Condividi

Vellutata di rapa rossa - Parmalat

preparazione
Preparazione: 5 min Cottura: 20 min

Difficoltà
Facile

ingredienti
Per 6 persone

Rapa rossa

Rapa rossa 500 gr

Panna senza lattosio Chef

Panna senza lattosio Chef 375 ml

cipolla

cipolla 1 cipolla

Sedano

Sedano 100 gr

Carote

Carote 1 carota

Olio extravergine di oliva

Olio extravergine di oliva 2 cucchiai

Vedi tutti gli ingredienti
Panna Senza Lattosio

Chef Panna Senza Lattosio, gustosa e facile da dig...

Scopri il prodotto
Acquista ora
Panna Senza Lattosio

preparazione
Preparazione: 5 min Cottura: 20 min

Difficoltà
Facile

ingredienti
Per 6 persone

Rapa rossa

Rapa rossa 500 gr

Panna senza lattosio Chef

Panna senza lattosio Chef 375 ml

cipolla

cipolla 1 cipolla

Sedano

Sedano 100 gr

Carote

Carote 1 carota

Olio extravergine di oliva

Olio extravergine di oliva 2 cucchiai

Vedi tutti gli ingredienti
Panna Senza Lattosio

Chef Panna Senza Lattosio, gustosa e facile da dig...

Scopri il prodotto
Acquista ora
Panna Senza Lattosio

La vellutata di rapa rossa è un primo molto semplice e veloce da preparare. Il suo sapore dolce e sofisticato è reso ancora più sfizioso dall'aggiunta della Panna Senza Lattosio Chef, che rende questo piatto, oltre che adatto ai vegetariani, adatto anche agli intolleranti a questo alimento.

Genuina e dal gusto leggero, la vellutata di rapa rossa è un piatto che, grazie ai toni accesi della barbabietola, porterà un tocco di colore e allegria a tavola. Preparatelo per le occasioni speciali o per un pranzo di tutti i giorni, specialmente nelle fredde giornate autunnali in cui la rapa è di stagione.

La barbabietola rossa, che viene anche comunemente chiamata rapa rossa, viene consumata anche fredda e cruda per realizzare insalate leggere e decorazioni vivaci per il condimento di un altro alimento. Ma può anche essere usata per cucinare un purea saporito dal colore rossastro o per realizzare una gustosa crema per zuppe.

Prima di frullare gli ingredienti per formare la vellutata basta pulire le rape rosse eliminando la buccia. Una volta preparato il composto e miscelato per bene potete servire la vellutata nei piatti, condita, se preferite, con cucchiaio d’olio extravergine d'oliva.

La barbabietola è una pianta dalla colorazione rosso brillante e un alimento ormai diffuso in tutte le cucine italiane, quindi: siete pronti a realizzare questo pasto nutriente, saporito e raffinato?

Seguite tutti i passaggi e preparatela insieme a noi; accompagnata a dei crostini di pane dorati, il risultato sarà ancora più gustoso.


Preparazione

Preparazione: 5 min Cottura: 20 min
totali

Lavate il sedano e tagliatelo a rondelle, pelate le carote e dopo avere eliminato le due estremità tagliatele a cubetti, infine tritate finemente la cipolla. Fateli soffriggere insieme in una padella antiaderente con olio extravergine d'oliva.

Pulite le rape rosse eliminando la buccia e, dopo averle tagliate a cubetti, fatele soffriggere insieme al misto di sedano, carota e cipolla. Aggiustate di sale e coprite con brodo vegetale, quindi completate la cottura.

Una volta che le rape saranno cotte, frullatele con un frullatore a immersione aggiungendo un po' di brodo vegetale qualora fosse necessario. Aggiungete la Panna Senza Lattosio Chef e amalgamate a fuoco dolce. Prima di servire, completate la vellutata con una spolverata di pepe in superficie, un filo d'olio crudo e un rametto di prezzemolo. Se volete, potete completare ciascun piatto con dei crostini di pane caldi.

Curiosità

La barbabietola prende la sua colorazione da un pigmento delle sue radici di colore rosso, chiamato betaina, e dalle foglie rossastre e verdi. Si tratta di tuberi che vengono solitamente raccolti all’inizio della stagione estiva.

In Italia è famoso in particolare un tipo di rapa rossa che viene coltivato a Chioggia. Questa tipologia di barbabietola ha la peculiarità unica, che appare una volta che è stata tagliata, di avere una polpa striata da anelli concentrici rossi, che sembrano formare un disegno alternandosi con anelli di colore bianco.

L’origine della rapa rossa è nord-africana, ma è molto antica. Tant’è che le prime testimonianze risalgono agli antichi greci, che chiamavano questa pianta con il nome di “beta”, e ai romani: ci sono anche testimonianze risalenti al Plinio il Vecchio, governatore e filosofo naturalista vissuto a Roma nel I secolo d.C.

Successivamente la barbabietola si diffuse nei territori francesi e spagnoli, ma all’inizio veniva più utilizzata la parte della pianta relativa alle foglie. Solo in un secondo momento i contadini dei monasteri cominciarono a raccoglierne anche la radice, per usare la polpa sia in cucina che come medicinale.

Oggi la rapa rossa, o barbabietola, è entrata a tutti gli effetti nell’arte culinaria di tutte le cucine del mondo e viene mangiata cruda nelle insalate, oppure cotta, facendola bollire o cucinandola in padella o in forno. La vellutata di barbabietola è una ricetta deliziosa molto diffusa in Italia. Ma anche in Russia è diffusa una minestra chiamata “boršč”, proveniente dall’Ucraina, il cui ingrediente protagonista è proprio la rapa rossa.

porta le ricette sempre con te

Scarica l'app
Chef, cosa cucino oggi?

Download

porta le ricette sempre con te

Scarica l'app
Chef, cosa cucino oggi?

Download