronta in vasetto e arricchendo il condimento con l'aggiunta di speck o di pancetta a cubetti.

Preparate il brodo vegetale e intanto fate tostare il riso in padella nel soffritto di cipolla, olio, burro e speck. Sfumate col vino bianco e versate alcuni cucchiai di brodo bollente portando il risotto a cottura, aggiungendo alla fine lo zafferano. Intanto scaldate la fonduta amalgamandola con il latte caldo. Versate il risotto nello stampo a ciambella imburrato e pressate finché non prende la forma, sformatelo e versate al centro la fonduta calda prima di servire.


Un’idea originale per servire i vostri sformati è quella di foderare i pirottini con della pasta sfoglia e riempirli con il riso con fonduta. Realizzerete un piatto elegante e originale: uno scrigno di pasta sfoglia con un delizioso ripieno a sorpresa.


Una variante dello sformato con fonduta è il timballo di riso ai 4 formaggi. Mantecate il risotto con burro, parmigiano e un pizzico di pepe nero; tagliate finemente mozzarella, fontina e groviera; versate la prima metà del riso in una teglia e aggiungete i formaggi, quindi create uno strato con i formaggi e ricoprire con il resto del riso. Ricoprite tutto con burro fuso, parmigiano e il resto dei formaggi e infornate. Servite quando la superficie dello sformato sarà ben dorata e croccante.


Se vi piacciono i sapori ancora più decisi, potete utilizzare il gorgonzola con la panna o la besciamella e aggiungere la zucca per creare un delizioso contrasto di sapori.


Come fare il timballo di riso senza forno


Il timballo di riso è un piatto goloso e ricco. Nella stagione estiva, però, accendere il forno in cucina può essere fastidioso a tal punto da spingerci a rinunciare alla realizzazione di un buon piatto. La stessa cosa avviene quando ci si rompe il forno o preferiamo comunque non utilizzarlo.


Ma la soluzione c’è ed anche pratica e veloce. Si tratta di una preparazione semplice che si presta anche per riciclare gli avanzi del riso già cotto il giorno prima.


Una ricetta tipicamente estiva è quella del timballo di riso con pomodori e melanzane. Un piatto fresco che possiamo anche portare in spiaggia o per un picnic all’aria aperta.


Mondate le melanzane come al solito e friggetele; lavate e tagliate i pomodorini, la mozzarella o la scamorza a dadini. Se volete, potete aggiungere anche del prosciutto cotto o altro salume.


Lessate il riso e scolatelo al dente per ultimare la cottura successivamente.


Quindi, procedete con la composizione del timballo in padella: versate un po’ di olio e sistemate il riso con i pomodori e le melanzane, fate uno strato con il formaggio e il prosciutto, ricoprite con il restante riso, pomodori e parmigiano grattugiato.


Con questa procedura potete preparare il timballo di riso con le varianti che più gradite: potete sostituire i formaggi, utilizzare le zucchine al posto delle melanzane, condire con mortadella e i salumi che più vi piacciono, come ad esempio prosciutto crudo, cubetti di pancetta o salame.


Per realizzare un timballo adatto anche ai bambini potete provare la variante più semplice con pomodoro e mozzarella. Al contrario, se volete arricchire questa versione con le melanzane, potete aggiungere altri ingredienti come cipolle bianche, provola e salsiccia, oppure pomodori secchi e peperoni.


Ottima anche la versione al pesce a base di gamberetti fritti e conditi con sugo aromatizzato allo zafferano.

È un piatto che va gustato freddo e quindi è ideale per le gite fuori porta e da preparare in anticipo per il pranzo o la cena.


I nostri consigli per un timballo perfetto


La ricetta base del timballo di riso al forno è presente in tutto il territorio nazionale con tantissime varianti.


Qualunque sia la vostra preferita, per realizzare la ricetta perfetta, è necessario osservare alcuni importanti dettagli.


Il riso va sempre cotto al dente.


Potete anche utilizzare anche il risotto avanzato e insaporire con besciamella, formaggi, verdure o salumi. L’importante, in questo caso, è che lo sformato resti in forno il tempo necessario perché i formaggi si fondano in una crema filante e gustosa.


Ricordate sempre di spennellare le pareti della teglia con un po' d'olio o una noce di burro in modo da facilitare le operazioni di estrazione del timballo. In alternativa potete utilizzare una tortiera a cerchio apribile per sformarlo ancora più velocemente.


Anche il semplice riso lessato avanzato può diventare un'ottima torta di riso con cipolle o patate: basta amalgamare i due ingredienti con burro, parmigiano e ricotta fresca, versare in una teglia con carta da forno, ricoprire con pangrattato o chiudere con uno strato di pasta sfoglia. Come sempre, utilizzate questi suggerimenti come spunto per realizzare ricette originali e personalizzate per la vostra famiglia.


prossimo articolo

Come fare le omelette

LEGGI