Condividi

Parmalat - logo

Perché mangiare carote: tutti i benefici

La verdura è una parte essenziale di un’alimentazione corretta e bilanciata. Alcune verdure hanno al loro interno delle proprietà benefiche incredibili, che permettono di integrare sostanze fondamentali per il corretto funzionamento del nostro organismo.


La carota è uno di questi alimenti, ed è anche perfetta per tantissime ricette e preparazioni appetitose. Con pochi e semplici ingredienti, è possibile usare la carota per preparare delle insalate squisite, ricche di gusto e salutari. È possibile anche mangiare le carote crude, oppure usarle per insaporire e donare gusto ad altri piatti, come nel soffritto, insieme a sedano e cipolla.


Il consumo di carote è quindi consigliato in tanti modi diversi, in quanto alimento ricco e fondamentale per il corpo: ad esempio per il fegato, la pelle, il cuore e l’apparato circolatorio. Vediamo insieme i benefici delle carote, il loro apporto di nutrienti, e quanto questi possano rappresentare dei veri e propri rimedi naturali per tantissimi disturbi.


Le proprietà nutrizionali delle carote


In una dieta sana e nutriente, che raccolga al suo interno tutti gli elementiessenziali per l’organismo, non può assolutamente mancare la verdura. Questo gruppo di alimenti, come accennato, è appunto una parte fondamentale della nostra alimentazione. Il motivo è dato dalla ricchezza di vitamine e sali minerali che gli ortaggi, alcuni in particolare, possono vantare. Tra le verdure, la carota è sicuramente una delle più ricche di proprietà nutrizionali capaci di apportare all’organismo innumerevoli benefici.


In primo luogo, la carota è un ortaggio composto prevalentemente da acqua, e proprio per questo motivo rappresenta un’ottima fonte di idratazione durante il pasto. L’acqua infatti non è l’unica sorgente di liquidi da cui dovremmo attingere durante la giornata. Oltre a ciò, le carote possono vantare un’enorme quantità di vitamine e sali minerali.


Tra questi ultimi citiamo ad esempio il magnesio, il ferro, il rame, il calcio e lo zinco. Tra le vitamine troviamo invece i carotenoidi, ovvero i precursori della vitamina A, fondamentali per la corretta crescita ossea, soprattutto nei bambini e negli adolescenti. Nelle carote sono presenti anche le vitamine del gruppo B e la vitaminaC, oltre che una notevole quantità di flavonoidi: elementi indispensabili nel contrastare i radicali liberi. In ogni caso, la carota rappresenta indubbiamente uno degli ortaggi più ricchi di betacarotene, l’elemento responsabile della colorazione arancione tipica delle carote.


Il betacarotene è il precursore della vitamina A, ovvero l’elemento dal quale viene sintetizzata nel nostro organismo, ed è un supporto importante per la salute e per la bellezza della pelle e degli occhi. Non a caso, il betacarotene può aiutare a prevenire le scottature solari, proteggendo la pelle dalle radiazioni solari. Infine, la carota non presenta quantità di grassi e proteine rilevanti.


Andiamo adesso a vedere nel dettaglio i benefici che questi numerosi elementi possono apportare al nostro organismo, e quanto l’assunzione di vegetali e carote sia importante per il benessere naturale dell’organismo.


Carote: un unico ortaggio, tanti benefici


Come abbiamo avuto modo di vedere, i micronutrienti contenuti all’interno delle carote sono numerosi, e tutti indispensabili per il nostro organismo. In particolare, alcuni di essi, presenti in maggior quantità, rappresentano un incredibile supporto per il benessere della pelle e per la sua protezione. La vitamina A e il betacarotene, infatti, hanno delle notevoli potenzialità.


Le carote hanno un effetto benefico sulla pelle e sulle mucose favorendone il mantenimento e prevenendone il danneggiamento. Oltre che alla pelle, la vitamina A offre protezione anche alla retina e quindi ai nostri occhi, migliorando le capacità visive e prevenendo disturbi come la degenerazione maculare. Inoltre, ha un effetto positivo sul sistema immunitario e quindi sulla capacità di scongiurare il rischio di infezioni e infiammazioni, che possono essere dovute ai radicali liberi.


Tra gli elementi che esercitano un’azione antiossidante c’è anche la vitamina C, presente in numerosi tipi di frutta e ortaggi. La vitamina C aiuta nell’assorbimento del ferro e contrasta gli stati infiammatori. Anche le vitamine del gruppo B, contenute anch’esse nelle carote, presentano benefici molto simili, aiutando a prevenire le infezioni.


Infine, le carote hanno un apporto di fibre non indifferente, fondamentale per il benessere intestinale. Le fibre aiutano a ripulire l’intestino in caso di stipsi e stitichezza, ma danno un supporto anche in caso di diarrea. Inoltre, le fibre sono di aiuto nel tenere a bada il senso di fame e nel mantenere la linea e il corretto appetito in caso di disturbi alimentari.


Possiamo quindi affermare con sicurezza che le carote sono molto utili e di estremo beneficio per il nostro organismo per molteplici fattori, che vanno dal benessere della pelle e delle ossa, al corretto funzionamento della vista e del tratto gastrointestinale, oltre che alla protezione dalle infezioni e dalle infiammazioni delle mucose.


Vediamo adesso quali sono le varietà più diffuse e più comuni, che potrete trovare anche presso il vostro supermercato di fiducia, per mangiare carote conregolarità.


Varietà di carote e differenze


Non tutti ne sono al corrente, ma esistono diverse varietà di carote con molte proprietà e caratteristiche diverse. Le carote, come molti altri ortaggi, provengono da svariate parti del mondo e vengono coltivate con altrettante tecniche diverse. Partendo dalla colorazione della radice, siamo abituati a conoscere il tipico arancione acceso, ma non sempre è così: le carote possono essere anche gialle, rosse, viola e perfino bianche e nere.


In particolare, la colorazione delle carote, oltre a identificarne tipologia e provenienza, ne inquadra anche le proprietà nutrizionali. Sono le sostanze contenute nel cuore delle carote che ne definiscono il pigmento. Le carote rosse, ad esempio, sono ricche di luteina: una vitamina che, come la vitamina A, aiuta a proteggere gli occhi dai raggi solari, prevenendo il danneggiamento della retina. Tuttavia, per precisione, il colore rosso non è dato dalla luteina, ma dal licopene: un elemento contenuto in questo tipo di carota, e contenuto anche all’interno dei pomodori.


Più particolari invece sono le carote gialle, coltivate nel nostro Paese, per la precisione in Puglia. La particolarità di queste carote è il loro bassissimo apporto di zucchero. Sono quindi perfette per chi necessita di seguire un’alimentazione povera di zuccheri e di calorie, come i soggetti diabetici. Tuttavia, la minor quantità di zuccheri non preclude la presenza dei sali minerali e delle vitamine fondamentali che troviamo nella maggior parte delle varietà. Il consiglio è di mangiare anche la buccia, per evitare di scartare una parte importante dei nutrienti.


Proprietà molto simili a quelle delle carote gialle si possono trovare nelle carote viola: un quantitativo di zuccheri ridotto rispetto alle loro sorelle più comuni. Non solo, ma la colorazione viola è anche simbolo della presenza di antiossidanti in grande quantità.


Le carote che generalmente troviamo al supermercato, dette anche daucus carota, e che serviamo abitualmente sulle nostre tavole, sono invece le carote arancioni, che vantano tutte le proprietà di cui abbiamo parlato nei precedenti paragrafi.


Andiamo quindi a vedere come questo alimento può essere sfruttato in cucina nella preparazione di svariati piatti e pietanze per ogni tipo di occasione, perfetti da inserire in una dieta sana e nutriente, anche per i più piccoli.


Come usare le carote in cucina


Come abbiamo avuto modo di vedere, le carote sono degli alimenti ricchi di sostanze nutritive, che aiutano a prevenire l’invecchiamento e sono preziose per l’integrazione di importanti elementi naturali. Le carote però hanno anche un buonissimo sapore, tipicamente tendente al dolce, che si presta molto bene a tantissime ricette, sia per portate principali ma anche per la preparazione di dessert sfiziosi e particolari.


Per le serate più fredde, perché non cimentarsi nella preparazione di una squisita vellutata di carote, perfetta con l’aggiunta delle patate o della zucca gialla, per riscaldarsi cucchiaio dopo cucchiaio. Per preparare la vellutata vi serviranno pochi e semplici ingredienti, tra cui ovviamente carote, patate e un po’di panna da cucina Chef leggera, per regalare ancora più cremosità al tutto.


Per un secondo invece, possiamo proporvi la preparazione di un deliziosoflan di carote: perfetto per inondare di profumo la cucina e conquistare i vostri ospiti con una ricetta sfiziosa. Oltre alle carote, avrete bisogno di burro, farina, patate e uova. Per omogeneizzare e regalare consistenza al piatto, vi servirà anche un po’di crema di latte Chef, così da rendere il vostro piatto davvero unico. Invincibile anche per i palati più esigenti.


Non è certo possibile concludere un pasto come si deve senza un dolce ottimo e nutriente. Per questo, vi consigliamo di preparare una buonissimatorta di carote. Come accennato, le carote possiedono una naturale dolcezza, dovuta al loro notevole contenuto di zuccheri. Proprio per questo motivo è possibile utilizzarle largamente anche nei dolci e nei dessert. La torta di carote è un dolce davvero molto semplice da fare, e vi richiederà i classici ingredienti che si utilizzano per la preparazione delle torte da forno, con l’aggiunta di un po’di farina di mandorle e la Panna fresca Chef.


Nel caso in cui vogliate preparare un aperitivo sfizioso in compagnia di amici, piuttosto che un pranzo o una cena abbondanti, non possiamo non proporvi delle polpettine di miglio, carote e timo agrumato. Davvero appetitose e perfette per fare un figurone. Anche in questo caso, la Panna senza lattosio Chef sarà un ingrediente importante per regalare friabilità e gusto alle vostre polpettine.


prossimo articolo

Intolleranza al glutine: cos’è e quali sono i sintomi

LEGGI